Salvo il patrimonio culturale di Roma

Martedì 6 novembre 2012 approvata la direttiva del Ministro Ornaghi sulla tutela dei beni archeologici e ambientali
di Serenella Napolitano - 7 Novembre 2012

Approvata la direttiva finalizzata a rafforzare le misure di tutela nelle aree pubbliche di particolare valore archeologico, storico, artistico, architettonico e paesaggistico, in prossimità dei monumenti interessati da flussi turistici particolarmente rilevanti. Una direttiva che riguarderà in primis Roma, ma che sarà efficace su tutto il territorio nazionale e che impartisce “disposizioni agli Uffici competenti al fine di contrastare l’esercizio in tali aree di attività commerciali e artigianali in forma ambulante o su posteggio, nonché di qualsiasi altra attività non compatibile con le esigenze di tutela del patrimonio culturale”.

Dunque dopo 25 giorni (ricordiamo che la direttiva era stata firmata l’11 ottobre 2012, dal ministro Ornaghi), Roma si prepara a dire addio a camion-bar, venditori ambulanti abusivi, centurioni e qualsiasi altro occupazione indebita del suolo pubblico che potrebbero eclissare la bellezza dei monumenti.

A monitorare tutti i casi di abuso del suolo pubblico ci saranno soprintendenze statali e le amministrazioni locali affinché assecondino i vincoli con provvedimenti opportuni e forme repressive.

Laboratorio Analisi Lepetit

La Direttiva prevede anche “la possibilità di adottare, per le aree non assoggettate di per sé a tutela, ma costituenti la cornice ambientale di beni culturali direttamente tutelati, prescrizioni di tutela indiretta allo specifico fine di impedire che, specie mediante l’installazione di posteggi, banchetti o strutture stabili o precarie di varia natura e tipologia, sia pregiudicata la visuale dei beni direttamente vincolati, ovvero ne siano alterate le condizioni di ambiente e di decoro”.

“Finalmente è stata approvata la direttiva  finalizzata a rafforzare le misure di tutela nelle aree pubbliche di particolare valore archeologico, storico artistico, architettonico e paesaggistico  in prossimità dei monumenti interessati da flussi turistici particolarmente rilevanti, da parte del Mibac”, cosi ha dichiarato in una nota il Consigliere Pd di Roma Capitale, Paolo Masini. “Nella direttiva – conclude Masini – si legge inoltre: ‘Gli uffici del ministero collaboreranno con le amministrazioni locali segnalando gli ambulanti illeciti e sollecitando poteri repressivi da parte delle medesime amministrazioni. Ci auguriamo che per una volta il Sindaco Alemanno difenda gli interessi collettivi e non quelli individuali”. 

 

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti