Roma-Udinese 0-2, le pagelle

Disastro totale con Perotti a reggere la palma del peggiore. Si salva solo Mirante
Gianluigi Polcaro - 3 Luglio 2020

Roma:

Mirante 6

L’unico a non perdere la bussola. Si evidenzia per interventi importanti, ma non può far nulla per risollevare le sorti della squadra

Bruno Peres 4,5

Si perde spesso gli avversari, tatticamente un disastro. In fase propositiva è sterile

(63′ Zappacosta) s.v.

Più ordinato tatticamente

Fazio 4

Completamente fuori condizione e prevedibile. Sbaglia anche i passaggi più facili

(72′ Ibanez) 4

Come Fazio, in balia delle ripartenze degli avversari

Smalling 5

E’ spesso fuori posizione, come nel primo gol preso, ma se c’è qualcuno che ancora ci mette una pezza quello è lui

Kolarov 5

Inefficaci i suoi affondi sulla fascia, anche lui non ha il ritmo per giocare a tutta fascia

Diawara 4

Il fantasma di quello visto nella prima parte dell’anno. In cabina di regia è dannoso e non fa più filtro

(63′ Villar) 5

Entra in un contesto caotico in cui lui già era una meteora

Cristante 5

Sebbene abbia commesso gravi errori, non si arrende mai. Con un tiro deviato da fuori area colpisce la traversa, ma anche lui è troppo lento per stare appresso alle ripartenze bianconere

Carles Perez 5,5

Primo tempo da leone in gabbia, ripresa migliore con alcuni buoni spunti che non ci concretizzano in azioni da gol

Perotti 2

Nei primi minuti regala un pregevole assist a Kalinic che spreca, poi si fiacca completamente e la frustrazione si impadronisce di lui: entra pericolosamente sulla gamba di Becao e rosso diretto. Un voto in meno perché capitano

Under 4,5

Gioca solo per sé, come ci ha sempre abituato. Qualche giocata con cui si avvicina anche al gol e poi nulla più

(45′ Mkhitaryan) 5

Gioca più con l’Udinese che con la Roma, regalando “buoni” passaggi agli avversari

Kalinic 4

Quelle poche occasioni che ha a disposizione le spreca sistematicamente. Inadatto a coprire il ruolo di vice Dzeko

(72′ Dzeko) 5

Entra a gara compromessa, ma è impossibile riemergere dal marasma

All.: Paulo Fonseca 3

Petrachi prima di essere cacciato aveva avvertito dello scarso impegno dei giocatori, ma in società si è preferito festeggiare il suo allontanamento.
Ora Fonseca, con una squadra a pezzi atleticamente, invece di fare miracoli va nel caos più totale schierando una formazione più imbarazzante di quella solita, ma il fatto più grave è l’incapacità della squadra di saper difendere (nessuno gliel’ha insegnato e non esistono nella rosa giocatori in grado di fare filtro a centrocampo)

Udinese

Musso 6,5; Becao 6,5, Nuytinck 6, De Maio 6,5; Stryger Larsen 6,5, Walace 5,5 (57′ Fofana 6,5), Jajalo 6 (80′ Samir s.v.), De Paul 7, Zeegelaar 6 (65′ ter Avest 6); Okaka 5 (65′ Nestorovski 6,5), Lasagna 7,5 (45′ Teodorczyk 5,5). All.: Luca Gotti 6,5

Arbitro: Guida 6: Giusto il rosso a Perotti, per il resto con un ritmo così basso è facile dirigere nel verso giusto


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti