Roma-Chievo 3-1, le pagelle

Il Faraone si riprende la Roma, bene anche Perotti. Male Salah
Gianluigi Polcaro - 23 Dicembre 2016

ROMA-CHIEVO 3-1

Roma 

Szczesny 6: Poco impegnato, ma si fa trovare pronto quando viene chiamato in causa. Nulla può sul gol preso

Dar Ciriola asporto

Rudiger 6: Pochi rischi dalle sue parti, anche se riesce a neutralizzare qualche spunto dei veneti in ripartenza

Fazio 6,5: E’ ancora una volta il leader della difesa. Sempre statuario e sempre più deciso e autoritario nell’impostare e nell’avanzare palla al piede

Vermaelen 5,5: Da rivedere. Il suo esordio da titolare in serie A è fatto più di bassi che di alti. Molto lento nella manovra, anche se non lesina interventi ruvidi nei confronti degli avversari

Peres 5: Responsabile sulla rete di De Guzman, e nel complesso a livello difensivo continua ad avere lacune importanti. Poco incisivo anche in fase offensiva, ma nella ripresa migliora e regala anche un assist a Dzeko che spreca

Nainggolan 6,5: Posizionato sulla linea mediana dà il solito contributo di quantità e qualità. La squadra si affida lui, capitano di giornata, e fa bene perché non molla fino alla fine

Strootman 6: Fa molta fatica nel primo tempo, perché non riesce a stare al passo dei clivensi. Migliora nella ripresa dando una mano anche nella costruzione del gioco

Emerson 6,5: Ha molto spazio sulla fascia e non lesina diverse progressioni interessanti che fanno guadagnare molte yard alla Roma. Qualche pecca in difesa, ma nel complesso la sua è una gara convincente

Salah 4,5: In ritardo di condizione sbaglia tutto il possibile. Passaggi, stop, assist e tiri sono completamente da dimenticare.

(dall’82’ Perotti) 7: Il suo innesto dà la marcia in più per chiudere definitivamente il match. Spostato sulla destra rispetto al suo ruolo naturale riesce a mettere a soqquadro la difesa ospite con i suoi soliti dribbling vincenti. Da uno di questi nasce il fallo da rigore che lo stesso argentino sigla magistralmente portando il risultato sul 3-1

El Shaarawy 8: Parte in sordina, ancora intontito dopo un periodo di certo non positivo, ma è uno dei pochi che regala qualche sussulto alla partita con una conclusione da fuori area insidiosa. Poi arriva il calcio punizione che batte alla Pjanic riportando la Roma in partita. Da lì in poi per lui è un’altra gara, fatta di grande intensità sulla fascia. Da una sua percussione nasce la rete del raddoppio di Dzeko così come il bell’assist sempre per il bosniaco che spreca

Dzeko 6: Sebbene sigli il gol del raddoppio fa una grande fatica tra le maglie dei difensori gialloblu. Sbaglia clamorosamente e goffamente un tiro a botta sicura davanti a Sorrentino. È sua la rete del 2-1, molto importante, ma nel complesso una prestazione un po’ in ombra

(dal 90’ Iturbe) s.v.

All.: Spalletti 6,5: Fa le nozze coi fichi secchi e ricava il massimo. Infortuni e malanni riducono la rosa all’osso e la squadra sbanda, gioca male e prende sotto gamba la gara, ma sa riprendersi e alla fine vince meritatamente

Chievo: Sorrentino 6; Izco 6,5 (dal 41’ Costa) 6, Dainelli 5,5, Gamberini 5, Frey 6; De Guzman 6, Radovanovic 5,5, Rigoni 5,5; Birsa 6 (dal 59’ Bastien 5,5); Inglese 6 (dal 75’ Pellissier 6), Meggiorini 6 All.: Maran 6,5

Arbitro: Calvarese 5,5: Diversi errori, anche di un certo spessore, vedi il possibile rigore su Dzeko o il fuorigioco non fischiato sempre al numero 9 che rischia di segnare. Evidente il rigore su Perrotti e giusta la decisione di assegnarlo


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti