Invasione novembrina di maschere a Roma

Delegazioni da tutta Italia ricevute da Papa Francesco il 7 novembre sfileranno per “Borgo” accolte dalla Maschere Romane
Federico Carabetta - 6 novembre 2018

Al centro Rosangela Castelli

Invasione novembrina di maschere a Roma. Delegazioni di Maschere provenienti da tutta Italia saranno ricevute da Papa Francesco mercoledì 7 novembre 2018 e sciameranno per “Borgo” accolte dalla Maschere Romane e dalle Istituzioni capitoline.

Questo piovoso grigio autunno romano mercoledì 7 novembre sarà … colorato da una insolita policroma delegazione di Maschere.

Niente a che vedere con i recenti Halloween o raduni di cos player: a riunirsi saranno invece invece delegazioni di Maschere esclusivamente nostrane note e meno note, tra tradizionali, Tipiche o della Commedia dell’Arte, provenienti dalle più varie province italiane e tutte fortemente connesse  alla storia e cultura del territorio che le ha generate.

In questa veste di ambasciatrici saranno ricevute in udienza da Papa Francesco, riunite sotto l’egida del Centro Coordinamento Maschere Italiane, che ha come principale obiettivo proprio la “valorizzazione della Maschera come sintesi del patrimonio culturale e storico di un luogo”,

Anche la Capitale avrà la sua delegazione di Maschere a rappresentarla, capitanata da Tiburtello e La Bella Romanina, con il seguito di Nina e Meo Patacca, il Dottor Gambalunga, Rugantino, il Generale Mannaggialarocca e i Pulcinelli Romani; una buona rappresentanza insomma delle Maschere Romane riportate in vita nelle varie edizioni del “Gran Carnevale Romano” e che da anni rappresentano la Capitale e la Regione Lazio nel Raduno Nazionale che si svolge a Parma.

La coordinatrice per il Lazio e  già co ideatrice e direttore artistico del Gran Carnevale Romano, Rosangela Castelli,  ha organizzato un gruppo locale comprendente anche un bel manipolo di Nasi Rossi, Maschera tipica di Ronciglione (VT), il cui Carnevale ha forti derivazioni da quello Romano e poi  le Maschere del Carnevale di Frosinone, con personaggi e tipi legati alla storia e costumi della Ciociaria, anche questi sempre fortemente rappresentati nell’iconografia del Carnevale Romano storico.

Dopo l’udienza con Il Santo Padre, che dovrebbe terminare tra le 10:30 e le 11:00, le Maschere si concederanno a qualche foto ricordo e selfie per poi percorrere in corteo Via Della Conciliazione e raggiungere l’area pedonalizzata sotto gli spalti di Castel Sant’Angelo, qui, fuori dallo Stato Vaticano,  alle 11:30/45 circa, riceveranno il saluto Ufficiale anche da parte delle Istituzioni Capitoline, rappresentate dalla Presidente del Municipio I Roma Centro Sabrina Alfonsi e dall’Ass.re alla Cultura Cinzia Guido.

Anche qui si concederanno a foto e curiosità di romani e turisti e saranno ancora condotte dalle Maschere Romane per il caratteristico rione di BORGO dove, dopo essersi anche rifocillate, gradualmente riprenderanno la strada per i rispettivi luoghi di provenienza.

Condizioni meteo permettendo permarranno personaggi in costume in BORGO fino alle ore 16:00 circa.

Questo evento rappresenta un’occasione unica per conoscere Maschere Romane e Laziali e poi altre particolarissime capitanate da “Al Dsevod”, Maschera Ufficiale di Parma ed intepretata da Maurizio Trapelli, Presidente del Centro Coordinamento Maschere Italiane.

Personaggi unici provenienti dalla Valle d’Aosta, dal Piemonte, dalla Lombardia, dalla Liguria, dal Veneto, dall’Emilia, dalla Calabria, dalla Puglia, che non è facile incontrare altrimenti

Info:

www.maschereitaliane.it

www.grancarnevaleromano.it  (in aggiornamento)

 

Federico Carabetta


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti