I problemi sono tanti? Per la soluzione: Keccevò’, Associazione No Profit

Ha sede in via dei Fiori n 34/e all’Alessandrino
Redazione - 12 Giugno 2017

Annalisa e Sabrina sono le simpatiche e dinamiche animatrici di Keccevo’ un’Associazione No Profit che ha sede in via dei Fiori n 34/e all’Alessandrino (tel. 06.94376862 – www.keccevo.org – keccevo@gmail.com – FB: @keccevo)

Gli orari di apertura sono: lun: 10.00 – 13.00; mar: 16.00 – 18.00; gio e ven: 10.00 – 14.00;

Abbiamo appreso della sua esistenza grazie a Stefano Federico della non lontana Farmacia Albanese in viale Alessandrino, sempre attento e sensibile a ciò che di nuovo il suo quartiere offre.

In un recentissimo incontro con Annalisa e Sabrina abbiamo così appreso brevemente chi sono e cosa vorrebbero fare.

Si propongono con come sportello sociale, come punto informativo e formativo, come luogo di incontro.

Il loro scopo è di incrementare le competenze e le conoscenze al fine di migliorare il senso di efficacia personale e di semplificare la vita quotidiana delle persone.

Per questo raccolgono le esigenze e cercano di individuare soluzioni; indirizzano verso le risorse pubbliche e private più appropriate in base alle specifiche necessità degli utenti.

Insegnano ad esempio a fare il 730 da soli, ad accedere ai servizi della pubblica amministrazione.

Organizzano aiuto compiti, promuovono corsi di alfabetizzazione e formazione in vari ambiti (informatica, lingue, ecc.).

Cercano di stimolare iniziative per la creazione di gruppi di mutuo aiuto e di una rete di professionisti a costo sociale.

Si propogono come un luogo di incontro tra bisogni e risorse, un luogo dove poter incrociare esigenze lavorative e fondarle su rapporti di fiducia tra le persone.

Mettono a disposizione lo spazio della loro sede per chi avesse competenze e saperi da diffondere e condividere, sia gratuitamente sia a contribuzione.

I servizi sono accessibili ai soci tramite tessera associativa annuale.

Per l’anno 2017 il costo della tessera è di 5 euro.

A seconda del servizio e della disponibilità dei soci, si potrà chiedere un contributo a sostegno delle spese.

In ogni caso cercano sempre di trovare delle “gratuità” per le persone in particolare difficoltà.

Incontrarle è facile, basta recarsi in sede. Insomma bastano due passi… e Keccevo’


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti