Spezia-Lazio 1-2: con il minimo sforzo

I biancocelesti hanno espugnato il campo dei liguri con i goal di Immobile e di Milinkovic nel primo tempo. Cronaca, pagelle e tabellino
Marco Savo - 5 Dicembre 2020

Una Lazio cinica e fortunata ha espugnato il campo dello Spezia con due reti nel primo tempo, la prima di Immobile e la seconda di Milinkovic su calcio di punizione.

Nella ripresa ha badato a difendere il risultato ma lo Spezia con merito ha riaperto l’incontro mettendo pressione ai laziali. Alla fine la Lazio è riuscita a vincere l’incontro, preparandosi al meglio alla sfida dell’Olimpico contro il Bruges, che vale gli ottavi di Champions League.

Lazio cinica

La Lazio ha giocato a Cesena contro lo Spezia con il pensiero anche alla decisiva sfida di Champions League. Inzaghi per congiurare cali di tensione ha schierato il suo 11 titolare, con il solo Correa in panchina. La gara è iniziata sotto il segno dello Spezia, con la Lazio che ha adottato una tattica attendista.

Spezia-Lazio 1-2Nei primi 15 minuti i liguri hanno avuto in mano il pallino del gioco ma al primo contropiede la Lazio è andata in vantaggio, con il diagonale di Ciro Immobile. Dopo la rete laziale lo Spezia è tonata ad attaccare e più di un’occasione ha sfiorato il pari.

L’occasione più clamorosa è capitata sui piedi di Bastoni, che ha colpito il palo. Sul riversamento di fronte Julian Chabot al limite della propria area ha steso Immobile lanciato in area.

Spezia-Lazio 1-2Ci poteva stare anche il cartellino rosso perché c’era la chiara occasione da goal ma l’arbitro ha optato per la semplice ammonizione.

Sul punto di battuto si è presentato Milinkovic che ha pennellato una punizione d’autore che si è insaccata alle spalle di Provedel.

Con il minimo sforzo gli uomini di Inzaghi si sono trovati avanti di due reti, contro uno Spezia che non si è arreso ed ha provato più volte a riaprire l’incontro.

Adotta Abitare A

Testa alla Champions

Nella ripresa la mente è andata alla gara di Champions ed i giocatori biancocelesti hanno badato maggiormente a gestire le proprie forze. I padroni di casa con merito hanno riaperto l’incontro con la un gran goal di Nzola, bravo ad eludere la marcatura di Acerbi ed a battere Reina sul suo palo più lontano.

Spezia-Lazio 1-2La rete dello Spezia ha messo un po’ di apprensione alla Lazio che ha dovuto badare maggiormente a difendere il risultato di vantaggio. Al 73’ Caicedo, entrato in campo al posto di Immobile, ha provato a sistemare le cose ma il suo goal è stato annullato per fuorigioco.

Per fortuna lo Spezia ha creato tanto ma senza creare occasioni da goal clamorose. Stingendo i denti la gara si è avviata alla conclusione ed in pieno recupero Andreas Pereira è andato in goal ma anche la sua gioia è stata vanificata dalla chiamata della sala Var, che ha annullato la sua rete per un fuorigioco millimetrico.

Le pagelle di Spezia-Lazio 1-2

Reina 6.5 – Nelle gerarchie ha scavalcato Strakosha. Con la sua esperienza dà sicurezza a tutto il reparto.

Luiz Felipe 6 – Al rientro dopo l’ennesimo stop non ha giocato la sua partita migliore

89′ Hoedt sv.

Acerbi 6 – Il leone biancoceleste è stato un po’ leggero nella marcatura su Nzola in occasione del goal ligure.

Radu 6 – Dopo il goal dello Spezia si è messo a difesa del risultato.

Lazzari 6 – Tante accelerazioni ma sono mancati i cross. Comunque ha dato il suo.

Milinkovic 7 – Il serbo è stato il migliore in campo. La vittoria ha portato la sua firma, per l’assist ad Immobile e per la splendida punizione del 2-0 parziale.

74′ Escalante sv.

Leiva 6 – Ha giocato in riserva. Il suo filtro a centrocampo si è visto ad intermittenza.

74′ Parolo 6 – È entro in campo nel momento in cui c’era da stringere i denti per portare in porto quest’importante vittoria.

Luis Alberto 6 – Con la palla al piede è il n.1, anche in gare come queste in cui non ha dato il massimo.

59′ Akpa Akpro 6 – Sicuramente più rude del compagno che ha sostituito.

Marusic 6 – Prestazione più che sufficiente ma niente di più

Pereira 5.5 – In ombra per tutto il match. Si è fatto vedere solo nel recupero quando è andato in goal ma la sua gioia è stata vanificata dall’intervento del Var.

Immobile 6.5 – Ciro non sbaglia mai, nella prima occasione che gli è capitata sui piedi non ha fallito ed ha indirizzato la gara sul binario giusto.

59′ Caicedo 6 – Ha fatto sportellate con i giocatori liguri, tenendo alta la squadra.

All. Simone Inzaghi 6.5 – La Lazio contro lo Spezia ha colto una vittoria importantissima, evitando cali di tensione come quelli patiti contro l’Udinese.

Arbitro: Daniele Chiffi (sez. di Padova) 5.5

Spezia-Lazio 1-2

Il tabellino di Spezia-Lazio 1-2

Marcatori: 15′ Immobile (L), 33′ Milinkovic (L), 64′ Nzola (S)

SPEZIA (4-3-3): Provedel; Ferrer, Terzi, Chabot, Bastoni (46′ Marchizza); Estevez (90′ Mastinu), Ricci, Maggiore (64′ Deiola); Gyasi, Nzola (90′ Piccoli), Farias (69′ Agudelo). A disp.: Krapikas, Rafael, Erlic, Sala, Bartolomei, Ismajli, Vignali. All.: Vincenzo Italiano.

LAZIO (3-5-2): Reina; Luiz Felipe (89′ Hoedt), Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic (74′ Escalante), Leiva (74′ Parolo), Luis Alberto (59′ Akpa Akpro), Marusic; Pereira, Immobile (59′ Caicedo). A disp. Strakosha, Armini, Anderson, Cataldi, Fares, Moro, Correa. All. Simone Inzaghi.

Arbitro: Daniele Chiffi (sez. di Padova). Assistenti: Di Iorio – Muto. IV uomo: Di Martino. V.A.R.: Massa. A.V.A.R.: Ranghetti.

NOTE. Ammoniti: 24′ Bastoni (S), 32′ Terzi (S), 82′ Ricci (S), 84′ Akpa Akpro (L). Recupero: 4′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti