“Lettere agli studenti”, rubrica a cura della professoressa Lilia Bellucci

Per proseguire la didattica della letteratura a distanza e invitare gli studenti a raccontare e rielaborare quanto stanno vivendo in tempi di Coronavirus
Redazione - 17 Marzo 2020

Roma, 17 marzo 2020. Da oggi prende avvio “Lettere agli studenti”, rubrica a cura della professoressa Lilia Bellucci, con lettere pensate e scritte come attività di laboratorio per proseguire la didattica della letteratura a distanza e, nello stesso tempo, invitare gli studenti (nel nostro caso di scuola superiore) a raccontare e rielaborare quanto stanno vivendo in tempi di Coronavirus.

Insegnare e vivere hanno un aspetto in comune: la sfida della conoscenza e dell’apprendimento.

Docenti e alunni condividono incessantemente l’impegno alla completezza della propria dimensione umana. Si studia e si vive per essere migliori e per contribuire al bene della comunità. Ai tempi del Coronavirus, nessuno di loro può retrocedere da questa sfida. La didattica non può essere distante. Da qui le “Lettere agli studenti”: i miei e tutti.

Se il dialogo non può più svolgersi nelle aule, una lettera diventa provocazione al ritrovarsi: è individuale e nello stesso tempo collettiva, riflessiva e nello stesso tempo informativa, intima e nello stesso tempo pubblica, e chiede risposte.

Fresco Market
Fresco Market

La rubrica propone letture di testi che possono diventare un laboratorio di scrittura, ma soprattutto richiama quell’equivalenza tra letteratura e vita, da cui tutti possiamo trarre sempre alimento e conforto per la nostra mente e il nostro cuore.

Certamente non si può insegnare a vivere e, come ha scritto Edgar Morin, “non ci sono ricette di vita. Ma si può insegnare a legare i saperi alla vita”.

E con i saperi e la vita, si possono custodire altri legami importanti, quelli tra chi insegna e chi apprende, tutti ugualmente studenti nella “scuola della vita”.

Lilia Bellucci

Lilia Bellucci insegna nei licei. Ha collaborato all’ideazione di un sistema di guida museale, vincitore del premio “Imprenditori per il Giubileo del Duemila”. Ha pubblicato poesie in antologie di autori contemporanei. E’ autrice del romanzo Sulle rive del cuore (Aletti, 2019), dell’opera interartistica Voci dell’anima, del percorso lirico e fotografico Il senso delle cose, della video inchiesta Granelli di sabbia, del prosimetro Fiori di primavera. Tra Oriente e Occidente(Aracne 2020), del testo teatrale La provocazione di Medea. Abitare il sogno (Aracne 2020), dell’antologia Ero(t)ico portamento di gazza ladra (Kubera edizioni 2020). Ha esposto quadri materici e testi nel progetto Percorsi e linguaggi dell’immaginario. E’ stata finalista e vincitrice in concorsi nazionali e internazionali. Sperimenta in un antico borgo in Abruzzo Poesia sulla via.
Lilia Bellucci già in passato, mentre insegnava al Francesco d’Assisi di Centocelle, ha collaborato con la redazione di Abitare a Roma.

Lettere agli studenti 1.- Chiusi in una stanza

Lettere agli studenti 2.- Il controcampo

Lettere agli studenti 3.- La città invisibile

Lettere agli studenti 4.- La zona di confine

Lettere agli studenti 5.- Il nostro pane quotidiano

Lettere agli studenti 6.- L’arte della traduzione

Lettere agli studenti 7.- La scuola in trincea

Lettere agli studenti 8.- Quella gran voglia di una passeggiata

Lettere agli studenti 9.- Iperconnessi ma a distanza

Lettere agli studenti 10.- Un vaccino per l’iperconnessione

Lettere agli studenti 11.- Una testa ben fatta e l’elogio dell’errore

Lettere agli studenti 12.- Il miracolo economico

Lettere agli studenti 13.- La purificazione

Lettere agli studenti 14.- Usa il tuo talento

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti