Laboratorio Analisi Lepetit

Buongiorno al parco Palatucci

Attilio Migliorato - 14 Maggio 2021
Quando vado a correre o camminare al parco Palatucci a Tor Tre Teste, ho sempre il piacere di rivolgere a chi incontro il mio saluto, che poi è un augurio.
Non sempre la/il ricevente accoglie e ricambia il mio saluto. La diffidenza impera e l’abitudine alla non socializzazione (e, dopo il Covid, il “distanziamento sociale”: una contraddizione evidente nei termini) ha il sopravvento sul piacere di ricevere un sorriso oltre che un augurio. Ed è invece opportuno ricordarsi del valore di un sorriso.
Il Quarticciolo, l’Alessandrino, Tor Tre Teste, hanno, vicino casa, un “capolavoro” della natura: il loro grande parco nel quale correre o camminare, socializzare con garbo e alla debita distanza di sicurezza.
Abbiamo il bisogno di persone che lo frequentino in modo propositivo  e non di vandali e incuria, ma di tanta gentilezza e buone maniere. Allora partiamo dal buongiorno e nel rivolgerlo e nel rispondere, aggiungiamoci un sorriso con la bocca (opportunamente mascherata) e con la dolcezza degli occhi.
Ricordate i vecchi cortili e gli orti di qualche decennio fa dove scorrazzavano galli e galline? Io immagino questi animali da cortile in quei due casolari che ci sono nel nostro parco, non vorrei invece vedere quelle loro macchine parcheggiate davanti alle loro case.
Abituato al mio costante buongiorno, una mattina al mio paese di origine, ricevetti il bel saluto di risposta da un anziano del posto che mi disse : “sai perché il gallo canta tutte le mattine prima dell’alba? È il suo buongiorno. Sai perché gli altri galli cantano e ricambiano? Per comunicare il loro essere in vita. Il gallo che non risponde, ha perso la sua, non solo materialmente”
Buona giornata a tutti.

Commenti

  Commenti: 1


  1. Sta diventando un appuntamento sempre più coinvolgente leggere le tue osservazioni e citazioni , nel bene e nel male , sul nostro meraviglioso parco ! Buon lavoro grazie!!

Commenti