Sport  

Roma-Genoa 3-3, le pagelle

Dzeko leader indiscusso. Tra i top del match anche Pinamonti e Kouamè, seguiti da Kolarov e Under. Disastro Juan Jesus
Gianluigi Polcaro - 26 Agosto 2019

ROMA:

Pau Lopez 6: Dimostra di essere reattivo tra i pali. Intuisce il calcio di rigore di Criscito, ma non riesce a evitare il gol. Incolpevole sulle altre due reti prese

Florenzi 6: Un buon primo tempo. Supporta bene la manovra offensiva ed è pericoloso con i suoi cross e soprattutto quando esplode il suo tiro da fuori area. Nel finale non segue la sua linea difensiva ed è responsabile sul gol di Kouamè

(78′ Zappacosta) 6: Buono il suo esordio con la maglia giallorossa. Bene anche quando avanza, sa sempre cosa fare

Fazio 4,5: Troppo lento per questi ritmi e con una linea difensiva così avanzata. Non è comunque protetto dalla linea dei centrocampisti

Jesus 4: Se Fazio sbaglia tutto, lui sbaglia di più. Nei momenti clou non è concentrato a dovere. In occasione del rigore è tanto ingenuo quanto imbarazzante

(66 Mancini) 5: In una difesa in bambola naufraga anzitempo pure lui. Responsabile in concorso con Florenzi sul terzo gol dei grifoni

Kolarov 7: Uno dei pilastri superstiti della squadra smontata dalla dirigenza questa estate. Dimostra grande carattere e dimestichezza. Le sue sortite sono sempre pericolose ed è determinante per il gioco romanista. Segna su punizione il gran gol del temporaneo 3-2

Cristante 5: Soffre non poco a fare filtro davanti alla difesa, ruolo tra l’altro non suo e non ha i tempi giusti per far ripartire velocemente l’azione

Pellegrini 6: Si arrangia come può grazie alla sua velocità e abilità. Un suo pallone filtrante mette Under davanti alla porta che poi spreca. Cala nella ripresa

Ünder 7: Segna un gran gol, dopo aver portato a spasso la difesa avversaria. Sbaglia poco dopo l’occasione del raddoppio. È una bocca di fuoco fondamentale per la Roma

Zaniolo 6: Discreto primo tempo. Sa usare la sua forza e la sua tecnica a disposizione della squadra. Cala anche lui nella ripresa

Kluivert 5,5: Va sempre a sprazzi per poi calare nella ripresa

(74′ Pastore) 5,5: Anonimo, come spesso gli accade

 

Dzeko 8: Il leader di questa squadra. Uno dei pochi rimasti. Trascina con sapienza tecnica e tattica i compagni. Sempre presente nelle azioni più pericolose. Segna un gol memorabile, dribblando la difesa genoana ipnotizzata dei suoi tocchi.

All. Paulo Fonseca 5: La squadra dimostra di avere un buon palleggio nelle gambe e arriva con facilità e pericolosità nell’area avversaria, ma in difesa è un  colabrodo. I difensori non sono all’altezza di un gioco così aggressivo e la presenza di un filtro vero a centrocampo come Veretout diventa essenziale. Proprio per questo il mister pecca di troppo ottimismo di fronte a un allenatore esperto come Andreazzoli che in poche mosse rischia di fargli scacco matto

GENOA: Radu 6; Romero 6, Zapata 4,5, Criscito 6,5; Ghiglione 6,5, Schöne 5,5, Radovanovic 5,5, Lerager 5,5, Barreca 5 (73′ El Yamiq s.v.); Kouamé 7,5 (90′ Sanabria s.v.), Pinamonti 7,5 (86′ Pandev s.v.). All. Andreazzoli 6,5

AMMONITI: Jesus, Florenzi, Pellegrini (R), Romero (G)

Arbitro: Calvarese 6: Prende senza esitazioni la decisione di assegnare il rigore al Genoa per fallo di atterramento in area di Juan Jesus ai danni di Pinamonti


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti