Roma si deve trasformare con la partecipazione dei cittadini

Il Consiglio del VII Municipio ha espresso parere favorevole alla proposta del Comune
di Fabiana Gangemi - 11 Novembre 2005
Abitare A Settembre 2019

Il principio che la “città vera è quella degli abitanti” e non quella delineata dal suo perimetro è stato recepito dall’Amministrazione Comunale con la volontà di attuare, per la prima volta, un massimo coinvolgimento dei cittadini, delle formazioni sociali, nel rispetto delle esigenze di celerità e trasparenza del procedimento, nella vita della città.

In questa ottica il Consiglio del VII Municipio ha espresso parere favorevole, nella seduta dell’8 novembre 2005, all’unanimità con l’astensione dell’opposizione, alla proposta della Giunta Comunale di presentare al Consiglio Comunale per l’approvazione un Regolamento per l’attivazione del processo di partecipazione dei cittadini alle scelte di miglioramento delle trasformazioni urbane della città legate ad una migliore qualità della vita degli abitanti.

Il Comune di Roma, quindi, chiama i cittadini a partecipare al processo di trasformazione urbanistica della città nei procedimenti di attuazione urbanistica ed in particolare del nuovo Piano Regolatore adottato con deliberazione del Consiglio Comunale n.33/03.

Il processo partecipativo popolare non si limita agli aspetti di informazione e consultazione ma essendo stato ritenuto un metodo fondamentale per la formazione delle decisioni in materia di trasformazioni urbane che promuove l’inclusione sociale, ha carattere di continuità, strutturazione e di non occasionalità.

L’obiettivo è quello di garantire ai cittadini, attraverso un’informazione tempestiva e preventiva, la massima partecipazione nella gestione degli strumenti del Piano Regolatore Generale per un effettivo dialogo nell’interesse pubblico anche al fine dell’uso più appropriato delle risorse con discussione,valutazioni e costruzione di linee d’azione risultato di interazione tra i processi partecipativi.

Per permettere e favorire una conoscenza diffusa, approfondita e documentata sui temi delle trasformazioni urbane e promuovere nonché organizzare i processi di partecipazione, la Giunta Comunale costituirà un apposito ufficio denominato “ Casa della Città” che supporterà le strutture tecniche centrali e periferiche e attiverà tutti gli strumenti di informazione e comunicazione al fine di rendere effettiva la partecipazione diffusa dei cittadini e dei soggetti sociali interessati e nei singoli Municipi saranno costituiti luoghi di informazione e consultazione.

L’informazione sarà garantita a tutti i cittadini attraverso l’inserimento sul sito Internet del Comune di Roma e del Municipio, con allegata documentazione idonea ad illustrare le caratteristiche essenziali, del progetto innovativo e i soggetti interessati potranno far pervenire istanze, proposte e osservazioni secondo le modalità previste dall’apposito Regolamento ; dopodiché sarà convocato un incontro pubblico tale da permettere la massima partecipazione dei cittadini, dall’Assessore competente o dal Presidente del Municipio competente, dal quale scaturirà un documento di partecipazione che sarà allegato alla proposta del provvedimento di trasformazione.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti