#Fattidimafia, daSud rompe il tabù droga a Roma

L’associazione antimafie torna con una nuova campagna per svelare fatti, storie, personaggi, numeri e retroscena del più grande affare romano
La Redazione - 13 Dicembre 2013

Dopo il successo del Roma Mafie Tour e la firma del primo protocollo antimafie dei Municipi, l’associazione daSud torna con una nuova campagna. #Fattidimafia è molto più di un hashtag, è il tentativo di raccontare, con linguaggi nuovi e senza pregiudizi, la Roma città di mafie attraverso la lente della droga.

Solo nel 2012 nella Capitale sono stati sequestrati 5.500 chili di coca. Un fiume bianco che sta travolgendo la città, eppure l’argomento resta tabù. #Fattidimafia vuole rompere questa ipocrisia, stimolare la riflessione collettiva e soprattutto svelare fatti, storie, personaggi, numeri e retroscena del più grande affare romano. Un affare che aggredisce l’economia, corrompe il mondo delle professioni, cambia gli equilibri criminali, confonde gli assetti sociali, modifica la percezione della sicurezza dei quartieri, fabbrica nuovi ricchi e distribuisce le briciole ai poveri.

dasudIl viaggio alla scoperta della droga a Roma comincia con un gioco, una rivisitazione del tradizionale “Mercante in fiera”, trasformato per l’occasione in un “Trafficante in fiera”. In vista del Natale, l’associazione daSud ha infatti chiesto agli artisti Giacomo Bendotti e Attilio Tomaselli di realizzare delle speciali carte da gioco che rappresentino luoghi e personaggi della droga e delle mafie nella Capitale. Le carte verranno pubblicate ogni giorno sul sito web dell’associazione (www.dasud.it/fattidimafia). Chi vorrà potrà leggerle, stamparle e condividerle sui social media. Oppure partecipare al “Trafficante in fiera” live, che si svolgerà domenica 15 dicembre a partire dalle ore 19 presso lo Spazio daSud (in via Gentile da Mogliano 170 a Roma).

La campagna #Fattidimafia è abbinata anche al lancio dell’ebook “Roma tagliata male – Il sistema droga: così le mafie succhiano il sangue della Capitale” (terrelibere.org). Il libro, curato dal giornalista Danilo Chirico, contiene gli interventi di Luca Manzi e Igiaba Scego e i testi di Rosamaria Aquino, Diego Carmignani, Marco Carta, Danilo Chirico, Lara Facondi, Eleonora Farnisi, Chiara Gelato, Vincenzo Imperitura, Lorenzo Misuraca, Ambra Murè, Luca Salici, Carmen Vogani. Un testo a più voci, dunque, che rappresenta un focus, inedito e originale, sulla droga e le mafie a Roma.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti