Laboratorio Analisi Lepetit

Basta con il degrado in via dell’Incoronata

Vani i nostri ripetuti articoli e servizi sull'indecoroso stato della strada e l’uso improprio da parte della prostituzione
Alessandro Moriconi - 28 Giugno 2021

Massimiliano non ce la fa più e noi di Abitare A con lui. Questo anche perché i nostri ripetuti articoli e servizi sullo stato di degrado e l’utilizzo improprio dell’area da parte della prostituzione e dei fruitori del sesso a pagamento, la situazione non cambia da anni di una virgola.

Nessun un cenno sulla richiesta del potenziamento dell’illuminazione pubblica e, neppure a parlarne, di ottenere un servizio efficiente da parte di Ama a cui il Municipio dovrebbe rivolgersi per un potenziamento del servizio per TUTTE LE ZONE ormai terra di conquista per il sesso a pagamento. La prostituzione si sa, non è reato, ma fare sesso in strada si e lasciare per giorni e giorni un tappeto di fazzolettini e profilattici a terra dà il diritto a Cittadini come Massimiliano di ribadire ad alta voce che chi dovrebbe rappresentarci è sordo alle richieste che vengono urlate da cittadini ormai esausti e che ormai confidano solo in un cambio radicale di chi è alla guida, si fa per dire, dell’istituzione locale.

Servono tra l’altro più controlli e questo anche per non leggere poi nella cronaca fatti inquietanti come quello accaduto nella stradina che da via Prenestina porta in via Franco Angeli, nel Quartiere di Casale Rosso dove ormai da tempo regna incontrastata la prostituzione di trans.

Pensiamo, e non solo noi, che un maggior controllo del territorio eviterebbe poi l’uso dell’intervento del carro della Polizia Mortuaria.

IL VIDEO

https://www.facebook.com/groups/658405054231529/permalink/5752533061485344/


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti