Parma-Roma 0-2, le pagelle

Cristante e Pellegrini trascinatori. Deludono le attese Zaniolo e Gervinho
Gianluigi Polcaro - 29 Dicembre 2018

Parma-Roma

Parma: Sepe 6; Iacoponi 6, Bruno Alves 6, Bastoni 6, Gagliolo 6; Deiola 5,5, Stulac 5,5, Barillà 6 (81’ Di Gaudio s.v.); Biabiany 5,5 (68’ Sprocati 5,5), Gervinho 5,5, Siligardi 5,5 (60’ Ceravolo 5.5). All. D’Aversa 6

Roma:

Olsen 6,5: Nell’unica vera azione pericolosa dei padroni di casa si oppone con grande reattività sul tiro ravvicinato di Siligardi

Florenzi 6: Tiene bene la sua posizione accompagnando la manovra offensiva, ma non è esplosivo come siamo abituati a conoscerlo, segno che la sua tenuta fisica non è ancora buona. Diligente

Manolas 6,5: Bravo a tenere a bada Gervinho e co. Sempre puntuale nei recuperi e insormontabile dalle sue parti. Esce anzitempo per infortunio

(59’ Jesus) 6: Quando entra, la gara è già indirizzata verso la vittoria e ha poco da sbrigare

Fazio 6: Soliti ritmi compassati, ma stavolta non corre grossi rischi

Kolarov 6: Alterna buone giocate a cose meno buone. Si riscatta nella ripresa, sempre pronto ad accompagnare l’azione

Cristante 7: Cresce di partita dopo partita, prendendo sempre più confidenza con il ruolo di regista della squadra. Sa tenere palla al momento giusto e riesce a coprire meglio la zona mediana rispetto alla titubanze delle prime gare. Bravo a illuminare con giocate in verticale, ma soprattutto micidiale a sbloccare il match con un gol di testa preciso e imperioso

Nzonzi 6,5: Bene anche lui, a fare filtro e a gestire palla con saggezza. Punto di riferimento sempre di più

Ünder 6,5: Parte male, come spesso gli capita ultimamente. Nella ripresa inizia a sciogliersi e a essere più prepotente in area di rigore, provando il tiro insidioso. Alla fine sigla la  pesante rete dello 0-2 a tu per tu davanti al portiere, segnando finalmente un gol semplice

Zaniolo 5,5: Lui invece parte bene, con giocate da fermo e spalle alla porta che ricordano un illustre predecessore (ma non vogliamo nominarlo). Poi si perde tra spallate e corse un po’ a vuoto fino alla giusta sostituzione. Ha tempo per consolidarsi

(74’ Lo. Pellegrini) 7: Entra e fa solo cose giuste. Inserimenti, pressing e assist d’oro per la rete di Under

Kluivert 6: Si vede a sprazzi, ma non scompare mai, anzi, nella ripresa le sue scorribande sono utili a fiaccare la reazione del Parma. Deve migliorare

Dzeko 6: Primo tempo imballato, ma si sapeva visto che deve ritrovare la condizione. Meglio nella ripresa, molto più in palla, per smistare ai compagni, per raddrizzare la mira e per combattere su tutte le palle

(83’ Schick) s.v.

All. Di Francesco 7: La squadra è lenta a carburare, tra convalescenti di lungo corso e altri spremuti fino ad ora, ma in difesa i suoi sono vigili e riescono a trovare il gol che apre la squadra emiliana. Nella ripresa la squadra si stende ritrovando tutti i meccanismi tattici e i giocatori vanno a briglia sciolta

Arbitro: Manganiello 6: Poco lavoro per lui. Gara corretta e di facile interpretazione

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti