Lazio-Venezia 1-0: Ciro nella storia

Con la fascia da capitano di Pino Wilson al braccio Ciro Immobile è diventato il miglior marcatore della storia laziale. Cronaca, pagelle e tabellino
Marco Savo - 15 Marzo 2022

La Lazio con il minimo sforzo ha liquidato la pratica Venezia con un rigore di Ciro Immobile, arrivato a quota 144 goal in carriera con la maglia della Lazio. Il bomber ha regalato tre punti alla sua squadra nel match che anticipa il derby, a cui però non parteciperà Zaccagni che da diffidato ha rimediato un’ammonizione che lo terrà fuori nella stracittadina.

Nella serata dedicata al ricordo di Pino Wilson Immobile ha indossato la sua fascia rossa ed con 144 reti è diventato il marcatore biancoceleste con più reti in campionato, superando Silvio Piola a 143.

Zaccagni salta il derby

In campo la Lazio ha provato con pazienza a scavalcare il muro eretto dal Venezia, a difesa della porta di Maenpaa. I lagunari con merito hanno chiuso molti spazi agli avanti laziali e quando ne hanno avuto l’occasione hanno provato a far male a Strakosha.

Lazio-Venezia 1-0Nel primo tempo l’occasione più nitida è capitata sui piedi di Felipe Anderson che ottimamente lanciato da Immobile a tu per tu con il portiere ospite ha calciato al lato.

Nel primo tempo è arrivata anche l’ammonizione a Zaccagni per simulazione che lo terrà fuori nel derby. Anche nel match d’andata l’ex Verona non c’era.

Il migliore di sempre

La ripresa fra Lazio e Venezia si è aperta con la splendida girata che è finita in rete di Ciro Immobile. Il bel goal però è stato annullato al VAR per fuorigioco millimetrico dell’attaccante laziale.

Lazio-Venezia 1-0Poco dopo l’indeciso arbitro Manganiello non ha visto il fallo ai danni di Luiz Felipe in area veneta. Per fortuna Maresca al VAR l’ha richiamato per fargli rivedere l’azione al monitor e dopo aver visionato le immagini al rallentatore ha decretato il calcio di rigore.

Sul dischetto Immobile ha trasformato con un bel tiro potente, diventando il marcatore più prolifico nella storia della Lazio.

Dar Ciriola

Le pagelle di Lazio-Venezia 1-0

LAZIO

Strakosha 6 – Ha presidiato la porta facendosi trovare pronto quando c’era bisogno.

Patric 6.5 – Si è guadagnato gli applausi dell’Olimpico al momento della sostituzione.

78′ Lazzari sv.

Luiz Felipe 7 – Si è distino positivamente in questo match, con una bella prova difensiva e soprattutto guadagnandosi il calcio di rigore che ha deciso la sfida.

Acerbi 6 – Sta ritrovando la forma migliore.

Hysaj 6 – L’avversario è stato abbastanza morbido e non gli ha causato troppi grattacapi.

Milinkovic 6.5 – Con il suo fisico sa di essere dominante in ogni parte del campo ma non deve strafare e deve prediligere la concretezza.

Leiva 6.5 – Giocando una volta a settimana ha il tempo di recuperare le forze fisiche e proporsi ancora su buoni livelli.

Luis Alberto 6.5 – Lo spagnolo ha dimostrato di essere in sintonia con l’ambiente e l’allenatore.

84′ Basic sv.

F. Anderson 6 – Ha giocato una buona gara ma sulla sua prestazione pesa l’errore davanti alla porta del primo tempo.

Immobile 7.5 – Prima del rigore decisivo aveva messo dentro un goal bellissimo ma per pochi centimetri è stato annullato per fuorigioco. Rappresenta sempre di più la storia della Lazio, con le sue 144 reti messe a segno.

Zaccagni 5.5 – L’ammonizione forse è stata eccessiva ma lui ci ha messo del suo. Poco prima del giallo l’arbitro l’aveva ripreso per una caduta accentuata e sapendo di essere nel mirino dell’arbitro doveva avere maggiore attenzione, soprattutto in ottica derby.

71′ Pedro 6 – Per lui gli ultimi minuti in un match che la Lazio ha controllato.

All. Maurizio Sarri 6.5 – Con il minimo sforzo la sua Lazio ha superato il Venezia e si prepara ad affrontare la stracittadina con la Roma.

VENEZIA

Maenpaa 6.5, Mateju 5 (46′ Ebuehi 5.5), Caldara 6, Modolo 5.5, Haps 6; Fiordilino 6 (88′ Sigurdsson sv), Ampadu 5.5, Busio 6 (79′ Nani sv); Crnigoj 5.5 (64′ Kiyine 6), Nsame 5.5 (64′ Henry 6), Okereke 5. All. Alberto Bertolini 6.

Il tabellino di Lazio-Venezia 1-0

Marcatore: 58′ rig. Immobile (L)

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Patric (78′ Lazzari), Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Leiva, Luis Alberto (84′ Basic); F. Anderson, Immobile, Zaccagni (71′ Pedro). A disp.: Reina, Adamonis, Floriani Mussolini, Kamenovic, Akpa Akpro, A. Anderson, Cabral, Moro, Romero. All.: Maurizio Sarri.

VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; Mateju (46′ Ebuehi), Caldara, Modolo, Haps; Fiordilino (88′ Sigurdsson), Ampadu, Busio (79′ Nani); Crnigoj (64′ Kiyine), Nsame (64′ Henry), Okereke. A disp.: Bertinato, Lazar, Ceccaroni, Svoboda, Ullmann, Peretz, Tessmann. All.: Alberto Bertolini.

Arbitro: Gianluca Manganiello (sez. Pinerolo). Assistenti: Longo-Liberti. IV uomo: Meraviglia. V.A.R.: Maresca. A.V.A.R.: Tegoni.

NOTE: Ammoniti: 28′ Mateju (V), 42′ Zaccagni (L). Recupero: 0′ pt, 4′ st.

Lazio-Venezia 1-0


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti