Ancora grandi risultati per il Karate della Sports Connection Club

Il Team giovanile vice Campione Italiano 2019 a Squadre
a cura di Daniela Cioccolo - 31 Ottobre 2019

Ottobre 2019 – Quando si continua a credere fortemente nell’alto valore educativo dello sport e si continua a lavorare molto seriamente, con grande competenza tecnica ma anche incrementando un fortissimo spirito aggregativo di squadra, i risultati di grande rilievo possono arrivare non solo dalle più note squadre di calcio, ma anche da altre squadre di giovanissimi atleti, che invece di calzare scarpini gareggiano scalzi e che invece di divise blasonate indossano, sui tatami, un Karategi bianco, guantini e paracolpi, per praticare con immutata passione dopo anni, la disciplina del Karate, pronta al debutto, nel prossimo anno, nei Giochi Olimpici di Tokyo.

Questa volta a raggiungere questo tanto desiderato podio a livello nazionale, sono stati ancora una volta i ragazzi della Squadra Agonisti Karate dell’“A.s.d. Sports Connection Club”, una società Federale Fijlkam riconosciuta dal CONI dal 1974, con sede nel quartiere di Borghesiana – Finocchio, che dal 2002 ha nel settore del Karate, la guida del Maestro Andrea Torre, dal 2017 anche allenatore della Nazionale Italiana giovanile (under 18) per la specialità Kumite.

Alla ripresa delle competizioni federali, dopo la brevissima pausa estiva, sono andati in scena al PalaPellicone di Ostia, lo scorso 13 ottobre, i “Campionati Italiani Giovanili a Squadre Sociali”, una competizione tra le più belle e spettacolari dell’anno, in cui a contendersi i tricolori in palio nel 2019, sono state ben 52 squadre giovanili, qualificatesi nelle fasi di selezione regionale.

Per la specialità del Kumitè (combattimento controllato) a squadre, nella finale nazionale di Ostia, partecipavano 19 squadre, alcune qualificate di diritto in virtù del podio conquistato nell’anno precedente, mentre tutte le altre, come la nostra della “Sports Connection Club”, al quinto posto nel 2018, ha dovuto prima superare una fase di qualificazione regionale, che si è svolta in due momenti distinti il 22 ed il 29 settembre 2019.

A livello regionale nel Lazio c’è sempre stata una numerosa presenza di Squadre rispetto ad altre realtà regionali italiane, proprio per l’alto numero di praticanti della disciplina Karate e tesserati nell’unica Federazione ufficialmente riconosciuta dalla World Karate Federation e quindi dal Comitato Olimpico Internazionale, la FIJLKAM.

Nel Lazio dunque, il Team Rosso della “Sports Connection Club”, formato da Simone Balmas, Davide Bonfanti, Simone Orlandi, Mario Agus, Saly Bianchi, Emanuele Lanazi, e Salvatore Pio Pisanti (in supporto dall’A.s.d. Karate Setteville di Guidonia), ha subito confermato l’Argento di un secondo posto che gli ha permesso di accedere poi alla fase finale del Campionato.

Per giocarsi al massimo dell’energia una finale del Campionato, non sarebbero bastate le infinite ore di allenamento in palestra fino a tarda sera od i camp estivi di preparazione atletica, ma tutti i ragazzi hanno attinto, oltre che alle loro risorse e talenti personali, ad un fortissimo legame sportivo di squadra che in uno sport individuale come il karate, si esalta alla massima potenza proprio in queste competizioni di squadra, dove l’unione di “mente e cuore” verso un unico obiettivo esalta le caratteristiche individuali a beneficio del gruppo.

La bellezza di una gara a squadre insegna molto ai ragazzi nell’apprendimento delle strategie di gruppo, non solo possibili nel mondo del calcio o del basket o della pallavolo, in cui un discorso tattico sta alla base di un complesso ragionamento. Imporre di pareggiare o di perdere di misura, di fare più punti o di stare in panchina, insegna a non pensare a sè stessi come individuo, ma solo come parte importante di un team che lavora per un risultato finale.

I 7 “Guerrieri in Rosso”del Team “A.s.d. Sports Connection Club”, schierati per la finale erano Gianmarco Izzo, Simone Balmas, Simone Orlandi, Mario Agus, Lorenzo Torre, Salvatore Pio Pisanti e Cesare Banfi (in supporto rispettivamente dall’ A.s.d. Karate Setteville di Guidonia e dall’ A.s.d. Mens Sana di Siena)

Durante le fasi eliminatorie hanno incontrato l’A.s.d. Champion Center-La Scampia che Vince (società Campione d’Italia in carica), poi di seguito A.s.d. Karate Pozzuolo e l’A.s.d. Olimpia Bergamo, tra le società maggiormente favorite per la conquista del titolo tricolore, fino ad accedere all’agognata finale con i ragazzi della A.s.d. Sport Target di Treviso, già medaglia di bronzo nel Campionato 2018.

La finale è comunque stata molto bella, corretta ed equilibrata, con una costante alternanza di parità di punteggio, che dimostrava che entrambe le squadre potevano giocarsi la partita, nell’economia dei 5 incontri individuali, fino alla fine. Le disposizioni del Tecnico Andrea Torre e della Coach, Veronica Colantuono erano quelle di non sbagliare innanzitutto e lavorare sull’errore eventuale dell’avversario. Una bella sfida tattica da parte di entrambe le squadre, ma proprio al termine dell’ultimo incontro, sorteggiato nuovamente per parità, il Team Rosso romano, ha ceduto il passo ai ragazzi di Treviso, nuovi Campioni Italiani maschili di categoria.

La competizione è stata trasmessa in diretta streaming sul sito federale www.fijlkam.it e sul canale YouTube “FIJLKAM Official Channel”, canali di comunicazione ufficiali che stanno iniziando ad offrire a piccoli passi, la visibilità che merita al Karate italiano, soprattutto in vista della prima partecipazione della stessa disciplina alle Olimpiadi giapponesi del 2020

Il Team Rosso della “Sports Connection Club” è molto fiero dell’Argento nazionale conquistato per l’ottimo livello d’incontri che è stato disputato nell’arco di una lunga ed estenuante giornata di gara al Centro Olimpico Federale di Ostia.

Un grande spirito di squadra nello sport è sempre vincente, ma ora smaltita l’adrenalina della vittoria, tutti i ragazzi del team agonistico di questa storica Società del MunicipioVI, presieduta fino a quest’anno, dall’Olimpionico Roberto Vezzani, sono già in preparazione per le altre competizioni nazionali ed internazionali che si succederanno fino a dicembre, senza lasciare tanto spazio al riposo; solo studio, amicizia e sport per questi giovani a cui non manca mai la battuta ed il sorriso.

 

a cura di Daniela Cioccolo


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti