Lo Zoo di Vetro, con Elisabetta De Palo

Al Teatro Casa delle Culture. In scena fino al 4 dicembre
di Riccardo Faiella - 17 Novembre 2011

Elisabetta De Palo, la Mirella Bonelli della soap opera Vivere, è la protagonista della commedia di Tennessee Williams, Lo Zoo di Vetro, in scena dal l6 novembre al 4 dicembre al Teatro Casa delle Culture.
Definito dallo stesso autore “dramma della memoria”, Lo Zoo di Vetro fu lo spettacolo che lo rese famoso, sebbene Williams lo concepì nel 1944, quando già produceva egregi lavori da oltre dieci anni. Per dare l’idea della fiorente vena di questo drammaturgo, scrittore, sceneggiatore e poeta statunitense basta ricordare tre sue famosissime opere divenuti poi film di successo: Un tram chiamato desiderio, La gatta sul tetto che scotta e La rosa tatuata.
Lo Zoo di Vetro racconta la storia di Amanda (Elisabetta De Palo), donna separata di grande vitalità, ma possessiva e petulante, soprattutto nei confronti dei suoi due figli: Laura – interpretata da Valentina Marziali – e Tom (Danilo Celli). Preoccupata per la figlia Laura, ancora single, Amanda esorta Tom a invitare un suo collega, che fosse sentimentalmente disponibile per Laura. Il progetto non va in porto: il collega Jim non è la persona adatta, tanto che causa in maniera definitiva la rottura del delicato equilibrio familiare.

Note del regista Salvatore Chiosi – “… il dramma è memoria… nella memoria tutto sembra succedere in musica”. Inevitabilmente il prologo ha accompagnato l’intero mio lavoro di messa in scena del testo. Tom ci svela ‘pezzi’ della sua vita in una sorta di flash back cinematografico. Approfittando delle mie esperienze in questo campo ho giocato idealmente anche con i primi piani, i campi lunghi, il montaggio alternato, le dissolvenze incrociate e i cosiddetti stacchi. Il ricordo poi, apre la strada anche ai sogni, alla fantasia, alle emozioni. Per questo, la messa in scena è anche illusione e allusione. Il realismo c’è solo nella recitazione, nel costume e in pochi elementi scenografici. Nel gioco delle Luci ‘luogo del racconto’ e ‘luogo evocato’ si alternano. Le Musiche commentano – spesso a contrasto – alcuni momenti del dramma. Richiamando alla mente episodi del suo passato, Tom evoca in scena se stesso, sua madre, sua sorella e Jim. Man mano, tra scontri verbali, speranze deluse, rimorsi e scelte, il puzzle dell’intera Storia si compone. Una Storia emozionante e poetica che ancora oggi ci appartiene.

Scripta Volant presenta:
TEATRO CASA DELLE CULTURE – via San Crisogono 45
16 novembre-4 dicembre: Lo Zoo di Vetro, di Tennessee Williams
con: Elisabetta De Palo, Danilo Celli, Giulio Cristini, Valentina Marziali
scena e costumi: Stefano Cioncolini; musiche: Pericle Odierna; regia: Salvatore Chiosi; traduzione: Gerardo Guerrieri
Biglietti: 12-15 € (studenti 8 € – tessera 1 €)
Spettacoli: mar-sab ore 21; dom ore 18 – INFO: 0658333253 – www.casadelleculture.net

Nella foto: Giulio Cristini, Valentina Marziali, Elisabetta De Palo, Danilo Celli


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti