Waterfront Ostia, occupato il Municipio

Cittadini protestano contro il progetto del Campidoglio
Enzo Luciani - 14 Febbraio 2013

Questa mattina 14 febbraio è stata occupata l’aula Massimo Di Somma del XIII Municipio dalle associazioni, dai cittadini e dai rappresentanti del ‘Tavolo del Waterfront’. "Ricordiamo – afferma il Comitato Civico 2013 – che il ‘Tavolo del Waterfront’ è da un anno l’unico strumento di partecipazione pubblico, istituito dai cittadini, sul megalomane e insano progetto di Alemanno di trasformare il lungomare di Ostia in alberghi, casinò, piste da sci e discoteche. Il motivo: domani la giunta di Alemanno, capitanata dall’inqualificabile assessore all’Urbanistica, Marco Corsini, coinvolto negli ultimi anni in più indagini della Procura di Roma, vuole approvare una delibera per dare il via alla più bieca speculazione mai vista a Roma, vale a dire un milione di mc di cemento e grattacieli sul mare. Si tratterebbe dell’ennesima delibera di giunta, cioè dell’ennesimo indirizzo politico di Alemanno & Co. per forzare la volontà dei cittadini romani.

E’ ora – prosegue il Comitato – di dire basta a queste operazioni di campagna elettorale che lasciano inguaribili ferite urbanistiche sulla nostra città. Disattese tutte le promesse di Alemanno di consultare i cittadini prima di qualsiasi scelta. Inqualificabili anche i due volenterosi carnefici del lungomare di Ostia: l’attuale presidente del XIII Municipio, Giacomo Vizzani, e il suo previsto ‘successore’, Antonio Lucarelli, capo segreteria di Alemanno, entrambi giunti al capolinea con i propri elettori. Aspettiamo di vedere l’onestà politica di tutti i partiti e di tutti i consiglieri comunali e municipali che hanno A PAROLE sempre sostenuto la partecipazione della cittadinanza nelle scelte urbanistiche per la città. Basta con questi colpi di mano da parte di amministratori incapaci".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti