Sport  

Desolazione Roma

La squadra di Spalletti crolla anche a Torino contro la Juve
di Marco Maestà - 2 Novembre 2008

La squadra capitolina nella partita contro la Juventus approccia in modo diverso dai precedenti disastri: la difesa è ordinata, il centrocampo aggressivo e l’attacco vivace, tanto che, nei primi venti minuti, è proprio la Roma ad avere le occasioni più pericolose e ciò fa pensare che il peggio sia passato.
Illusione: al 38° minuto Del Piero, con un destro all’incrocio, toglie la ragnatela dal palo della porta difesa da Doni e la Roma si squaglia. 
L’impotenza della banda Spalletti è, davvero, disarmante e la cosa più grave è che nel secondo tempo, invece di entrare in campo determinata per ribaltare il risultato, la squadra, scarica e assolutamente impotente, naufraga definitivamente sotto i colpi degli avanti juventini.
Marchionni salta tre romanisti come il Tomba dei bei tempi ed al 3° del secondo tempo chiude una partita che si trascinerà stancamente fino al termine. 
I fantasmi della crisi si affacciano sempre più determinati al portone di Trigoria.  

JUVENTUS-ROMA, LE PAGELLE (di Gianluigi Polcaro) 

JUVENTUS

Manninger s.v.: A parte il palo subito nel primo tempo non riceve tiri in porta per tutta la partita

Fresco Market
Fresco Market

Grygera 6,5: Pochi rischi dalle sue parti, quando può cerca di sganciarsi in avanti

Legrottaglie 6,5: Ha il suo bel da fare con Baptista nel primo tempo, ma poi tutto liscio

Chiellini 6,5: Sempre vigile di fronte alle incursioni evanescenti di Perrotta. Fa ripartire l’azione

Molinaro 6,5: Soffre quando la Roma spinge dalle sue parti, ma in avanti è fondamentale per la vittoria bianconera. Una spina nel fianco nella già sanguinante difesa romanista

Marchionni 7,5: Sempre nel vivo dell’azione, Riise non riesce proprio a stargli dietro. Si inventa un gol di abilità e rapidità che chiude il match

Tiago 6,5: Appare rigenerato. Molti spazi per lui a centrocampo, ha tutta la tranquillità per impostare l’azione, puntuale negli scambi con Del Piero, e Sissoko

Sissoko 7,5: Dove c’è lui non si passa. È l’anima del centrocampo juventino. Sceglie perfettamente i tempi per rompere l’azione avversaria e per affondare in avanti

Nedved 6,5: Grinta e tecnica; Taddei e Panucci soffrono troppo l’antico rivale.

Amauri 7,5: Non trova la via del gol, soprattutto per un Doni straordinario, ma in area romanista crea il panico. Cerca il gol sfondando di potenza, in acrobazia e al volo

Del Piero 8: Entra subito nel vivo del match, con la sua consueta caparbietà. Come lo scorso anno sblocca la partita con una punizione magistrale

Dal 29′ s.t. Iaquinta s.v.

Dal 32′ s.t. Mellberg s.v.

Dal 36′ s.t. De Ceglie s.v.

ROMA

Doni 6,5: Il migliore in campo della Roma. Grazie alle sue parate provvidenziali la Juve non dilaga

Panucci 5,5: Buona la prova nel primo tempo, poi soccombe con tutta la squadra

Mexes 5: Perde il confronto con Amauri, ma i centrali romanisti sono stati completamente abbandonati a se stessi

Juan 5: Vale lo stesso discorso per Mexes

Riise 4,5: Parte bene ma finisce peggio. Marchionni lo supera, dritto per dritto, come fosse un ectoplasma

De Rossi 5,5: L’unico che cerca di proteggere la difesa, ma è schiacciato dal gioco juventino e rimane prigioniero della sua posizione

Pizarro 5,5: Mette ordine a centrocampo e resiste dignitosamente fino alla fine, cercando di fare gioco

Taddei 4,5: Non riesce a stare dietro alle veloci giocate dei bianconeri sulla sua zona. La difesa è sguarnita soprattutto per l’assenza di copertura sulle fasce

Perrotta 4: Non ci è dato sapere se ha toccato qualche pallone in tutta la partita, forse no

Vucinic 4: Altro fantasma del match, l’unica occasione che ha per tirare la spreca non centrando nemmeno la porta

Baptista 5: Parte bene, sempre nel vivo dell’azione e pericoloso negli inserimenti. Poi nel corso del secondo tempo scompare per sempre

Dal 1′ s.t. Menez 5,5: Entra nei momenti più difficili, non si può accollare a questo promettente giovane francese alcuna colpa. Crea almeno un po’ di movimento sulla sinistra

Dal13′ s.t. Cicinho 5: Non offre nulla di più rispetto a Panucci

Dal 25′ s.t. Okaka s.v.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti