Le dipendenze dalle droghe della società

L’incontro formativo il 5 febbraio sarà tenuto dal dr. Antonio Milanetti
Fabio Falleni - 4 Febbraio 2019

Martedì 5 febbraio 2019 dalle ore 17.00 alle ore 18.00 il Dr. Antonio Milanetti – Psicologo ed Economista illustrerà l’incontro formativo sulla: Dipendenza dalle droghe della società.

L’incontro si terrà presso il salone parrocchiale della Parrocchia di Santa Maria Ausiliatrice in piazza Santa Maria Ausiliatrice, 54 – ROMA (VII municipio).
Per partecipare all’evento inviare un messaggio al numero della segreteria tel. 3246080034.

In questa società odierna dove i mass media hanno ricevuto un ruolo principale nell’educazione, è opportuno domandarsi quali messaggi vengono promossi e in che modo vengono fatti percepire a ciascuno di noi.

Lo scopo di questo convegno e di noi come associazione culturale del Movimento Catilinario è quello di mostrare e mettere in luce come nella nostra società vengano presentate verità considerate necessarie per vivere, ma che in realtà manifestano al loro interno molteplici ambiguità sostanziali e formali.

Nella fattispecie si può notare come in una società globalizzata, la pubblicità e il consumismo impongono il loro dominio e il loro controllo sulle masse dettando un nuovo modello educativo, lontano da uno più prettamente ancorato ai tradizionali valori antropologici non negoziabili, che hanno retto la nostra società per molto tempo.  Infatti quello che si può riscontrare è una società vittima di concezioni e modelli imposti dall’alto, i quali mettono al centro non la dignità dell’uomo come persona, ma il suo essere un semplice consumatore.

Come si può vedere, non siamo per niente lontani dalle dittature novecentesce poiché se allora era presente un potere coercitivo diretto, in questo momento storico vi è una pressione indiretta che spinge ogni uomo a non ragionare e a non farsi più domande antropologicamente calate nella sua esistenza. Quindi è opportuno notare come l’esser divenuto un semplice consumatore  sia un reale impedimento a quell’obiettivo comune a tutti gli uomini ossia l’esser parte di una comunità socio-politica attiva all’interno del quale ognuno è cittadino che vive e partecipa di ogni scelta con deliberato consenso. perciò si può notare come all’interno di questa società siamo assorbiti e storditi da molteplici “droghe” che vanno a generare una dipendenza, che detta in altri termini, rappresenta quel principio di sterilità verso ogni potenziale atto creativo volto a creare comunità, socialità e azione comune.

L’obiettivo della nostra associazione, date queste premesse, è quello di promuovere e smuovere dal basso le coscienze per ripristinare un modello civile all’interno del quale le singole tradizioni locali ritornino a produrre e generare identità sostanziale e formale al fine di rinsaldare il tessuto sociale circostante.

 

Fabio Falleni


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti