Roma-Bologna 2-3, le pagelle

Barrow inarrestabile. Nella Roma si salvano solo i due Peres, Perotti, Mkhitaryan e Dzeko
Gianluigi Polcaro - 9 Febbraio 2020

ROMA-BOLOGNA

ROMA:

Pau Lopez 5,5: Non ha colpe dirette sui gol, ma non ha nemmeno una buona dose di miracoli da utilizzare. Da rilevare almeno un’uscita a vuoto

Santon 4,5: Bella statuina sul primo gol di Barrow. Dalle sue parti si affonda come nella crema. Totalmente abbandonato in fase di copertura non riesce mai nemmeno a proporsi in avanti

(dal 61′ B.Peres) 6,5: Qualcosa in più in fase di spinta, infatti riesce a essere più pericoloso dell’ex interista. Suo l’assist per il gol di Mkhitaryan

Mancini 4,5: Molto male, non riesce a trovare una posizione e si fa saltare come un birillo

Smalling 5: Il meno peggio della difesa titolare. A parte l’errore sul primo gol, in cui la responsabilità è maggiormente di Kolarov, resta comunque attento negli anticipi e pulito nei successivi interventi

Kolarov 4: Parte bene e da un suo cross nasce l’autogol di Denswil, ma in fase difensiva è come al solito disastroso. Ha la maggiore responsabilità sul primo gol preso perché in ritardo nella chiusura della linea difensiva. Non migliora nel corso del match. Nel finale capisce di non potercela fare e arretra il suo raggio d’azione per chiudere prima sugli attacchi

Cristante 4: Sempre secondo negli interventi, non vede luce nemmeno in fase di impostazione. Esce per espulsione per un evidente fallo di frustrazione

Veretout 5: Corre, ma corre spesso a vuoto e in fase di costruzione è assente. Lontano parente del motorino di inizio stagione

(dal 79′ Kalinic) 5: Altra bella statuina

Under 4: Qualche guizzo inutile, ma soprattutto è irritante dal punto di vista difensivo. È giovane ma si disinteressa completamente di correre per la squadra e per il difensore che gli copre le spalle

(dal 56′ Carles Perez) 6,5: Cambia il volto del match. Guizzi importanti fatti di personalità e tecnica che mettono in subbuglio la difesa rossoblu.

Mkhitaryan 6: La sua condizione atletica non è buona, ma la sua saggezza tecnico-tattica gli permette di offrire alla squadra buoni spunti. Si conferma ottima bocca di fuoco segnando la seconda rete romanista. Uscito Veretout si mette a centrocampo a distribuire palloni per i compagni

Perotti 6: Molti guizzi importanti per lui sulla fascia, crea molto e scarica in area numerose palle utili

Dzeko 6: Si carica in spalla, come sempre, la squadra. Protegge molti palloni e si crea da solo molte azioni importanti. In occasione del primo gol romanista, sul cross di Kolarov, liscia la palla clamorosamente in area. Poi si riscatta come detto

All. Fonseca 5: Ha molti alibi, tra cui una proprietà totalmente disinteressata a migliorare la squadra nel mercato di gennaio e una dirigenza (tutta) in evidente difficoltà che ha già iniziato ad abbandonarlo nel momento di difficoltà, ma detto questo non fa nulla per porre rimedio all’imbarazzante involuzione tecnico-tattica della squadra. Ultime 8 partite 5 sconfitte, 16 gol presi, 7 solo nelle ultime due uscite. Una squadra che non sa difendere e che gli avversari hanno imparato a scardinare facilmente. Il mister non sa inventarsi nessun rimedio tattico e non riesce a gestire degli uomini sfiduciati. Sembra un film già scritto purtroppo. La speranza è che si cambi il finale scontato

BOLOGNA: Skorupski 6; Tomiyasu 5,5, Bani 6, Danilo 5,5, Denswil 5; Svenberg 6 (dal 73′ Dominguez s.v.), Schouten 6; Orsolini 7 (dal 83′ Olsen s.v.), Soriano 6, Barrow 8 (dal 86′ Juwara s.v.); Palacio 6,5. All. Mihajlovic 7

Arbitro: Guida 6: Attento sui casi salienti del match, come la giusta espulsione di Cristante. Si fa ben coadiuvare dal Var in diverse occasioni


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti