Parma-Roma 1-3. Tripletta dei giallorossi contro la squadra ducale

Le pagelle di Gianluigi Polcaro
Marco Maestà - 17 Settembre 2013

La Roma inanella la terza vittoria consecutiva in campionato e raggiunge il Napoli in cima alla classifica.

parma-romaLa trasferta sul campo del Parma non inizia nel migliore dei modi però,perché i ducali sembrano molto concentrati e si presentano al Tardini infoltendo il centrocampo, col chiaro intento di soffocare sul nascere tutte le iniziative dei cucitori di gioco avversari.

Cassano ed Amauri insieme a Biabany sono gli unici che possono impensierire i difensori avversari ed infatti proprio quest’ultimo al 39’pt riesce a sorprendere Castan ed a superare di testa De Sanctis.

Il risultato del primo tempo premia forse oltre i meriti il Parma, perché la gara scialba di entrambe le squadre, non meriterebbe un punteggio diverso dallo zero a zero.

Nella ripresa entra in campo una Roma trasformata e già al 47’st Florenzi, imbeccato da una splendida invenzione di Pjanic, fulmina con un gran diagonale Mirante. Ora i giallorossi sembrano padroni del campo ed il vantaggio è solo una questione di tempo che inevitabilmente infatti arriva al 70’st,  quando Strootman pesca Totti sul filo del fuorigioco ed il capitano da solo davanti al portiere non può sbagliare, siglando così il suo personalissimo record di segnature contro il Parma: ben 19. La Roma potrebbe subito triplicare in un’azione simile con Borriello ma stavolta il guardalinee sbaglia a sbandierare un fuorigioco che non c’è. Il Parma prova a reagire ma non riesce più ad essere incisivo e Gervinho devastante in contropiede, va via sulla destra e viene fermato con la forza in area di rigore. Penalty sacrosanto che l’arbitro non può non assegnare e che Strootman non può fallire: terza rete giallorossa e gara chiusa, Roma davanti a tutti e tifosi in delirio.

E’ ancora presto, ma la stagione romanista sembra essersi avviata verso una lunga strada di soddisfazioni anche e soprattutto al sergente Garcia, che ha rivitalizzato un ambiente ormai da troppo tempo depresso.

PARMA: 83 Mirante; 2 Cassani, 6 Lucarelli, 19 Felipe; 7 Biabiany (78′ Sansone), 5 Gargano, 32 Marchionni, 16 Parolo, 18 Gobbi (89′ Mesbah); 99 Cassano, 11 Amauri (68′ Okaka) A disp.: 91 Bajza, 1 Pavarini, 23 Mendes, 87 Rosi, 28 Benalouane, 24 Munari, 30 Acquah, 10 Valdes, 17 Palladino

All.: Roberto Donadoni

ROMA : 26 De Sanctis; 13 Maicon, 17 Benatia, 5 Castan, 42 Balzaretti; 16 De Rossi, 6 Strootman, 15 Pjanic; 8 Ljajic (53′ Gervinho), 10 Totti (75′ Borriello), 24 Florenzi (68′ Marquinho) A disp.: 28 Skorupski, 29 Burdisso, 46 Romagnoli, 33 Jedvaj, 35 Torosidis, 3 Dodò, 11 Taddei, 94 Ricci, 18 Caprari

All.: Rudi Garcia

ARBITRO: Guida di Pompei ASSISTENTI: Costanzo e La Rocca IV UOMO: Barbirati ABITRI DI PORTA: Russo e Giacomelli

MARCATORI: 39′ Biabiany (P), 46′ Florenzi (R), 70′ Totti (R), 83′ Strootman (R)

Le pagelle di Gianluigi Polcaro

PARMA: Mirante 5,5; Cassani 6, Lucarelli 5,5, Felipe 5,5, Gobbi 5 (dal 44′ s.t. Mesbah 6); Biabiany 7 (dal 32′ s.t. Sansone s.v.), Gargano 5,5, Parolo 5,5, Marchionni 6; Amauri 6 (dal 23′ s.t. Okaka s.v.), Cassano 6,5. All. Donadoni 7

ROMA: De Sanctis 6: Nulla può sul gol di Biabiany. Per il resto è sicuro tra i pali

Maicon 6,5: Un po’ in sofferenza rispetto alle prime uscite. Qualche sortita e un gol mangiato, ma la sua presenza si fa sempre sentire. E’ bravo in fase di copertura.

Benatia 6,5: Dalle sue parti non si passa. Acquisisce sempre maggior sicurezza. Forza, calma e grande concentrazione

Castan 5,5: Peccato per il gol di Biabiany che lo beffa sullo scatto. Per il resto non corre grossi rischi

Balzaretti 6: Sempre tutta la fascia per lui, ma gli manca quella brillantezza in avanti. Qualche affanno in fase difensiva

Pjanic 7: Belle giocate e sempre più nel vivo della manovra. Suo l’assist per il gol di Florenzi

De Rossi 6,5: Nonostante qualche sbavatura anche fin troppo rischiosa, la sua posizione è vitale per l’equilibrio della squadra. Ottimo negli anticipi e nel rallentare/accelerare l’azione

Strootman 7,5: Partita di personalità. Lucido nei passaggi e buona interdizione. Grande affiatamento con De Rossi e Pjanic. Suo l’assist per il gol di Totti. Mette il timbro con la realizzazione su rigore. Un leader.

Florenzi 7: Si fa trovare pronto per segnare il gol importantissimo che sblocca il match. Poi tanta copertura ed equilibrio. Corre finché può

(dal 23′ s.t. Marquinho 6): Dà il suo contributo macinando sulla destra

Totti 7: Nel primo tempo non tocca molti palloni visto che è marcato a vista e trattato rudemente dai difensori ducali, ma quando può inventa sempre qualcosa di interessante. Nella ripresa segna un gran gol (19’ in carriera al Parma) alla prima occasione vera

(dal 30′ s.t. Borriello 6,5): Stavolta capisce che deve dare un contributo alla causa, che fa parte di un gruppo e quando entra si danna per tutto il campo, soprattutto in copertura dove salva il risultato sulla linea della porta. Bloccato per un fuorigioco inesistente quando è lanciato a rete

Ljajic 5,5: Nel primo tempo è difficile riuscire a sfondare la diga parmense e lui, nonostante ci provi in tutti i modi, fatica molto fino a sfiancarsi

(dal 9′ s.t. Gervinho 6,5): Dopo qualche balbettamento iniziale, con il Parma che si allunga per cercare la rete, si mette a fare il centravanti contropiedista e fa male. Si procura il rigore per il terzo gol

All. Garcia 6,5: I suoi faticano molto contro la tattica a tutto campo di Donadoni. Cambio di marcia nella ripresa con la Roma più aggressiva. La sua forza è il gruppo

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata 6: Dirige con sicurezza, ma i suoi collaboratori non lo aiutano sui fuorigioco


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti