Quarticciolo. Sportello legale per chi è stato abbandonato nella crisi sanitaria

Potere al Popolo Roma sud est - 9 Febbraio 2021

Riceviamo e pubblichiamo

Apre al Quarticciolo, in via Togliatti 920/a, uno sportello legale per tutti coloro che, durante l’epidemia di Covid 19, hanno subito l’abbandono della sanità pubblica.

La colpa non è di medici, infermieri e operatori sanitari. La colpa è di chi doveva decidere è non l’ha fatto. La colpa è di chi deteneva la responsabilità politica.

Che la sanità italiana sia stata travolta dalla pandemia di Covid 19, è sotto gli occhi di tutti. Non serve rievocare le bare di Bergamo, non serve ricordare le file di auto davanti agli ospedali. Sono immagini ancora troppo vivide nella memoria del paese. La sanità pubblica avrebbe dovuto costituire l’ultima barriera di protezione tra il cittadino e l’ondata del virus. Era il compito che le affidavano la legge e il buon senso, ed evidentemente ha fallito.

Ma il disastro era davvero così inevitabile? Era inevitabile la negligenza nella stesura dei piani pandemici, fermi inspiegabilmente al 2006? Era inevitabile la sciatteria nell’applicazione delle misure previste dai piani, che pure nei rari casi in cui sono state messe in atto hanno fatto la differenza?

Basti l’esempio delle USCA laziali, sospese tra il paradossale e il ridicolo. Innanzitutto, la legge le richiedeva entro marzo e non sono state attivate fino a novembre. Ma la beffa non si ferma qui. Quelli che avrebbero dovuto essere i commando dell’assistenza domiciliare si sono trasformati sotto il tocco magico di Zingaretti nelle nostrane Usca-r: unità sanitarie al risparmio che non fornivano nessun tipo di cura, ma si limitavano a collezionare tamponi in serie a scapito degli altri servizi.

Perché la sanità pubblica è in ginocchio? Le ragioni precedono l’epidemia: trent’anni di tagli selvaggi non passano senza conseguenze. La responsabilità è di chi aveva il dovere di tutelare l’interesse collettivo, la salute dei cittadini prima del portafoglio dei privati. Di chi, sotto i dettami dell’austerità, ha svenduto le risorse che gli erano state affidate dal mandato democratico.

Per questo abbiamo deciso di agire legalmente contro i responsabili politici dello scempio a cui abbiamo assistito. Abbiamo raccolto un team legale e sanitario al servizio di tutti quelli che hanno subito, che sono stati abbandonati dalle istituzioni regionali e nazionali durante la pandemia. Lo sportello legale è aperto per raccogliere le loro testimonianze. Vi aspettano la dott.ssa Elisabetta Canitano, ginecologa, e Francesca Perri, medico emergentista 118, da sempre impegnate nella difesa della sanità pubblica.

Se siete risultati positivi al Covid e non avete ricevuto assistenza medica, se non siete riusciti ad accedere ai tamponi, se vi sono state negate le cure per altre malattie gravi perché i reparti erano pieni, vi aspettiamo alla Casa del Popolo in via Togliatti 920/a tutti i lunedì e mercoledì dalle 17: 30 alle 19: 30. Potete contattarci al 351 787 6870 o inviare una mail al  comitatopopolare.sanitapubblica@gmail.com. Abbiamo bisogno delle vostre storie. Non ci fermeremo così presto.

 

Potere al Popolo Roma sud est

Pubblicità elettorale Regionali 2023
Macelleria Colasanti

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti