Empoli-Lazio 1-0: biancocelesti in piena crisi

La Lazio ad Empoli raccoglie l’ennesima sconfitta stagionale. Il tempo degli alibi è finito
di Marco Savo - 30 Novembre 2015

La Lazio non sa più vincere, ed ora sono 5 le gare senza vittorie: la crisi biancoceleste con conosce fine. Il 30 novembre ad Empoli nella 14° di campionato basta una rete di Tonelli, dopo soli 5’ minuti di gioco, per condannare i capitolini all’ennesima sconfitta in trasferta. La squadra di Pioli gioca un primo tempo inguardabile ed un secondo discretamente.
In questo momento, in primis la dirigenza, dovrebbe fare un serio mea culpa e non giustificare l’ennesimo passo falso dando la colpa alla direzione arbitrale dell’arbitro di turno o ai tifosi, rei di aver esposto uno striscione di contestazione all’indirizzo dei giocatori (“Attenti a dove andate, so’ finite le serate”).
Quello che manca in casa Lazio è proprio un serio mea culpa generale, forse non avviene perché nel vocabolario della dirigenza laziale la parola che manca è proprio “autocritica”. Passare il girone di Europa League non era cosa facile e scontata ma in un raggruppamento con Saint Etienne, Dnipro e Rosenborg non era neanche un impresa titanica per una squadra, a detta dei suoi protagonisti, dalle ambizioni importanti. Dunque la Lazio sembra aver fatto il suo in Europa dimostrando però il suo vero valore in campionato dove sta stentando terribilmente mandando in fumo, già nel girone d’andata, la bellissima stagione dell’anno scorso.
Errori ciclici che si vedono dalle parti di Formello da dieci anni a questa parte.

Tonelli Empoli LazioPrimo tempo – Pioli ad Empoli si presenta con un undici iniziale più compatto sulla carta, dopo cinque minuti di gioco però Tonelli di testa, su azione d’angolo, beffa il mediocre Mauricio e porta in vantaggio i toscani.
La reazione della Lazio allo svantaggio è minima e l’unica vera occasione per il pari arriva alla mezzora su calcio di punizione di Biglia, con la palla che sfiora l’incrocio dei pali. Prima del riposo, i circa 1.500 tifosi laziali presenti a Empoli, perdono la pazienza e mostrano un striscione di forte contestazione all’indirizzo dei giocatori in campo (“Attenti a dove andate, so’ finite le serate”).
In campo i padroni di casa invece, con Maccarone, sfiorano il raddoppio.

Secondo tempo – Al 56’ della ripresa Pioli si affida a Klose e Felipe Anderson, inizialmente tenuti in panchina, al posto di Radu e Milinkovic-Savic. Il nuovo assetto produce subito l’occasione per Djordjevic, respinta da Skorupski con i pugni in tuffo.
Al 67’ Klose va in goal ma l’arbitro Fabbri non concede la rete per un presunto fallo dell’attaccante laziale. Poco dopo ancora il tedesco di testa sfiora il pari, costringendo l’estremo difensore toscano alla parata in angolo. Al 88’ la Lazio recrimina ancora per un altro goal annullato a Klose, questa volta per una sua presunta posizione irregolare.
La partita di Empoli si chiude così, fra le proteste ed i mugugni laziali.

Le pagelle di Empoli-Lazio 1-0

LAZIO

Marchetti 6 – Nulla può sul colpo di testa, forte e preciso, di Tonelli.

Basta 5.5 – Nel primo tempo soffre in particolar modo il dinamismo di Maccarone, che lo manda in crisi.

Mauricio 4.5 – Sulla coscienza il goal vittoria di Tonelli, come i tanti subiti dalla Lazio in questa prima parte di stagione.

Hoedt 5.5 – In affanno, ancora non altezza del suo connazionale de Vrij.

Radu 5.5 – La cosa migliore del match la fa quando dalla distanza colpisce la parte alta della traversa (56′ Klose 6 – Per il tedesco una mezzora su buoni livelli: due goal annullati e discrete occasioni da goal che, o per su imprecisione per merito di Skorupski, non vanno a segno).

Candreva Empoli LazioCandreva 5 – Non sfonda sulla destra come dovrebbe, un’altra prestazione da dimenticare per il centrocampista azzurro.

Biglia 5.5 – Neanche lui riesce più a prendere per mano questa squadra, manca dinamismo e così anche le idee vengono meno.

Parolo 5.5 – L’ultimo a mollare, però nel complesso affonda insieme a tutta la nave biancoceleste.

Lulic 5 – Impiegato di nuovo a centrocampo non combina un granché.

Milinković-Savić 5.5 – Ha voglia di fare bene ma non riesce ad incidere più di tanto (56′ Felipe Anderson 5 – Dalla sua solo il suggerimento per Djordjevic, poi prova le sue solite giocate tutte fine a stesse e poco funzionali alla squadra).

Djordjevic 5 – Combina poco o niente, l’unica cosa buona che fa ad Empoli è il tiro poi parato da Skorupski (74′ Matri 5 – Poco o nulla anche per il centravanti ex Milan e Juventus).

All. Pioli 5 – Caro mister le sconfitte ed i goal subiti cominciano ad essere troppi, ad Empoli non basta sono l’alibi dell’arbitro per giustificare la sconfitta e soprattutto un primo tempo inguardabile.

EMPOLI

Skorupski 6.5, Laurini 6.5, Tonelli 7, Costa 6, Mario Rui 6.5, Zielinski 6, Paredes 6, Buchel 6; Saponara 5.5 (53′ Krunic  6 (69′ Pucciarelli 6); Maccarone 6.5, Livaja 5.5 (63′ Zambelli 6). All. Giampaolo 6.5.

Arbitro: Fabbri di Ravenna 5


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti