Sassuolo-Roma 4-2, le pagelle

Per la Roma solo Dzeko e B. Peres si salvano. Caputo e Boga i migliori
Gianluigi Polcaro - 2 Febbraio 2020

SASSUOLO-ROMA

SASSUOLO: Consigli 6; Toljan 6, Romagna 6, Ferrari 6, Kyriakopoulos 6,5; Obiang 6,5, Locatelli 7; Berardi 7 ( 87′ Magnani s.v.), Djuricic 7, Boga 7,5 ( 82′ Magnanelli s.v.); Caputo 7,5 ( 75′ Defrel s.v.). All. De Zerbi 7

ROMA:

Pau Lopez 5: Sui quattro gol presi poteva fare meglio, anche se non è certamente il maggior responsabile. Arrendevole

Santon 5: Fatica a stare dietro a Boga e gli altri. Sempre in ritardo nella diagonale difensiva e per recuperare commette troppi falli che lo mettono a rischio espulsione. Fonseca lo rimpiazza con Brunetto Peres

( 46′ Bruno Peres) 6: Alla fine dei conti non demerita. Certo i suoi recuperi sono al limite dell’imbarazzante e quando Boga va in ripartenza lui non può che rimirarlo. Ma ha il pregio di salvare in fase difensiva interrompendo un’azione pericolosissima dei neroverdi e poi un suo cross provoca il rigore per la Roma

Mancini 3,5: Un altro giocatore rispetto alla gara con la Lazio. Disastroso, sbadato, si perde sempre Caputo che ritrova la via del gol dopo 5 giornate. È vero che non è protetto dalla linea mediana, ma a tutto c’è un limite

Smalling 5: Anche l’inglesone non sa che pesci prendere. Piovono palle dal cielo su cui si avventano gli uomini di De Zerbi e lui e Mancini sono sempre in inferiorità numerica

Spinazzola 5,5: In fase di copertura limita i danni mettendoci il fisico per chiudere le diagonali. Riparte dignitosamente ma serve più cattiveria

Veretout 5,5: Supporta la manovra d’attacco dalla destra, ma nelle ripartenze non fa in tempo a recuperare. È da diverse partite che non macina chilometri in mezzo al campo valendo per due. Magistrale il suo calcio di rigore

( 81′ Villar) s.v.

Cristante 5,5: E’ spesso lasciato al suo destino e non riesce mai a riordinare un centrocampo in pieno possesso dei padroni di casa. Meglio nella ripresa quando deve solo attaccare

Under 4,5: Si vede nei primi minuti di gioco, poi decide di accentrarsi e scomparire dalla manovra fregandosene altamente di aiutare i compagni nella fase difensiva

( 65′ C. Perez) 5: Completamente spaesato per la prima in giallorosso

Pellegrini 4,5: Corre a vuoto per tutto il match rischiando anche di restarci per il pestone preso nella ripresa. Esce anzitempo per un’ingiusta collezione di cartellini gialli

Kluivert 5: Primo tempo da desaparecido. Dopo l’intervallo rientra bene in campo creando insieme a Dzeko le azioni migliori, ma nel corso del tempo si fiacca inaspettatamente

Dzeko 6: Fa quel che può portandosi a spasso la difesa di casa quando ha palla lui. I compagni non lo assistono per niente, ma riesce comunque a segnare il gol numero 100 in serie A. Si fa anticipare sotto porta a portiere battuto

All. Fonseca 5: Una squadra rabberciata con ormai poche punte di diamante va a testa bassa ad attaccare il Sassuolo di Ze Zerbi dai primi minuti di gioco, la stessa sciocchezza commessa contro la Juve che alla prima distrazione segnò il gol che tagliò le gambe ai giallorossi. Stavolta ce ne vogliono tre sul groppone per far svegliare una squadra rimasta a crogiolarsi a quaranta metri dalla propria porta. Difendere in quel modo senza avere coscienza dei propri limiti, che sono in primis di testa, significa non avere rispetto per l’avversario e gettare quanto di buono alle ortiche. Altra sconfitta storica per la Roma. Tutti responsabili

Arbitro: Pairetto 5: Negli episodi clou, come il rigore per la Roma, decide per il meglio, ma sventola cartellini gialli con un eccessivo fiscalismo che sa molto di protagonismo e ne fanno le spese i giocatori ospiti


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti