Tor Fiscale, Associazioni e Comitati: M5S devasta le periferie

Redazione - 23 Ottobre 2020

Riceviamo e pubblichiamo qui di seguito un comunicato C.d.Q. Tor Fiscale ’88, Italia Nostra, Comunità Territoriale Municipio VII, Rete Cinecittà Bene Comune, Archeomitato, Comitato per il Parco degli Acquedotti-Tor Fiscale.

“La triste fine del Print Tor Fiscale racconta l’inutile sforzo di anni di studio spesi da un quartierendella periferia romana che, in accordo con le Istituzioni tutte, aveva partorito un PRogramma INTegrato di recupero e riqualificazione urbanistica. Il valore delle periferie sta in ciò che ospitano! A Tor Fiscale c’è una povera umanità raccolta intorno alla casa di Santa Madre Teresa di Calcutta ma anche l’evoluzione degli abitanti in cittadinanza attiva e
sussidiaria passata attraverso gli insegnamenti di Don Roberto Sardelli che ha visto negli anni l’impegno di tanti volontari; c’è un patrimonio archeologico inestimabile incastonato
all’interno del Parco dell’Appia Antica: una torre integra del XII sec. l’antica via Latina, resti di ville e sepolcri di epoca imperiale e gli acquedotti Claudio e Felice (quest’ultimo in
buona parte recuperato ma ancora tristemente noto per i baraccati che usano le sue arcate dal dopoguerra ad oggi).

Ebbene, il PAU: dipartimento urbanistica di Roma Capitale guidato dall’assessore grillino Montuori, è stato capace, dietro il solo parere favorevole del Municipio VII e (udite udite!) senza alcuna partecipazione cittadina, di sostituire l’originario Print elaborato dai cittadini e dagli uffici tecnici dell’ex IX Municipio, con un nuovo programma redatto da Risorse per Roma! Questo nuovo Print incentiva la cementificazione selvaggia persino sulle aree destinate a verde e, in barba alle norme di tutela del paesaggio archeologico dettate dal Piano Territoriale Paesistico Regionale vigente, risulta illegittimo, non conforme.
Perciò ci rivolgiamo al padre di questo movimento per urlargli: ‘Caro Grillo hai creato dei mostri!’. Un movimento che voleva ‘partire dal basso’ e che invece ignora con arroganza,
presunzione e incompetenza il lavoro e i bisogni del territorio! Anche se aspettiamo da troppo tempo che si intervenga per riqualificare Tor Fiscale, non siamo disposti ad accettare un tale scempio! Neanche il peggior palazzinaro avrebbe osato tanto! Chiediamo a tutti i politici ‘veri’ rappresentanti dei cittadini di reagire: ridateci il nostro Print!”.


Commenti

  Commenti: 1


  1. Non ho più parole. I grillini sono peggio della peste bubbonica: devastano tutto e fanno l’esatto contrario di ciò che andrebbe fatto!

Commenti