Udinese-Roma 0-4, le pagelle

Zaniolo gara da top player seguito da Kolarov, Smalling, Mancini, Veretout e Kluivert. Male Fazio e difesa friulana colabrodo
Gianluigi Polcaro - 31 Ottobre 2019

UDINESE-ROMA

UDINESE: Musso 5,5; Becao 4,5, Troost-Ekong 4,5, Samir 4; Ter Avest 5,5, Mandragora 5,5 (dal 46′ Barak 5,5), Jajalo 5,5, De Paul 5, Sema 5; Lasagna 5,5 (dal 79′ Pussetto s.v.), Okaka 6. All. Tudor 4

ROMA:

Pau Lopez 6,5: Viene impegnato solo nel finale dove si inventa un grande intervento che salva l’inviolabilità della porta

Santon 6: Sbaglia subito una palla e costringe Mancini all’ammonizione per recuperare il suo errore. Non brilla nemmeno per il resto del match, ma raggiunge la sufficienza per la corsa e dedizione costante

Smalling 7: Sempre più leader della difesa. Stavolta corona l’impeccabile prestazione col tanto agognato gol

Fazio 5: A parte il rosso davvero ingiusto è sempre troppo lento e fuori tempo quando gli attaccanti avversari attaccano gli spazi

Kolarov 7: Partita di carattere come sempre. Ha possibilità di avanzare senza molti ostacoli sulla fascia. Segna su rigore la rete del poker giallorosso

Mancini 7: Sempre più prezioso in un centrocampo inventato. Fa filtro davanti alla difesa e ottimo a toccare di prima per scambiare coi compagni. Nel finale ritorna centrale difensivo ma la sostanza non cambia

Veretout 7: Senza di lui il centrocampo non esisterebbe. Corre per tre e chiude tutto quello che c’è da chiudere

Zaniolo 8: Al terzo sigillo consecutivo. Si distingue per la continuità, la classe e la forza che ci mette nelle sue azioni trascinanti. Il migliore

(dal 78′ Florenzi) s.v.

Pastore 6,5: Regala qualche giocata delle sue, ma quello che conta è la sua affidabilità in mezzo al campo. Smista palle e duetta con i compagni entrando nelle migliori azioni della Roma. Sembra ritrovato

(dal 70′ Cetin) s.v.

Kluivert 7: Qualche errore nella scelta dell’ultimo passaggio, ma nel complesso corre molto sulla fascia e si inventa il bellissimo gol dello 0-3

(dal 73′ Perotti) s.v.

Dzeko 6,5: Il solito trascinatore. Arretra molto il suo raggio d’azione per permettere maggiore fluidità alla manovra. Instancabile fino alla fine. Sbaglia nel finale un gol facile, ma si può perdonare al cavaliere mascherato

All. Fonseca 7: Messo in crisi inizialmente dalle ripartenze veloci degli attaccanti friulani, sfrutta il gioco offensivo per sfondare la traballante linea difensiva dei bianconeri e ricompatta la squadra, soprattutto dopo l’espulsione di Fazio, dando comunque fiducia a Pastore in mezzo al campo

Arbitro Irrati 3: Riesce a rovinare una gara delicata per entrambe le squadre con una prestazione davvero scadente. Lascia correre sui due interventi in area giallorossa di Fazio e Santon, suscitando i malumori dei padroni di casa. Si scatena poi su un fallo inesistente di Fazio su Okaka lanciato a rete. Espulsione diretta per il romanista


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti