Sport  

Roma- Empoli 1-1: la Roma non sa più vincere

Arriva il quarto pareggio consecutivo della Roma. Le pagelle di Gianluigi Polcaro
Marco Maestà - 2 Febbraio 2015

La Roma non vince più ed all’Olimpico arriva il quarto pareggio consecutivo. Prova disastrosa di tutto il collettivo romanista che forse mette la parola fine alle ambizioni di scudetto.

I giallorossi si fanno imbrigliarroma-empolie da un buon Empoli nel primo tempo, che al 39’ passa in vantaggio grazie al rigore trasformato da Maccarone, causato da Manolas che interviene per recuperare da ultimo uomo su Saponara, dopo una colossale dormita di tutta la difesa giallorossa, rigore ed espulsione inevitabile. A fine primo tempo Russo ristabilisce la parità, espellendo Saponara per doppia ammonizione, ma in entrambe le decisioni forse l’arbitro pecca di eccessiva severità.

maiconGli uomini di Garcia, anche grazie alla scossa nell’intervallo, rialzano la testa nella ripresa e trovano il pareggio con Maicon, che calcia di precisione sul secondo palo spiazzando Sepe. La Roma però non riesce mai ad essere fluida e trovare il bandolo della matassa per superare il fortino toscano.

Tranne una traversa di Astori e qualche conclusione da lontano di Nainggolan, i capitolini non danno mai l’impressione di poter vincere la partita e l’Empoli, tra i fischi dei romanisti, esce dall’Olimpico con un punto preziosissimo in chiave salvezza. Garcia e tutto l’ambiente giallorosso ha di che disperarsi, perché ora la Juventus è a +6 ma con una partita ancora da giocare e domani sul campo di Udine può veramente scappare inesorabilmente.

ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon (dal 82’ Verde), Yanga Mbiwa, Manolas, Cholevas; Pjanic, Keita, Nainggolan; Iturbe (dal 25’ Florenzi), Totti (dal 40’ Astori), Ljajic. A disp.: Skorupski, Torosidis, Paredes, Pellegrini, Uçan, Somma, Cole, Vestenicky. All.: Garcia
EMPOLI (4-3-1-2): Sepe; Hysaj, Rugani, Barba, Mario Rui; Croce, Valdifiori (dal 83’ Signorelli), Vecino; Saponara; Pucciarelli (dal 73’ Mchedlidze), Maccarone (Dal 58’ Zielinski). A disp.: Bassi, Pugliesi, Bianchetti, Perticone, Laurini, Tonelli, Laxalt, Signorelli, Verdi, , Tavano. All.: Sarri.
Arbitro: Russo
Marcatori: 39’ Maccarone (rig.) (E), 57’ Maicon (R), 70’ Valdifiori (E)
Ammoniti: 43’ Saponara (E), 50’ Croce (E), 58’ Florenzi (R), 91’Astori (R), 94’ Nainggolan (R)
Espulsi: 38’ Manolas (R) per fallo da ultimo uomo, 48’ Saponara (E) per doppia ammonizione, 59’ All. Sarri (E) per proteste.

Le pagelle di Gianluigi Polcaro

ROMA:
De Sanctis 6: A parte il gol preso, non è quasi mai impegnato;
Maicon 6: Tiene in gioco Saponara che si invola verso il primo gol degli ospiti. La sua tenuta difensiva è insufficiente per buona parte della gara, complice anche una condizione fisica veramente precaria, ma si riscatta con un gol pregevole e pesantissimo;
(dal 82’ Verde) s.v.
Yanga Mbiwa 4,5: Tra clamorose sviste e interventi al limite è quello che risente di più della partenza da incubo della squadra. Le verticalizzazioni dell’Empoli e la velocità dei suoi giocatori lo mandano in tilt;
Manolas 5: Non può che farsi buttare fuori dopo l’intervento da rigore su Saponara. Con la sua dipartita, l’unica certezza difensiva romanista lascia la squadra allo sbaraglio;
Cholevas 5,5: Buone, come sempre, le sue sortite in attacco. Meno in difesa;
Pjanic 4,5: Deludente come spesso accade quest’anno. Non riesce a prendere in mano la squadra con le sue giocate di qualità. impalpabile;
Keita 6: Scende dall’aereo e Garcia lo accoglie con le chiavi del centrocampo. Lui non si tira indietro e risulta uno dei migliori. Personalità ed equilibrio, ma non basta solo lui;
Nainggolan 6: Lotta e combatte come sempre, ma è troppo impreciso sotto porta. Mezzo voto in più perché è sempre l’ultimo ad arrendersi;
Iturbe n.g.: Brutto infortunio per un giocatore che stava finalmente crescendo. Peccato;
(dal 25’ Florenzi) 5,5: In avanti spreca un gol, facendosi recuperare dai difensori toscani. Lotta e corre come sempre, ma spesso a vuoto. Chiude da terzino al posto di Maicon;
Totti 5,5: Quaranta minuti opachi. Sembra non essere la sua gara, ma non lo sapremo mai perché esce per far entrare un difensore, dopo l’espulsione di Manolas;
(dal 40’ Astori) 5: La sua flemma si traduce in una troppa lentezza, sia nei takle (sempre secondo rispetto agli avversari), che nel far ripartire l’azione. Sfiora un gol di testa, ma la traversa dice no;
Ljajic 5: Tanti dribbling e poca sostanza. Mai pericoloso;
All.: Garcia 5: Continua il processo di involuzione di gioco e di approccio, ma continuano anche gli infortuni (il 19’ della stagione con quello di Iturbe). Una lenta discesa che inizia dal 7-1 con il Bayern e che il mister e la società non riescono ad arrestare.

EMPOLI: Sepe 6; Hysaj 6,5, Rugani 6,5, Barba 6,5, Mario Rui 6; Croce 6, Valdifiori 6 (dal 83’ Signorelli s.v.), Vecino 6,5; Saponara 6; Pucciarelli 6,5 (dal 73’ Mchedlidze 6), Maccarone 6,5 (Dal 58’ Zielinski 5,5). All.: Sarri 7.

Dar Ciriola

Arbitro: Russo 5: Nelle decisioni più importanti lascia a desiderare e l’Empoli ha di sicuro qualcosa in più da recriminare. Troppe sviste in collaborazione con i suoi collaboratori, anche se non vizia in modo decisivo la gara.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti