Open day, la Roma batte il Siviglia 6-4

Dzeko e Salah i grandi protagonisti della serata. Il bosniaco realizza due reti e un assist, l’egiziano un gol e il passaggio decisivo per il momentaneo 3-0
Marco Mikhail - 15 Agosto 2015

Sono stati circa 30mila i tifosi giunti all’Olimpico, venerdì 14 agosto, in occasione dell’Open day, alla presentazione della squadra e per vedere all’opera i nuovi acquisti Dzeko e Salah contro il Siviglia, nella sfida poi vinta dai giallorossi per 6-4.

dzeUna festa che era iniziata già alle 18 con l’apertura dei cancelli dell’Olimpico, e migliaia di supporters entusiasti all’idea di poter dare il benvenuto nella capitale al bosniaco e all’egiziano. Qualche mugugno per gli eccessivi controlli sottoposti dagli steward all’altezza dei tornelli, con alcuni tifosi “costretti” a togliersi le scarpe per il timore che potessero introdurre qualche oggetto contundente all’interno dello stadio.

salahAlle 18.30 i giocatori sono entrati sul rettangolo di gioco e i più acclamati in assoluto sono stati Salah, Castan (alla prima all’Olimpico dall’operazione alla testa che lo ha costretto a rimanere fermo un anno), De Rossi, Dzeko e Francesco Totti, per il quale la curva sud ha riservato un vero e proprio boato al suo ingresso in campo.

Alle 20 è iniziata la gara contro i campioni dell’Europa League, che martedì hanno messo in seria difficoltà il Barcellona nella finale di Supercoppa europea, perdendo solo ai supplementari per 5-4. Dopo appena 4 minuti dall’inizio della sfida, Dzeko scarica un destro sotto al sette portando in vantaggio i capitolini. Al 7’ Torosidis, schierato terzino sinistro, parte dalla sua trequarti campo e arriva in solitaria ai 25 metri, dove calcia un rasoterra che si infila alle spalle del portiere.

tottiI nuovi acquisti sembrano già integrati con il resto della squadra, e lo si vede al 41’ quando Maicon recupera un pallone al limite dell’area degli spagnoli, serve Salah che di prima assiste Pjanic, scavetto del bosniaco ancora per l’egiziano, che al volo mette al centro per un solissimo Dzeko che appoggia in rete. Il centravanti, già paragonato a Batistuta dai tanti tifosi presenti allo stadio, al 43’ si invola sulla fascia destra e serve al centro per Nainggolan, che di piatto firma il 4-0.

Al termine della prima frazione Garcia sostituisce Manolas e Castan, gli unici due centrali rimasti in rosa dopo le cessioni di Romagnoli e nelle ultime ore di Yamga Mbiwa al Lione, con De Rossi e Capradossi. Il difensore brasiliano, alla prima all’Olimpico dopo un anno di assenza per l’infortunio alla testa che l’ha costretto ad operarsi nello scorso dicembre, è uscito commosso dal campo ringraziando la tifoseria per il supporto datogli in questi mesi di assenza dal terreno di gioco.

garciaIl secondo tempo inizia come era finito il primo Salah si invola sulla fascia destra e al volo insacca sotto il sette, portando il risultato sul 5-0. La girandola di cambi vede Totti, Iturbe e Gervinho subentrare al tridente titolare schierato dal tecnico formato da Dzeko, Salah e Iago Falque. L’ex Verona si conquista subito un rigore e Totti trasforma il penalty davanti agli occhi del figlio Christian seduto in panchina.

L’ampio vantaggio distrae i giallorossi e il Siviglia accorcia per quattro volte le distanze in meno di quindici minuti dal 70’ all’85’. Al triplice fischio finale l’entusiasmo dei tifosi, che già sognano in grande, in vista di una stagione che ai loro occhi può portare alla conquista del trofeo più ambito, lo scudetto.

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti