Sport  

Udinese-Roma 1-0: la sosta spegne la Roma

Marco Maestà - 24 Novembre 2018

Nella 13^ giornata del campionato di serie A (24 novembre 2018), la Roma evapora in quel di Udine e dopo l’ennesima sosta del campionato si ritrova a fare l’ennesima figuraccia, stavolta in trasferta.

Gli avversari chiudono tutti gli spazi ed attuando una sorta di catenaccio moderno, neutralizzano ogni fonte di gioco romanista.

De Paul nel secondo tempo segna un magnifico gol in contropiede e dal possibile punto sperato, i friulani si ritrovano con tre punti insperati. Pollice verso per Di Francesco che non infonde nei suoi la giusta cattiveria ed ancora una volta mostra tutti i suoi limiti di motivatore, quando l’avversario non è blasonato.

Con 19 punti  in tredici partite in campionato, ora i primi quattro posti per i romani sono sempre più lontani.

Le assenze forzate di Olsen, Manolas e De Rossi, e le scelte tecniche dell’allenatore che lascia in panchina Dzeko, Under e Florenzi, stravolgono l’assetto della squadra che macina gioco in modo lento e prevedibile.

La partita

Nel primo tempo il possesso palla degli ospiti è imbarazzante, ma un 70% di possesso palla sterile nel calcio, non ha mai premiato nessuno.

Dopo il primo tempo conclusosi con un inevitabile zero a zero, ci si aspetterebbe un cambio di marcia dei giallorossi, ma nell’unica occasione in ripartenza degli avversari, De Paul trova il vantaggio e la Roma va in depressione.

La reazione della truppa di Di Francesco ricalca lo spartito di tutta la gara, noia assoluta. Oggi la Roma è una squadra lenta e prevedibile, che tiene palla senza verticalizzare mai e quando lo fa, smarrisce la concretezza sotto porta.

L’ingresso in campo di Under e Dzeko non scuote neanche i tifosi sugli spalti, che ormai troppe volte in questo campionato vedono i loro beniamini vagare nel campo senza idee.

Nicola appena subentrato in panchina a Velasquez esordisce con una vittoria a cui neanche lui credeva e che Di Francesco invece sperava proprio di non dover commentare.

E martedì c’è la Champions

Martedì la sfida col Real Madrid in Champions ci dirà ancora una volta se quest’anno le motivazioni dei giallorossi, saranno quasi esclusivamente riservate per le sfide in Europa, poichè in campionato, almeno per il momento, il cammino è assolutamente deficitario.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti