Calcio femminile: prima sconfitta stagionale della Roma

Una buona Roma ma tante recriminazioni
Enzo Luciani - 22 Dicembre 2008

Presso il centro sportivo "La Borghesiana", davanti ad un numerosissimo pubblico, le campionesse d’Italia del Bardolino infliggono la prima sconfitta stagionale ad una buona Roma che recrimina fortemente per alcune decisioni arbitrali che alla fine peseranno sul risultato finale.
Nonostante le gravi assenze di Masia, Serra e Bussu, che hanno costretto i mister Serafini e Cola a cambiare completamente l’assetto tattico, le giallorosse partono bene e nei primi venti minuti (disposte in maniera perfetta) chiudono le avversarie nella propria metà campo senza, però, mai impensierire il portiere veronese Brunozzi. Le campionesse d’Italia, dal loro canto, ripartono in contropiede impegnando Marchitelli solo con un colpo di testa di Patrizia Panico.
Dopo il 20° le gialloblù, oggi in maglia celeste, escono dal proprio guscio e cominciano a macinare gioco, ma la retroguardia romanista si fa trovare sempre pronta.
Il vantaggio del Bardolino arriva al 37° quando, approfittando di un rinvio sbagliato da parte di Marchitelli, Gabbiadini, posizionata al limite dell’aria, è lesta ad intercettare la sfera e, dopo essere arrivata sulla linea di fondo, pesca con un rasoterra l’accorrente Panico che da due passi non sbaglia. La Roma sbanda e rischia di subire la seconda rete quando al 41° Panico calcia tra le braccia di Marchitelli. Passano 2 minuti e le giallorosse hanno l’occasione giusta per portarsi in parità quando Ilaria Pasqui, a tu per tu con il portiere avversario, calcia a botta sicura, ma sfiora l’incrocio dei pali e si va al riposo con le gardesane in vantaggio per 1 a 0.
La Roma torna in campo ed è costretta a rinunciare anche a Barreca, per un problema agli adduttori, sostituita da Salesi. Resta negli spogliatoi anche Olivieri sostituita da Rocchi.
I primi 15 minuti del secondo tempo vedono il Bardolino spingere sull’acceleratore nel tentativo di chiudere l’incontro. Le giallorosse sono scosse e in ben 4 occasioni rischiano di capitolare prima con Boni che coglie il palo, poi con Panico, Gabbiadini e ancora Panico che falliscono clamorosamente il gol.
Quando si pensa che ormai la gara sia nelle mani delle veronesi ecco che esce fuori il grande carattere giallorosso. La Roma alza il baricentro e il Bardolino è costretto ad indietreggiare per respingere gli assalti giallorossi che però non impensieriscono più di tanto la retroguardia veronese.
Al 71° sembra arrivare il pareggio, Pasqui dopo aver saltato anche il portiere avversario mentre si appresta a calciare a porta vuota è spinta a terra da un difensore del Bardolino.
Si aspetta solo il fischio dell’arbitro a decretare il calcio di rigore, ma clamorosamente lascia correre. Questo episodio carica ancor di più la Roma che attacca a testa bassa e al 38° ancora Pasqui, ricevuto un cross della spagnola Parejo, colpisce di testa. La palla scavalca Brunozzi che con un grande scatto di reni tocca quel che basta per deviare la sfera sulla traversa. La palla ricade a terra e, secondo le giocatrici giallorosse ed il pubblico presente, oltrepassa la linea di porta. Anche qui l’arbitro lascia proseguire tra le vivaci proteste.
Il Bardolino non sta a guardare e con dei rapidi e pericolosi contropiedi impegna il portiere Marchitelli, brava a farsi trovare pronta. La Roma ci prova all’ 81° e all’83° con Parejo che prima calcia alle stelle da ottima posizione e poi non aggancia a pochi passi un perfetto cross di Deiana.
Al 90° il Bardolino chiude la gara con Toselli che è lesta a mettere in rete la sfera dopo una mischia nell’area giallorossa. Poi al 92° ancora un rigore negato alla Roma per uno sgambetto ai danni di Pasqui.
Vittoria quindi del Bardolino che ha dimostrato di essere una grande squadra, compatta e cinica e con belle geometrie di gioco, ma la Roma nonostante le gravi assenze ha tenuto testa alle campionesse d’Italia e, se l’arbitro fosse stato più attento, in alcuni episodi avrebbe potuto ottenere un meritato pareggio.
Al termine della gara gesto poco sportivo da parte di Patrizia Panico che mostra ai tifosi giallorossi una maglia con una scritta poco elegante e che nulla ha a che vedere con il calcio femminile. Una grave caduta di stile che non ci si aspetta da parte del capitano della Nazionale e simbolo del calcio femminile italiano.
Ora la sosta servirà alle giallorosse per ricaricarsi e superare la delusione. Intanto c’è da registrare un nuovo arrivo in casa Roma. Si tratta del difensore Rosaria Avvisato, proveniente dalla Salernitana, che va a sostituire la campionessa d’Europa Under 19 Eleonora Bussu operata presso la clinica “Mater Dei” per la ricostruzione del legamento crociato anteriore.

SERIE A

RECUPERO 2.a Giornata

ROMA-BARDOLINO VERONA 0-2

ROMA: Marchitelli, Bartoli, D’Antoni, Marchio, Volpi, Barreca (46′ Rocchi, 81′ Bischi), Deiana, Olivieri (46′ Salesi), Pasqui, Mazzantini, Parejo. All.: Serafini e Cola

BARDOLINO VERONA: Brunozzi, Schiavi, D’Adda, Parisi, Sorvillo, Tuttino, Paliotti (79′ Girelli), Gabbiadini (92′ Ledri), Panico, Boni (88′ Toselli), Motta. All.: Longega.

ARBITRO: Neri (Terni)

RETI: 40′ Panico, 89′ Toselli

ESPULSI: Serafini (Allenatore Roma)

AMMONITE: Mazzantini, Parejo e Salesi (R), Motta (B)

SPETTATORI: 600

Classifica Serie A

Torres 28, Roma 23, Reggiana 21, G . Tavagnacco e Bardolino 20, Fiammamonza 9, Riozzese e Venezia 8, Torino e Chiasiellis 7, Atalanta 6, Milan 3.

Bardolino 2 partite in meno; G. Tavagnacco e Fiammamonza 1 partita in meno.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti