L’importanza dello sport e delle arti marziali per gli adolescenti

5 giovanissimi esordienti rappresenteranno il Karate per la Regione Lazio nelle finali nazionali del “Trofeo Coni 2017”. Ottimi risultati di alcune società del Municipio V nella rappresentativa regionale
Daniela Cioccolo - 29 Aprile 2017

Domenica 23 aprile 2017 presso il Campus dei Licei di Cisterna di Latina si è svolto un importante momento di sport giovanile per la nostra regione il “TROFEO LAZIO CONI 2017” che ha visto mettersi in campo tanti giovanissimi atleti tesserati nella FIJLKAM, Federazione che comprende le discipline di JUDO, LOTTA e KARATE ed altre arti marziali.

Per quanto riguarda la disciplina sportiva del KARATE il Trofeo CONI si è sviluppato prima come un Campionato Individuale (fase regionale) per poi proseguire nel mese di settembre in un Campionato a Squadre (finale nazionale). I ragazzi che hanno partecipato sono tutti coloro che rientravano nella prima categoria degli Agonisti Esordienti (ESO “A”), maschili e femminili, con un età’ compresa tra i 12 ed i 13 anni (nati nel 2005 e 2004). Inoltre la gara era riservata agli atleti graduati da cintura verde a marrone.

La competizione ha riguardato solo la specialità di KUMITE (combattimenti reali secondo regolamento Fijlkam di Kumite, della durata di 1’ 20” effettivi su dei tatami di mt. 10×10) e tra i partecipanti sono stati selezionati per le fasi finali solo alcune categorie di peso (per i maschi: Kg. 40, 50, 61 – per le femmine: Kg. 42, 53), in quanto rappresentative di una fascia adolescenziale di ragazzi e ragazze a cui il CONI si rivolge in questa manifestazione regionale e nazionale per rafforzare il messaggio dell’importanza della pratica sportiva agonistica e non in questa delicata fascia di età.

La Finale Nazionale a Squadre del “Trofeo CONI 2017” verrà organizzata direttamente dal CONI nel mese di settembre 2017 (luogo e date ancora da confermare) e, come indicato dal Regolamento Generale del Trofeo Coni, è riservata alle Squadre in rappresentanza della singole Regioni Italiane.

Nel momento finale le squadre di tutte le varie discipline sportive saranno riunite per diversi giorni, confrontandosi in una specie di mini Olimpiade dei ragazzi e sarà per tutti i partecipanti un’esperienza di scambio, crescita e confronto tra coetanei che si ricorderanno sicuramente a lungo.

Ogni squadra Fijlkam verrà accompagnata da un Insegnante Tecnico rappresentante della Regione e sarà composta dai 5 atleti/e (3 maschi e 2 femmine) primi classificati al Campionato Regionale individuale, svoltosi per il Lazio a Cisterna di Latina.

I criteri organizzativi della competizione a Squadre sono dettati dalla necessità di rientrare nei parametri indicativi del CONI, con lo scopo di dare una Rappresentanza di ambo i sessi delle tre discipline federali, Judo, Lotta e Karate.

Inoltre, proprio perché si tratta di giovanissimi atleti ancora in fase di crescita è prevista in questa fase una tolleranza massima in percentuale nelle categorie di peso come di seguito riportato dal 4 all’8 % a seconda della categoria di partenza.

Il Trofeo nasce da un preciso Progetto CONI dedicato ai giovani e si prefigge degli obiettivi che è sempre importante sottolineare quando si lavora in ambito sportivo con i ragazzi. In particolare si vuole contribuire ad un armonico ed equilibrato sviluppo psico-fisico degli adolescenti, evitando la specializzazione precoce e concorrendo con la famiglia, la scuola ed il Ministero della Salute, all’affermazione dei sani valori della pratica sportiva. ed alla crescita dei ragazzi in un contesto di valori etici e sportivi.

La passione per il loro sport preferito, il Karate, per tanti ragazzi che praticano da anni, è sicuramente la spinta che li stimola a crescere ed ad impegnarsi sempre di più, anche in sport che comunemente sono definiti minori, perché non hanno una vasta eco come il più famoso calcio.

A dimostrazione di questa dedizione allo sport è importante sottolineare ad esempio che 3 società su 5  (Bracciante Karate Roma, Rarinantes Albano e Team Karate Ladispoli) erano anche presenti in gara il giorno precedente in un’altra competizione di livello nazionale, la Coppa Italia CSEN di Montecatini e che atleti, tecnici e famiglie, pur provati dalla stanchezza, per il bene dei ragazzi ed offrirgli ogni possibilità di crescita, cercano di portare avanti sempre e comunque i loro impegni, viaggiando in tutta Italia, con tanta dedizione e rinnovata passione.

I nomi degli atleti o campioni regionali categoria agonisti ESORDIENTI A, selezionati in questa fase individuale per poi poter gareggiare come squadra rappresentativa del karate della Regione Lazio nella Finale Nazionale a squadre sono:

per i ragazzi:

40 kg. – RISSO Leandro –    A.S.D. Team Karate Ladispoli (tecnico Riccardi Vincenzo);

50 kg. – BIANCHI Saly  –     A.S.D. Bracciante Karate Roma (tecnico Bracciante Mario);

61 kg. –  PACCA Giovanni –  A.S.D. Kimasa Roma (tecnico Chiarotti Chiara e Balzerano Sara);

 per le ragazze:

42 kg. – Mc NALLY Susanna – A.S.D. Rarinantes Albano (tecnico Losito Christian);

53 kg. – LOMBARDI Miriam – A.S.D. Team Karate Setteville (tecnico Santini Marco);

E’ un bel segnale positivo, anche per il territorio della periferia di Roma sud est, dove praticare lo sport soprattutto a livello agonistico di un certo livello, per tutti i bambini e le famiglie che li sostengono, non è proprio facilissimo. Entrambe le società romane i cui atleti sono stati selezionati, operano nel Municipio V (Bracciante Karate in zona Pigneto e Kimasa in zona Collatina) e questo è un ottimo segnale positivo valido per comprendere che lo sport va aiutato e sostenuto anche dalle istituzioni municipali.

Un doveroso e sentito ringraziamento va al Comitato Regionale FIJLKAM per l’ottima organizzazione della gara, svoltasi in un bel clima sportivo tra gli atleti, i tecnici ed il pubblico.

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti