XV Municipio, nido “Ciclamino” inagibile

Augusto Santori (PDL): "Episodio gravissimo, il Presidente riferisca in aula consiliare e nomini apposito Assessore"
comunicato stampa - 20 Aprile 2009

Asilo nido Belluzzo alcune crepe rendono lo stabile inagibile. Foto © Riccardo Auci/Gmt

“La dichiarazione di inagibilità da parte dei Vigili del Fuoco del nido Il Ciclamino di Via Belluzzo, al quartiere Portuense, rappresenta un episodio gravissimo, frutto di una gestione approssimativa della manutenzione scolastica che da anni caratterizza questa giunta municipale”, così dichiara in una nota il consigliere del Municipio XV, Augusto Santori (PDL), alla luce del sopralluogo dei tecnici dei Vigili del Fuoco, avvenuto venerdì 17 aprile, al nido Il Ciclamino che, a differenza di quanto riscontrato dall’Ufficio Tecnico del Municipio XV, non ha ritenuto agibile il plesso scolastico “a causa del degrado generalizzato” riscontrato nelle strutture.

“Al nido Il Ciclamino sono ospiti più di 150 bimbi che lunedì non potranno frequentare la scuola – prosegue Santori – e i cui genitori da tempo segnalavano la presenza di numerose crepe, risultate per lungo tempo inascoltate. Tale contesto segue quello che si è registrato qualche giorno fa al plesso di Corviale del 159mo Circolo Didattico di Via Portuense, ove in conseguenza di un sopralluogo svolto sempre dai Vigili del Fuoco si è registrato, anche in quell’occasione, il grave stato di insicurezza del plesso e la conseguente denuncia del Direttore dell’UOT del Municipio XV a causa del mancato rispetto delle norme di sicurezza, questione su cui attualmente è in corso un’indagine presso la Procura della Repubblica di Roma”.

“Alla luce dei cospicui tagli di bilancio – insiste Santori – voluti dalla giunta Paris alla manutenzione edilizia delle scuole di ogni ordine e grado del territorio municipale, del costante disinteresse manifestato negli anni da questa amministrazione verso gli accorati appelli di richiesta di sicurezza dei genitori dei bambini del nostro Municipio e, in aggiunta, del fatto che Paris detenga ad interim da diversi anni la delega sulla Manutenzione Urbana e sui Lavori Pubblici, oltre che quelle relative al Commercio e all’Urbanistica, esigiamo che il Presidente riferisca in aula su tali episodi e su come si intendano programmare i prossimi interventi di messa in sicurezza delle nostre scuole”.

“Crediamo sia venuto il momento – conclude Augusto Santori – che il Presidente Paris nomini, come di norma avviene in seno alle altre amministrazioni municipali, un apposito Assessore alla Manutenzione Urbana, riconsegnando una delega che oramai da tempo mostra di non essere più in grado di gestire”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti