S.S. Lazio 120 anni dopo, a Piazza della Libertà l’apertura del villaggio biancoceleste

Aldo Zaino - 7 Gennaio 2020

“Centoventi anni dopo incontriamoci in Piazza della Libertà”, il villaggio biancoceleste che celebrerà i 120 anni della S.S. Lazio fino al 12 gennaio, ha ufficialmente aperto i battenti nel luogo storico dove la società biancoceleste venne fondata.

Al taglio del nastro erano presenti Daniele Ognibene (Capogruppo LeU al Consiglio Regionale del Lazio), Mario Notari (Presidente della S.S. Lazio Motociclismo e ideatore dell’iniziativa “Centoventi anni dopo incontriamoci in Piazza della Libertà”) e Arturo Diaconale (Portavoce della S.S. Lazio).

«Questo è un luogo simbolico, visto che qui – ha dichiarato Diaconale – un gruppo di ragazzi diede vita ad una storia che dura da 120 anni: quella della Lazio. Animati da spirito olimpico, decisero che i colori di questa nuova società sarebbero stati quelli della Grecia. Da allora va avanti una storia piena di gioie, dolori e risultati, che adesso ha trovato una stabilità che sta producendo risultati importanti sul campo. Non è un caso che questo 120° anniversario cada in un momento così positivo per la società biancoceleste. Speriamo che questo momento possa durare a lungo».

Fresco Market
Fresco Market

«In questa occasione ci siamo adoperati per la realizzazione di un video che celebri i 120 anni della nostra Lazio. Vorrei ringraziare – ha precisato Mario Notari – tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo filmato, in primis la Regione Lazio. Questa sarà la festa di tutta la polisportiva biancoceleste, visto che in questi giorni interverranno tutte le rappresentative. »

«Qui, 120 anni fa, veniva fondata la Lazio, una società – ha dichiarato Daniele Ognibene – che non è solo calcio ma tante discipline sportive che si racchiudono nella polisportiva più grande d’Europa fondata da ragazzi del popolo. Dopo 120 anni ci ritroviamo ancora qui a celebrare una bellissima storia e dei colori che, oggi come un secolo fa, racchiudono tanti ragazzi intorno all’attività sportiva».

L’iniziativa, realizzata intorno alla Palazzina della Fondazione Sandri al centro di Piazza della Libertà, offrirà ai tifosi biancocelesti e a tutti i visitatori numerose sorprese per un vero e proprio bagno di lazialità. Negli stand si potranno ammirare testimonianze della lunga e gloriosa storia della Lazio, curati dalla Lazio Motociclismo, Lazio 100, da Lazio Fan Shop, dal Centro Studi Nove Gennaio, con la collaborazione del Comitato Consumatori Lazio e dall’ Associazione Lazio Museum. Fra i reperti storici le riproduzioni delle maglie storiche del 1900, 1904, 1915 e 1920.

Fra le attrazioni dell’evento ci sarà l’”immersive room”, all’ interno della quale si potrà interagire con video a 180 gradi tridimensionali, musica ed immagini uniche delle imprese sportive della Lazio, con lo scopo di far rivivere la storia del glorioso club, conoscerne i personaggi ed emozionarsi quasi da protagonisti.
Intorno alla piazza saranno allestiti tre striscioni commemorativi dedicati allo scudetto del 1915, a Silvio Piola e a Lucio Battisti.

Numerosi i contributi che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento fra le quali la Regione Lazio, nelle persone del Presidente Nicola Zingaretti, il I Municipio di Roma, la Curva Nord, l’Associazione Sodalizio Lazio, i Gate 51 Lazio, la Lazio Motociclismo, la Lazio Ciclismo, la Fondazione Sandri, l’Avvocato Gianluca Mignogna Presidente del Comitato Consumatori Lazio nonché promotore della rivendicazione dello scudetto del 1915, Emiliano Foglia della Associazione Lazio Museum, la voce narrante Mino Caprio, Mirko Borghesi della Laziosiamonoi.it, Umberto Di Venanzi, Carmine De Luca e Fabrizio Solini.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti