Lazio-Zenit 3-1: ad un passo dagli ottavi con prestazione super

I biancocelesti hanno vinto meritatamente trascinati da Ciro Immobile. Cronaca, pagelle e tabellino
Marco Savo - 25 Novembre 2020

La Lazio dopo la vittoria sullo Zenit per 3-1 è ad un passo dalla qualificazione agli ottavi di Champions League. Il ritorno nella competizione europea dei grandi è stato devastante, Borussia e Zenit letteralmente dominati all’Olimpico e pareggi in trasferta solo a causa dell’emergenza di formazione dettata dal Covid-19.

Probabilmente senza quei problemi Inzaghi avrebbe vinto almeno una delle due trasferte pareggiate ed a questo punto sarebbe comodamente agli ottavi da primo del girone F. Con una squadra cosi ed un Immobile comunque l’obiettivo è li ad un passo.

Proprio il bomber laziale ha aperto le marcature all’Olimpico contro lo Zenit con un goal da cineteca. La Scarpa d’Oro ed il record in Serie A non sono arrivati per caso, come i denigratori della Lazio vorrebbero fare credere. Immobile in Europa si sta consacrando: attualmente è fra i migliori bomber europei i circolazione e gioca nella Lazio!

Goal meraviglioso di Ciro

Dopo la bella vittoria di Crotone la Lazio ha affrontato all’Olimpico i russi dello Zenit, nella gara valida per la 4^ giornata del girone F di Champions League. La squadra di Inzaghi vuoleva il pass per gli ottavi ed ha iniziato il match nel migliore di modi, trascinata dal suo bomber Ciro Immobile.

lazio-zenit 3-1Dopo soli 3’ l’attaccante ha portato la Lazio in vantaggio, con una girata all’angolino dai 20 metri, su assist di Lucas Leiva. Il goal di Ciro per esecuzione è stato bellissimo, da stropicciarsi gli occhi.

I biancocelesti nella prima parte del primo tempo hanno surclassato i russi. Al 20’ Luis Alberto ci ha provato con un destro dai 25 metri, parato in qualche modo da Kerzhakov.

Il meritato raddoppio è stato siglato da Parolo, con un rasoterra dalla distanza. Il doppio vantaggio però è durato veramente poco perché al 25’ lo Zenit ha accorciato le distanze con Dzyuba, che di sinistro ha battuto Reina.

lazio-zenit 3-1Nonostante la rete ospite la Lazio ha continuato a dominare il primo tempo. Al 28’ il portiere russo ha detto ancora di no ad una conclusione di Luis Alberto ed al 40’ Parolo, da buona posizione, ha fallito il terzo goal e la doppietta personale.

Adotta Abitare A

Poi ancora ci ha provato anche Lazzari ma lo Zenit in qualche modo, soprattutto grazie al suo portiere, è riuscito nell’impresa di andare negli spogliatoi con un solo goal di svantaggio.

Partita dominata

Il domino laziale è stato netto tant’è che il meritato 3-1 è arrivato quasi all’inizio della ripresa. A siglarlo non poteva essere che Immobile, questa volta su calcio di rigore da lui stesso procurato. lazio-zenit 3-1Quant’è mancato il suo bomber alla Lazio nelle due difficili trasferte di Bruges e Zenit.

Il terzo goal non ha attenuto la fame della Lazio che dopo il penalty ha continuato a pressare ed a schiacciare lo Zenit nella propria metà campo.

Al 62’ Correa tutto solo di testa ha fallito il poker, al termine di una bell’azione iniziata da Immobile e rifinita da Acerbi.

Nel finale Immobile ha lasciato il campo per far spazio a Muriqi e tutta la squadra ha cercato di aiutare il turco a sbloccarsi ma senza riuscirci.

Le pagelle di Lazio-Zenit 3-1

LAZIO

Reina 6 – Sul goal subito non ha potuto fare molto. Si sta rivelando un valore aggiunto anche con i piedi quando c’è da iniziare l’azione dalla sua porta.

Patric 6 – Si è guadagnato la maglia da titolare e non ha deluso Inzaghi.

60′ Luiz Felipe 6 – Dopo lo stop forzato per Covid-19 è tornato e nell’ultima mezzora ha svolto un ottimo allenamento in vista dei prossimi impegni

Hoedt 6.5 – Contro gli attaccanti russi si è fatto rispettare. Bene così!

Acerbi 6.5 – Il Leone laziale difficilmente delude, soprattutto in partite come queste.

Lazzari 6.5 – L’esterno ha giocato una buonissima partita, che poteva suggellare con un goal se non fosse per la parata di Kerzhakov.

68′ Fares 6 – Una mezzora che gli ha fatto bene in vista dei prossimi impegni.

Parolo 7 – Un giocatore fondamentale, per cuore, gamba e spirito di sacrificio. Insieme ad Immobile è stato l’eroe di Champions: ha siglato il raddoppio ed è andato vicinissimo anche alla doppietta personale.

60′ Akpa Akpro 6.5 – È entrato in campo bene, provando a replicare quanto fatto contro il Borussia Dortmund.

lazio-zenit 3-1Leiva 6.5 – Nelle notti europea è una sicurezza. In questi tipi di match esce fuori il suo spessore e la sua grande esperienza in ambito internazionale.

68′ Cataldi 6 – Anche lui ha dato il suo apporto in questa bella serata europea.

Luis Alberto 7 – Ogni volta che gioca Luis è da stropicciarsi gli occhi. Gioca il pallone con una semplicità disarmante e fa sembrare facile anche le cose più difficili.

Marusic 6.5 – Buona gara per lui, sia quando ha giocato a sinistra e sia quando Inzaghi l’ha dirottato a destra per far rifiatare Lazzari.

Correa 7.5 – L’argentino sta vivendo un ottimo periodo di forma. È stato un pericolo costante per la difesa russa con le sue serpentine a smarcare i compagni. Avrebbe meritato ampiamente la gioia del goal.

Immobile 8 – Il goal che ha aperto l’incontro è stato da cineteca. Nella ripresa si è guadagnato anche il rigore che poi ha trasformato fissando il risultato finale sul 3-1. Ciro è un patrimonio italiano, un bomber di livello internazionale.

81′ Muriqi sv.

All. Simone Inzaghi 7.5 – Nulla da obiettare su questa meravigliosa Lazio. Lui si è confermato condottiero di primo ordine e sta dimostrando tutto il suo valore anche in Europa, attirando su di sé l’interesse anche dei top club europei. Se solo Lotito gli consegnasse totalmente le chiavi della squadra con un ruolo alla Ferguson… ma questa è un’altra storia!

ZENIT

Kerzhakov 6,5; Lovren 5, Rakitsky 5,5, Zhirkov 5,5 (73’ Azmoun sv); Malcom 6, Kuzyaev 5,5, Barrios 5 (59’ Driussi 6), Santos 5,5 (37’ Sutormin 5,5), Mostovoy 5,5 (59’ Musaev 6); Erokhin 5,5 (73’ Shamkin 6), Dzyuba 6,5. All. Sergej Semak 5

Arbitro: Michael Oliver (ENG) 5.5

Il tabellino di Lazio-Zenit 3-1

Marcatori: 3′, 55′ rig. Immobile (L), 22′ Parolo (L), 25′ Dzyuba (Z)

LAZIO (3-5-2): Reina; Patric (60′ Luiz Felipe), Hoedt, Acerbi; Lazzari (68′ Fares), Parolo (60′ Akpa Akpro), Leiva (68′ Cataldi), Luis Alberto, Marusic; Correa, Immobile (81′ Muriqi). A disp. Strakosha, Furlanetto, Radu, Armini, Djavan Anderson, Pereira, Caicedo. All. Simone Inzaghi.

ZENIT (3-5-2): Kerzhakov; Lovren, Rakitsky, Zhirkov (73′ Azmoun); Malcom, Kuzyaev, Barrios (59′ Driussi), Santos (37′ Sutormin), Mostovoy (59′ Musaev); Erokhin (73′ Shamkin), Dzyuba. A disp. Lunev, Vasyutin, Prokhin. All. Sergej Semak.

Arbitro: Michael Oliver (ENG). Ass. Stuart Burt (ENG) – Simon Bennett (ENG). IV uomo: Andrew Madley (ENG). V.A.R. Chris Kavanagh (ENG). A.V.A.R. Craig Pawson (ENG).

NOTE. Ammoniti: 38′ Barrios (Z), 48′ Lovren (Z), 76′ Rakitsky (Z), 89′ Acerbi (L). Recuperi: 1′ pt; 3′ st.lazio-zenit 3-1


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti