Sport  

Roma-Milan 2-1, le pagelle

Dzeko in maschera ancora il migliore seguito da Zaniolo. Conti, Kessiè e Biglia i peggiori.
Gianluigi Polcaro - 28 Ottobre 2019

Roma-Milan, le pagelle del 2-1 di domenica 27 ottobre 2019

ROMA:

Pau Lopez 6: La mira dei giocatori milanisti non lo impensierisce e si disimpegna egregiamente, a parte il gol preso sui cui nulla può per via della deviazione di Smalling

Spinazzola 5,5: Non sempre riesce a essere posizionato correttamente. Si vede poco in avanti e nella ripresa deve uscire per crampi

(77′ Cetin) 6,5: Subentra per la prima volta e fa un bella impressione con due interventi rilevanti

Fazio 6,5: A parte uno svarione iniziale, che manda in porta Leao, poi si riprende e ritorna leader della difesa, divenendo provvidenziale nel finale

Smalling 6: Sempre gran combattente, è sfortunato a deviare nella sua rete il tiro di Hernandez e a sbagliare di testa un gol abbastanza facile

Kolarov 6,5: Sulla fascia è sempre presente fino alla fine. Qualche problemino in fase difensiva, soprattutto nella chiusura della diagonale sul gol preso. Si riscatta nel finale con preziosi interventi

Mancini 6: In un ruolo che non è il suo si batte con personalità non demeritando soprattutto in fase di recupero.

Veretout 6,5: Diventa fondamentale per l’economia del centrocampo. Filtra, contrasta e smista palloni. Sta crescendo dal punto di vista della padronanza del ruolo

Zaniolo 7: Ancora una prova di valore. Sebbene non sia continuo sulla fascia i suoi strappi mettono sempre in crisi la difesa milanista. Al momento opportuno segna il gol del raddoppio romanista sfruttando un errore difensivo dei rossoneri

(84′ Santon) s.v.

Pastore 6,5: Col suo passo dinoccolato è sempre nel vivo del gioco. Si vede che sta meglio fisicamente e si mette al servizio della squadra con le sue pregevoli doti di palleggio. È prezioso nel possesso palla fino alla fine e anche se sbaglia un gol da buona posizione, la sua gara è la migliore della sua stagione fino ad ora

Perotti 6: Arranca un po’ alla ricerca della condizione perduta, ma i suoi affondi non sono mai scontati. Regala un assist d’oro a Pastore che poi spreca

(52′ Antonucci) 5,5: Si trova un po’ spaesato stavolta

Dzeko 7,5: Segna il gol di testa del momentaneo vantaggio romanista fregandosene della frattura alla testa, infatti la maschera, al contatto con la palla, si toglie. È il segno del suo attaccamento e del suo essere leader, che dimostra giocando sempre per la squadra con i suoi assist per gli inserimenti dei compagni in area

All. Fonseca 6,5: Gestisce al meglio una squadra rabberciata e stanca e raccoglie il massimo centellinando le forze dei convalescenti. Fa in questo momento largo utilizzo dei giovani e dà, per esempio, fiducia a Cetin che in difesa chiude bene i varchi agli attacchi milanisti

MILAN: 

Donnarumma 6; Conti 4,5 (51′ Calabria 5), Musacchio 5, Romagnoli 5,5, Hernández 6,5; Paquetá 5 (63′ Piatek 5,5), Biglia 4,5 (72′ Bennacer 5), Kessié 4,5; Suso 5, Rafael Leao 5, Calhanoglu 6. All. Pioli 5

Arbitro Orsato 6,5: Erano tre anni che la Roma non vinceva sotto la sua direzione. Dopo le vicissitudini accadute ai giallorossi per mano sua stavolta arbitra diligentemente sanzionando con dovizia i fatti più delicati


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti