Lazio-Siviglia 0-1: c’è ancora una piccola speranza

La qualificazione si deciderà in Spagna. Cronaca, pagelle e tabellino della gara dell'Olimpico
Marco Savo - 15 Febbraio 2019

La Lazio ha perso la gara di andata dei sedicesimi di Europa League contro il Siviglia.
All’Olimpico agli spagnoli è bastato un goal di Ben Yedder e nel ritorno servirà una vera e propria impresa, anche perché l’organico dei capitolini è ridotto all’osso. In questa gara infatti sono emersi tutti i limiti della rosa biancoceleste. Caicedo ad esempio, contro avversari di valore, ha dimostrato ancora una volta di non essere all’altezza.

A centrocampo senza Milinkovic non ci sono sostituti e se poi durante la gara si fanno male anche Luis Alberto, Parolo e Bastos per Inzaghi si fa veramente dura raggiungere gli obiettivi prefissati.
L’unica nota lieta della serata è stata quella di aver contenuto il passivo, lasciando una porticina aperta in vista del ritorno al Sanchez Pizjuan.Lazio-Siviglia 0-1

Contropiede fatale

In questa gara europea, valida per l’andata dei sedicesimi di Europa League, mister Inzaghi per schierare la formazione migliore ha dovuto fare i conti con l’infermeria. Fra gli assenti ci sono stati i nomi di Immobile e Milinkovic-Savic. In attacco Caicedo è stato il sostituito del bomber, supportato da Luis Alberto e dall’ex Siviglia Correa.

Alla lista degli infortunati illustri si è aggiunto anche Parolo che già dopo 3’ di gioco ha accusato un problema fisico, che l’ha costretto al cambio ad inizio ripresa.

Fin dai primi minuti di gioco si è capito che non sarebbe stata una gara facile.
Al 22’, su azione di contropiede dell’ex interista Banega, il Siviglia si è portato in vantaggio con il goal di Ben Yedder. Tutto molto bello con la difesa laziale che si è lasciata superare con un’estrema facilità.

La reazione della Lazio è stata immediata ed al 27′ Kjaer ha salvato sulla linea dopo il tocco a botta sicura di Marusic, che ha fatto passare la palla in mezzo alle gambe del portiere. Prima della fine del primo tempo un infortunio ha costretto Luis Alberto alla resa, lasciando il campo per far posto a Durmisi.

Allarme infortuni

Ad inizio ripresa anche Parolo ha dovuto alzare bandiera bianca ed è stato sostituito da Cataldi. La serie degli infortuni non è finita lì perché al 57’ si è fatto male anche Bastos, con Luiz Felipe che gli ha dato il cambio.

Lazio-Siviglia 0-1Per fortuna della Lazio il Siviglia, pur giocando meglio, non ha chiuso la gara.

All’85’ c’è stata una buonissima chance per arrivare al pareggio ma il tiro da limite di Leiva ha sfiorato il palo.

Nel finale gli ospiti hanno avuto una nuova chance per raddoppiare ma Vazquez l’ha fallita lasciando ancora aperto il discorso qualificazione.

Le pagelle di Lazio-Siviglia 0-1

Strakosha 6 – Ha subito un goal da posizione troppo ravvicinata,

Bastos 5 – Ha concesso il tempo a Sarabia per mettere in mezzo il crosso che poi si è tramutato in goal.

57′ Luiz Felipe 6.5 – L’impatto con la gara è stato più che positivo.

Acerbi 6 – L’unica sbavatura è stata quella che si è fatto sorprendere dal movimento del goleador Ben Yedder. Del resto è stato il solito lottatore.

Radu 6 – Ha stretto i denti vista la situazione infortunati in casa Lazio.

Marusic 5 – Brutta partita, nell’occasione che gli è capitata ha calciato troppo debolmente. Un peccato perché in gare come queste si deve massimizzare ogni azione.

Parolo 6 – Dopo nemmeno 3’ di gioco si è fatto male alla caviglia. Nonostante il dolore ha stretto i denti fino all’intervallo.

46′ Cataldi 5.5 – Ci ha messo l’impegno ma le sue incursioni non hanno prodotto pericoli alla retroguardia andalusa.

Leiva 6.5 – Con l’esperienza ha provato a tenere in piedi il centrocampo laziale. Al 85’ con un pizzico di precisione in più quel tiro poteva tramutarsi in goal.

Luis Alberto 5.5 – Contro la sua squadra del cuore ha iniziato bene ma ha finito in affanno, anche perché è stato rallentato da un nuovo problema fisico.

44′ Durmisi 5 – Qualche buono spunto ma anche tanti errori.

Lulic 5 – Il capitano laziale è stato parecchio confusionario.

Correa 5 -A volte sembra che vuole andare in porta insieme al pallone. Ha sbagliato molto, ha fatto tanto movimento ma incartandosi sempre sul più bello.

Caicedo 5 – Contro avversari di valore ha dimostrato ancora una volta di non essere all’altezza. Se si fa male Immobile sono dolori.

All. Simone Inzaghi 5.5 – Il mister dopo la battaglia di San Siro doveva giostrare meglio le risorse. La situazione infortuni che sta vivendo la Lazio è la dimostrazione che l’organico non è all’altezza per raggiungere gli obiettivi stagionali. Lo sapevano tutti meno che la Società che ancora sostiene di avere fra le mani una Ferrari.

SIVIGLIA

Vaclik 6.5; Mercado 6.5, Kjaer 6.5, Sergi Gomez 6; Navas 6, Sarabia 6.5 (Amadou sv), Banega 6.5, Vazquez 6.5, Escudero 7 (Promes 6); André Silva 6, Ben Yedder 7 (Munir 6). All. Pablo Machin 6.5.

Arbitro: Slavko Vinčić (SVN) 5.5Lazio-Siviglia 0-1

Il tabellino di Lazio-Siviglia 0-1

Marcatore: 22′ Ben Yedder (S)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos (57′ Luiz Felipe), Acerbi, Radu; Marusic, Parolo (46′ Cataldi), Leiva, Luis Alberto (44′ Durmisi), Lulic; Correa, Caicedo. A disp.: Proto, Badelj, Romulo, Patric. All. Simone Inzaghi.

SEVILLA (3-5-2): Vaclik; Mercado, Kjaer, Sergi Gomez; Navas, Sarabia (83′ Amadou), Banega, Vazquez, Escudero (75′ Promes); André Silva, Ben Yedder (71′ Munir). A disp.: Juan Soriano, Gil, Rog, Mesa. All. Pablo Machìn.

Arbitro: Slavko Vinčić (SVN). Assisenti: Tomaz Klančnik (SVN) – Andraz Kovacic (SVN). IV Uomo: Grega Kordez (SVN). ADD1: Matej Jug (SVN). ADD2: Nejc Kajtazovic (SVN).

NOTE. Ammonito: 31′ Radu (L), 44′ Banega (S), 60′ Correa (L), 91′ Mercado (S). Recupero: 1′ pt; 3′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti