Regionali, il voto in primavera

Maroni, "Si voterà il 21 e 22 marzo: è, probabilmente, l’unica data possibile"
di Franco Leggeri - 8 Settembre 2009

La campagna elettorale per le regionali è di fatto già iniziata. E’ arrivata la nota del ministro Maroni: ”Si voterà il 21 e 22 marzo: è, probabilmente, l’unica data possibile”.

Dunque mancano poco più di sei mesi alla nuova tornata elettorale, che si annuncia un test cruciale per “pesare” la consistenza dei partiti, a destra come a sinistra. La forza della Lega, e di An, nel PDL; la capacità di coagulare consenso del PD, il ruolo dell’UDC e dell’IDV, ma anche l’incognita del Partito del Sud sono alcune delle questioni rispetto alle quali le prossime regionali rappresentano una prova importante.

Il numero degli elettori interessati è molto elevato. Si torna alle urne in ben 13 Regioni: Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata e Calabria.

Per la Regione Lazio per sfidare Marrazzo il PDL annuncerà il nome entro settembre come ha dichiarato il Presidente Berlusconi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti