Riaperto il Nido Prampolini

All'inaugurazione presenti l’assessore Amadei, il presidente Boccuzzi, la Sindaca Raggi e l’assessore Baldassarre
Alessandro Moriconi - 21 settembre 2018

Finalmente il 10 Settembre l’asilo nido realizzato all’interno delle opere compensative che hanno reso possibile tutto il piano di Zona Prampolini è stato riaperto ed attualmente ospita 41 bambini ma presto saranno 50.

Una vicenda a dir poco travagliata quella di questo nido che sotto l’amministrazione Alemanno aveva anche corso il rischio di essere ceduto a privati, cosa che fu impedita dall’allora Giunta del Municipio Roma VII e dalle organizzazioni sindacali che organizzarono una serie di proteste tra cui una molto partecipata proprio davanti al nido a cui partecipò allora come sindacalista, l’attuale ass.re municipale alla Scuola Jessica Amadei.

Determinante affinché la struttura non venisse ceduta fu anche il fatto che per qualche mese ospitò il Nido “il Pettirosso“ di via G.B. Valente che venne chiuso per importanti lavori di Manutenzione straordinaria.
Riaperto il nido di via Valente la struttura rimase vuota e senza segnali positivi dal Campidoglio per l’apertura di un nuovo nido, l’allora Giunta Palmieri di concerto con la Prefettura decise di utilizzarla ospitando un CTP evitando così che diventasse oggetto di una occupazione per fini diversi alla sua realizzazione.

Ovviamente il merito dell’apertura delle attività (10 settembre 2018) va ascritta all’impegno del V Municipio e ai fondi necessari (per manutenzione, arredi e personale) che – è stato affermato – sono derivati dal risparmio del canone di locazione sostenuto per l’immobile di via Tor de Schiavi 175 che fino al mese di Giugno è stata sede della Scuola Media G. Massaia e dell’Infanzia di P.le delle Gardenie.

L’altro nido che ha visto l’apertura è quello di via Boccadelli e che in mancanza di imprevisti vedrà il taglio del nastro a breve.

Il 20 settembre c’è stato il taglio del nastro del Prampolini a cui oltre all’Ass.re Amadei e al presidente Boccuzzi, ha partecipato la Sindaca Raggi e l’ass.re Baldassarre (arrivata proprio un secondo dopo il taglio).

Purtroppo, forse per un disguido sulle date, non sembra almeno dai filmati in diretta, si sia vista la presenza dei consiglieri di opposizione. Poche anche le persone intervenute al taglio del nastro e questo anche perché della cosa non c’era traccia neppure sul sito Municipale e a parte l’email inviata a tutti i consiglieri sulla cosa c’era il massimo riserbo…
insomma trasparenza e partecipazione solo su invito e si capisce anche, magari qualcuno avrebbe potuto chiedere alla Sindaca a che punto sono le realizzazioni delle opere a compensazione, come un teatro da 300 posti che andrebbe  ad arricchire, ove realizzato, il Patrimonio Comunale.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti