Pista di atletica dell’impianto Nori a Tor Tre Teste, 6 mesi dopo. Si attendono notizie

Dopo l’approvazione dell’atto che impegnava l’amministrazione comunale di Roma ad intervenire sulla pista franata da oltre 3 anni
Attilio Migliorato - 3 Luglio 2022

Dal 4 gennaio 2022 sono passati sei mesi dall’approvazione dell’atto che impegnava l’amministrazione comunale di Roma ad intervenire sulla pista di atletica dell’impianto Nori di Tor Tre Teste.

L’annuncio era stato dato in una nota di Dario Nanni consigliere della Lista Civica Calenda e vice presidente della commissione Sport. “Mi impegno sin da ora – assicurava Nanni – a seguire personalmente tutto l’iter a partire dal sopralluogo che verrà effettuato nei prossimi giorni, allo stanziamento di fondi, sino alla conclusione dei lavori che riconsegnerà la pista alla città e agli sportivi, anche in prospettiva degli europei che si svolgeranno a Roma nel 2024. Per comodità ecco il link all’articolo:

Da allora nessuno ne ha più parlato. Nessuno ha niente da obiettare nel V Municipio? C’è qualcuno, a partire ovviamente dal vice presidente della commissione Sport, Dario Nanni che possa darci informazione sugli sviluppi pratici all’atto di impegno per l’intervento sulla pista di atletica?

Ricordo un commento di un lettore di Abitare A Roma all’articolo pubblicato il 4 gennaio 2022, il Sig. Antonio Bassi: “Buongiorno sono molto contento dell’intervento che si farà per la pista di atletica, vorrei informare che da circa un anno alla scuola media Fedro di via Luca Ghini non si cambiano due lampade della palestra, d’estate ci si adatta, d’inverno alle ore 17.00 si fa buio e il pallone non si vede”.

Speriamo di non ricadere nella tempistica della scuola media Fedro, anche per l’impianto Nori.

Intanto registriamo incuria, scarsa manutenzione, mancanza di idee per fornire una immagine migliore al visitatore e frequentatore del parco Palatucci.

Partendo dal parco giochi “Pinocchio”, a via Molfetta, inoltriamoci nel parco Palatucci in direzione anfiteatro, camminiamo su una strada mattonata che supera sulla sinistra un piazzale con un ulivo bello e al centro piazza; superiamo anche  l’anfiteatro a sinistra e portiamoci verso  un piccolo viale alberato che fiancheggia sulla destra l’impianto di atletica Nori, e sulla sua sinistra largo Serafino Cevasco.

Dal “nasone”, da cui sgorga sempre acqua fresca, c’e una stradina che porta all’impianto Nori e un piccolo incrocio con una stradina asfaltata. Ho scattato un paio di foto  per documentare che la stradina  asfaltata e la stradina sterrata non stanno messe per niente bene, dovrebbero essere risistemate

Per accedere all’impianto di atletica, sin dall’origine, il frequentatore del parco ha tre vie ben distinte che portano alla sommità di una collinetta, verso il laghetto di via Tovaglieri. La prima è asfaltata e nasce dall’incrocio sopra descritto; la seconda è in terra battuta e fiancheggia  parallela la prima; la terza anch’essa in terra battuta e più ampia delle altre, fiancheggia largo Cevasco e i suoi alberi laterali.

Anche qui ho scattato delle foto per documentare che le tre strade sono messe molto male. L’acqua piovana che scorre in discesa da anni ha creato problemi di viabilità pedonale, e se non si interviene la situazione peggiorerà sempre di piu’.

Presidente Caliste, assessore Annucci, alle signore di via Gadola che la mattina vanno a fare ginnastica e vanno a passeggio al parco cosa possiamo rispondere?

Il cittadino non deve essere abbandonato alle proprie domande.

Ultima questione, ma non meno importante. Cari gestori dell’Atletica e Rugby Tor Tre Teste, del Ristorante nell’impianto, dell’attività di ginnastica nell’impianto:

·      pretendete e controllate che lo scarico merci non avvenga con l’entrata nel parco di furgoni, furgoncini e camion. I mezzi con il loro peso e la velocità di marcia deteriorano ancora di più lo sterrato del parco

·      se fuori il cancello di entrata lasciate bidoni per l’immondizia, abbiate cura dell’ordine e della pulizia del parco, vicino casa vostra. Non aspettate che lo faccia il servizio giardini, che non opererà

·      provenendo da via del Meli c’è un’altra entrata al parco Palatucci e c’è un altro cancello di entrata all’impianto Nori da via dei Meli, è più vicino al ristorante dell’impianto e lo scarico merci sarebbe da lì più confortevole per i fornitori. Abituiamoli a fare quest’altra strada. A che perché la sbarra non ha nemmeno un lucchetto e con le giuste autorizzazione pubbliche si potrebbe far rifiorire anche una zona abbandonata e nascosta a tutti. Solo gli atleti iscritti alla famosissima corsa del “Corri per il parco” ogni 8 dicembre conoscono il posto. Le foto aiuteranno a capire quanto sopra scritto.

Aiutiamoci per aiutare, ma tutti assieme.

Intanto invitiamo il Vice Presidente della Commissione Sport Dario Nanni, a fornirci informazioni sull’iter del rifacimento della pista di atletica. E ricordiamo a tutti noi che l’impianto sportivo per l’atletica leggera e il rugby è di proprietà del Comune di  Roma, ed è ubicato in largo Serafino Cevasco, all’interno del parco di Tor Tre Teste, Quarticciolo, Alessandrino, considerato un “gioiello del V Municipio, e come tale merita una maggiore cura.

Ecce Vinum

Commenti

  Commenti: 1


  1. Un solo Amministratore a mia memoria quando si impegnava seguiva la questione fino alla realizzazione e si chiamava Luigi Petroselli Sindaco di Roma

Commenti