Quando Gigi Sabani era un bimbo felice del Quarticciolo

Ripubblichiamo un breve articolo tratto da "Abitare A" del 1994
di C. C. - 6 Settembre 2007

1- Gigi Sabani fanciullo. 2- Isabella Sabani, sorella di Gigi al suo funerale, foto Abramo De Licio GMT. 3- Mara Venier, Magalli … al funerale Gigi Sabani, Foto Abramo De Licio GMT.

Il nostro mensile "Abitare A" (diffuso nei quartieri Alessandrino-Quarticciolo), pubblicava nel n. 8/9 Agosto/Settembre 1994 l’articolo "Io Gigi Sabani, bambino felice del Quarticciolo", corredato dalla foto di Sabani bambino, tratti da un’intervista de Il Messaggero. In ricordo dell’artista morto il 4 settembre, riproponiamo qui di seguito quel testo.

"Ho abitato al Quarticciolo fino all’età di 27 anni."
E’ Gigi Sabani, 42 anni, che si racconta in una bellissima intervista di Susanna Mancinotti (Il Messaggero del 17 agosto). Nell’intervista il popolare Gigi confessa l’attaccamento per il suo vecchio quartiere: "Ci torno una o due volte l’anno, di notte. Vado a rivedere il bar, il muretto, ma da solo. Lo faccio di notte, per non farmi vedere…"

Le prime imitazioni? "Quella di una professoressa che parlava come Tina Pica". Il primo aòore? "Si chiamava Rita Baldacci. Avrò avuto 13 anni. Non ho mai avuto il coraggio di avvicinarla, c’era solo un gioco di sgardi." Il suo sogno? "Fare il tramviere".
Com’era? "Pacioccone, poi rompiscatole perché davo fastidio a tutti… Mi accontentavo del tenore di vita che c’era, ero contento. Avevo nel mio quartiere tanti amici, ricordo il muretto dove si svolgeca quasi tutta la mia giornata."

Serenella

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti