Lazio-Zulte Waregem 2-0. Lazio a punteggio pieno

La Lazio archivia la pratica con i belgi in Europa League grazie ai goal di Caicedo e Immobile
Marco Savo - 29 Settembre 2017

La Lazio è a punteggio pieno nel girone K di Europa League, dopo la vittoria in casa del Vitesse i ragazzi terribili di Inzaghi trionfano il 28 settembre in un Olimpico a porte chiuse contro i belgi del Zulte Waregem. Decidono l’incontro le reti di Caicedo al 18’ e di Immobile a 90’.
La partita è stata contraddistinta dalle tante occasioni da goal dei biancocelesti ma non concretizzate e gli ultimi minuti di gioco trascorsi con il patema d’animo e la paura di una possibile beffa, che per fortuna non è arrivata grazie alla guardia sempre vigile di Strakosha ed il 13° goal stagionale di Ciro bomber Immobile.

Primo tempo – Lazio in continua emergenza soprattutto in difesa ed Inzaghi è costretto a schierare il trio che ha comandato la linea difensiva nella trasferta di Verona. In campo dunque spazio a Patric, Luiz Felipe e Radu. A centrocampo il mister recupera Milinkovic-Savic che però siede in panchina. La mediana dunque è composta da Marusic e Lukaku sugli esterni e da Murgia, Di Gennaro e Parolo al centro. In attacco ci sono Luis Alberto in appoggio a Caicedo.

La Lazio inizia al piccolo trotto la gara dell’Olimpico, giocata senza però il calore dei tifosi. Al 18’ l’equilibrio si spezza grazie al tuffo di Caicedo sulla sponda di Marusic. Per l’ex Espanyol si tratta della prima rete con la sua nuova maglia. Dopo il vantaggio in casa Lazio il più ispirato è Luis Alberto. Al 26’ lo spagnolo serve Murgia che di sinistro impegna l’ex Frosinone Leali. Al 34’ e ad al 40’ Luis Alberto va vicinissimo alla marcatura. Ci prova anche Caicedo ma la porta dello Zulte rimane tabù. Leali al 43’ salva anche sulla botta di Parolo e pochi istanti prima del duplice fischio dell’arbitro Leya si divora il pari calciando al lato da ottima posizione.

Secondo tempo – Nella ripresa lo Zulte prende coraggio anche con gli innesti dalla panchina di Kaya e Olayinka al posto di Kastanos e de Pauw. Al 50’ Luis Alberto subisce il duro intervento di Baudry ed Inzaghi è costretto a sostituirlo con Milinkovic. Al 54’ entra in campo anche Ciro Immobile, al posto di Di Gennaro.

La Lazio in questa fase prova a gestire il match ma gli ospiti si propongono con molta più frequenza in avanti. Al 67’ il serbo serve un assist d’oro per Ciacedo che di testa, da ottima posizione, conclude fuori lo specchio di porta. Poco dopo lo Zulte con Olayinka impegna severamente Strakosha che a modo suo risponde presente.

In campo incredibilmente c’è da soffrire ed Inzaghi è costretto a rimandare l’esordio di Nani e così con il suo ultimo cambio a disposizione toglie lo stanco Lukaku per il più affidabile Lulic. Ma questa Lazio non ama le brutte sorprese ed al 90’ chiude definitivamente l’incontro grazie al suo bomber Ciro Immobile, alla prima vera giocata di questa partita. L’attaccante, servito alla grande da Murgia, di piatto la piazza sul palo più lontano dove Leali non può arrivare concludendo nel modo migliore l’azione di contropiede… e la partita.

Gli highlights di Lazio-Zulte Waregem

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/video/highlights/videoid=2505588.html

Le pagelle di Lazio-Zulte Waregem 2-0

LAZIO

Strakosha 6.5 – Quasi mai impegnato ma quando lo Zulte si fa vedere in avanti questo piccolo campione non si fa mai trovare impreparato.

Patric 5.5 – Qualche disattenzione di troppo contro un avversario modesto.

Luiz Felipe 6 – Buona gara ma quando gli avversari provano a fare qualcosa di più sembra andare in difficoltà.

Radu 6 – La sua esperienza a guida della difesa. Sul finire si fa sorprendere da Olayinka ma per fortuna Strakosha ci mette una pezza.

Marusic 6.5 – Molto più attivo nel primo tempo, bravo nell’assist per la rete di Caicedo.

Parolo 6.5 – L’uomo insostituibile e di equilibrio per Inzaghi. Nel primo tempo per ben due volte tenta anche la conclusione.

Di Gennaro 6 – Ancora un po’ troppo timido. Da rivedere.

54′ Immobile 7 – Gioca una sola palla e la butta dentro. Fenomeno!

Murgia 7 – I suoi inserimenti in avanti sono fantastici. Sul finire del match scaccia via i fantasmi di una possibile beffa con l’assist al bacio per la rete di Immobile.

Lukaku 6.5 – Spinge tanto sulla sua fascia, a dieci minuti Inzaghi gli concede il meritato riposo.

79′ Lulic sv.

Luis Alberto 6.5 – Positivo come sempre, nel primo tempo è fra i più propositivi e le azioni da goal della Lazio passano per i suoi piedi. Nella ripresa dopo una botta al piede è costretto ad uscire dal campo.

54′ Milinkovic 6 – Non spinge troppo, ricordiamo che è reduce da un affaticamento muscolare.

Caicedo 7 – Fa a pieno il suo lavoro e timbra il cartellino. Segna un goal e con il suo possente fisico lavora molto per la squadra. Peccato per un goal che sbaglia e per un’altra occasione dove Leali è bravo a dirgli di no.

All. Simone Inzaghi 6.5 – La Lazio è a punteggio pieno in Europa League. In questa gara però ha il demerito di non chiudere subito la partita. Per fortuna poi ci pensa Ciro Immobile.

ZULTE WAREGEM

Leali 6, De Fauw 5, Baudry 5.5 (85′ Saponjic sv), Heylen 5, Hamalainen 5, Derijck 5, De Pauw 4.5 (46′ Olayinka 6), Doumbia 5.5, Coopman 5, Leya Iseka 6, Kastanos 5 (46′ Kaya 6). All. Francky Dury 5.5.

ARBITRO: Harald Lechner (AUS) 6.5

Tabellino di Lazio-Zulte Waregem 2-0

Marcatori: 18′ Caicedo (L), 90′ Immobile (L)

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Patric, Luiz Felipe, Radu; Marusic, Parolo, Di Gennaro (54′ Immobile), Murgia, Lukaku (79′ Lulic); Luis Alberto (54′ Milinkovic); Caicedo. A disp. Vargic, Crecco, Leiva, Nani. All. Simone Inzaghi.

ZULTE WAREGEM (4-3-3): Leali; De Fauw, Baudry (85′ Saponjic), Heylen, Hamalainen; Derijck, De Pauw (46′ Olayinka), Doumbia; Coopman, Leya Iseka, Kastanos (46′ Kaya). A disp. Bostyn, Walsh, De Mets; Jensen. All. Francky Dury.

ARBITRO: Harald Lechner (AUS). Ass: Heidenreich-Kolbitsch. IV: Witschnigg. Add: Harkam-Weinberger.

NOTE. Ammoniti: 50′ Baudry (Z), 84′ Leya Iseka (Z). Recupero: 2′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti