Lazio-Torino 1-1: polemiche di fine anno

La discutibile direzione di gara di Irrati ha costretto i biancocelesti al pari. Cronaca e pagelle
Marco Savo - 29 Dicembre 2018

La Lazio ha chiuso il 2018 ed il girone d’andata al quarto posto solitario ed impattando per 1-1 contro il Torino. Il match dell’Olimpico però è stato segnato anche dalle decisioni di Irrati il quale, sul finire del primo tempo, ha concesso un penalty per una spinta veniale di Marusic su Bellotti.

Nella ripresa lo stesso arbitro ha lasciato correre su due altre due spinte ai danni di Acerbi e Immobile. In tutte le occasioni dubbie della partita l’arbitro non si è mai affidato all’aiuto del VAR.

Rigore molto dubbio

La Lazio nell’ultima gara dell’anno, e del girone d’andata, ha affrontato all’Olimpico il Torino. Per matare il Toro Inzaghi ha riproposto il duo Correa e Luis Alberto alle spalle di Immobile e rinunciando inizialmente a Lucas Leiva.

I Capitolini hanno iniziato spron battuto il match e dopo 3 minuti di gioco ci poteva stare il calcio di rigore su Marusic, atterrato in area da Ansaldi. Per l’arbitro Irrati non è stato così tant’è che ha assegnato solo un corner. La pressione laziale è stata costante ma al 16’ è stato il Torino ad andare vicino al vantaggio, con la traversa colpita dall’ex De Silvestri.

Lazio-Torino1-1L’occasione ospite ha svegliato soprattutto Immobile che in pochi minuti è andato per ben due volte vicino al goal. Nella prima occasione il suo tiro dalla distanza è stato deviato in corner, nella seconda, da posizione ravvicinata, è stato fondamentale Sirigu.

Ma l’azione più bella del primo tempo c’è stata al 43’ con Luis Alberto che di spalla ha innescato Immobile il quale, in acrobazia da dentro l’area, non ha inquadrato il bersaglio grosso.

A pochi istanti dal termine del primo tempo c’è stato l’episodio che ha cambiato la gara: Marusic da dietro ha fatto pressione a Belotti che platealmente è caduto in area. Irrati ha punito il contatto con il calcio di rigore, che poi lo stesso Immobile ha trasformato sotto la Curva Nord.

L’incoerenza di Irrati

Il tiro dagli 11 metri in pieno recupero è stata una mazzata per i giocatori della Lazio, tant’è che ad inizio ripresa hanno faticato a proporsi in avanti. Al 57’ Inzaghi ha dato la scossa inserendo Lucas Leiva per Radu e schierando la squadra con i 4 dietro. Proprio il brasiliano, in area laziale, ha servito un assist involontario a De Silvestri il quale da due passi si è divorato il 2-0. Dunque dal possibile doppio svantaggio la Lazio al 62’ è riuscita a pareggiare i conti, grazie al grandissimo tiro di Milinkovic che si è infilato sotto l’incrocio dei pali.

Dopo il goal Inzaghi è ritornato con i 3 dietro, inserendo Wallace per Correa. In questa fase la Lazio è stata indemoniata tant’è che al 67’, in una sola azione, ha sfiorato per ben tre volte la rete.

Al 72’ Irrati ha sconfessato se stesso non concedendo un rigore ad Acerbi che è stato spinto da dietro da Meité. Il contatto è stato leggero, come lo è stato quello che l’ha indotto a concedere il penalty su Belotti.

Lazio-Torino1-1Da qui in poi il Toro ha alzato la testa: al 82’ Luiz Felipe ha deviato in corner una girata di De Silvestri. Sul conseguente calcio d’angolo l’ex laziale di testa ha colpito il palo.

Al 86’ Irrati ha espulso Marusic per qualche parolina di troppo. Tre minuti più tardi ha ristabilito la parità numerica espellendo Meité, reo di aver dato una manata ad Acerbi.

Nel finale, a proposito di spinte al limite del regolamento, Immobile è caduto in area dopo un contatto con Ansaldi. Anche qui per Irrati non c’è stato contatto…

Le pagelle di Lazio-Torino 1-1

Strakosha 6.5 – Aveva quasi intuito il penalty di Bellotti. Non è riuscito a respingerlo perché l’attaccante ospite l’ha calciato di forza. Nel finale il palo ha salvato la Lazio ma lui era sulla traiettoria del colpo di testa di De Silvestri.

Luiz Felipe 6 – Ha giocato meglio il primo tempo, nella ripesa meno bene.

Acerbi 6.5 – Di gran lunga il migliore del reparto difensivo. Secondo il metro di giudizio di Irrati si sarebbe dovuto guadagnare un rigore, dopo che è stato spinto da Meité

Radu 6 – Ha dato il massimo, Inzaghi l’ha sacrificato per optare ad un cambio di modulo

57’ Leiva 6 – Il brasiliano non è al top della forma. Ha alternato cose poche buone ad altre meno.

Marusic 5 – In questa gara non è stato particolarmente fortunato. In occasione del penalty è stato ingenuo ad affrontare Belotti in quel modo.

Milinkovic-Savic 7.5 – Ha siglato un goal bellissimo per potenza e precisione. Il trascinatore della Lazio sta tornando.

Parolo 6 – Non è stato particolarmente brillante ma come al solito è stato più che generoso.

Luis Alberto 6.5 – Lo spagnolo sta tornado a giocare su grandi livelli, nel primo tempo l’assist di spalla per Immobile è stato una vera e propria magia.

85’ Caicedo sv.

Lulic 6 – Prima dell’inizio della gara è stato premiato per le 300 presenze con la maglia della Lazio. Ha onorato il premio con la solita generosità che lo contraddistingue.

Lazio-Torino1-1Correa 6 – Non ha combinato molto, si è distino per qualche buona giocata ma fine a se stessa.

64’ Wallace 5 – Ha avuto mezzora a disposizione, giusto il tempo per regalare qualche brivido di troppo ai tifosi presenti all’Olimpico.

Immobile 5.5 – Si è dannato l’anima ma ha anche sciupato qualche pallone di troppo.

All. Simone Inzaghi 6.5 – Il Torino si è dimostrato un cliente difficile da domare. Prima del rigore contro la squadra ha giocato benissimo, poi la scossa è arrivata con la difesa a 4 ma è durata poco perché il mister è ritornato subito allo schieramento a tre dietro.

TORINO

Sirigu 6; Izzo 5.5 (Moretti 6, Lyanco sv), N’Koulou 6.5, Djidji 7; De Silvestri 5.5, Rincon 6.5, Meite 5, Baselli 6 (Lukic 6), Ansaldi 6.5; Iago Falque 5.5, Belotti 6.5. All. Walter Mazzarri 6.

Arbitro: Massimiliano Irrati (sez. di Pistoia) 5Lazio-Torino 1-1

Il tabellino di Lazio-Torino 1-1

Marcatori: 45’+3′ rig. Belotti (T), 62′ Milinkovic (L)

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu (57′ Leiva); Marusic, Parolo, Milinkovic, Lulic; Correa (64′ Wallace), Luis Alberto (84′ Caicedo); Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Bastos, Patric, Lukaku, Murgia, Badelj, Cataldi. All. Simone Inzaghi.

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo (51′ Moretti, 83′ Lyanco), Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Baselli (71′ Lukic), Rincon, Meite, Ansaldi; Iago Falque, Belotti. A disp. Ichazo, Rosati, Bremer, Aina, Berenguer, Parigini, Soriano, Edera, Zaza. All. Walter Mazzarri.

Arbitro: Massimiliano Irrati (sez. di Pistoia). Ass.: Peretti – Schenone. IV uomo: Nasca. VAR: Orsato. AVAR: Costanzo.

NOTE. Ammoniti: 14′ Djidji (T), 27′ Correa (L), 41′ Izzo (T), 57′ Luiz Felipe (L), 75′ Luis Alberto (L), 80′ Lukic (T), 90′ Rincon (T), 90’+1′ Leiva (L). Espulsi: 86′ Marusic (L), 90′ Meite (T). Recuperi: 1′ pt; 5′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti