Lontano dagli occhi e dal cuore

Il Presidente del Consiglio del 126° Circolo Didattico risponde alle dichiarazioni dei consiglieri Rinaldi e Molliconi
riceviamo e pubblichiamo - 2 Ottobre 2008

Replica all’articolo sulla scuola e alle dichiarazioni dei consiglieri Municipali del PdL Rinaldi e Molliconi:

"Mi chiedo dove fossero, il primo giorno di scuola i signori Rinaldi e Mollicone. Di sicuro non alla Iqbal Masih o in una qualsiasi delle scuole del nostro territorio. Avrebbero visto bambini e genitori emozionati accolti da insegnanti preparati e appassionati. Avrebbero verificato di persona il senso dell’accoglienza che la scuola pubblica è in grado di esprimere. L’ingresso delle prime elementari in particolare è stato una festa per tutta la scuola, un modo per dare il benvenuto a tanti giovani cittadini (di oggi, non di domani) in una comunità ricca e colorata come è la scuola del tempo pieno. Non ci sono state scene di lutto o di terrore come qualcuno, evidentemente in male fede, ha cercato di raccontare. Nessuno ha strumentalizzato nessuno, né davanti a Montecitorio né, tantomeno, nella scuola. Di certo le nostre maestre e i nostri maestri, che hanno (loro si) il senso delle istituzioni e dello stato, sapranno spiegare al meglio chi è e cosa rappresenta un ministro. Mi appare invece incomprensibile come dei politici che si dicono attenti ai problemi dei cittadini e delle famiglie possano limitarsi a tristi volantinaggi davanti ad una scuola, piuttosto che entrare nel merito di un decreto che creerà problemi educativi, organizzativi ed economici a tante famiglie, di destr e di sinistra. Ho l’impressione che sempre più si obbedisca ad ordini di scuderia (o di partito) senza quel coraggio e quella passione che un politico dovrebbe avere come rappresentante dei cittadini dimostrando di essere lontano, con gli occhi e con il cuore, alla realtà del Municipio e della città tutta.

Concludo facendo osservare che l’Ufficio Scolastico Regionale, nella persona del Dottor Sanzo, ha già specificato che in alcun modo nella scuola Iqbal Masih ci sono stati atti che hanno inficiato la didattica o minacciato la serenità degli alunni. 

Fresco Market
Fresco Market

Spero che tutti vogliano percorrere la strada del confronto, lasciando gli slogan alle curve da stadio.

Luciano Ventura 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti