SPAL-Lazio 1-0, occasione persa dai biancocelesti

Il VAR ed un rigore beffano una formazione molle e poco cattiva. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 4 Aprile 2019

La Lazio nel momento in cui ha avuto l’occasione giusta per spiccare al volo si è fermata in trasferta a Ferrara, nel turno infrasettimanale della 30^ giornata della Serie A Tim. Una sconfitta per 1-0 maturata nel finale di gara su calcio di rigore di Petagna, assegnato dall’arbitro Guida dopo aver rivisto l’immagine al VAR.

L’autore del fallo su Cionek è stato Patric che ancora una volta ha condannato i biancocelesti ad un risultato negativo. Ma la sconfitta non è colpa solo del biondo spagnolo ma anche e soprattutto dell’atteggiamento degli uomini di Inzaghi che quando incontrano una squadra sulla carta più inferiore abbassano la guardia, giocano con una sufficienza disarmane e senza la cattiveria giusta.

Nella corsa Champions nulla è compromesso ma considerato il pari di Milan e Roma da Ferrara si doveva tornare con un risultato diverso.

Fraseggio sterile

Dopo la vittoria di San Siro la Lazio ha cercato conferme contro la Spal. Fra i titolari Inzaghi ha recuperato Correa e l’ha schierato in coppia con Luis Alberto, a supporto di Immobile. In difesa il mister ha rilanciato Patric insieme all’inossidabile Acerbi e Bastos.

SPAL-Lazio 1-0Nei primi minuti di gioco gli ospiti hanno provato ad impensierire la Spal con il fraseggio stretto. Al 7’ Immobile si è reso pericoloso ma la sua occasione è stata neutralizzata da Viviano. Il palleggio insistito dei biancocelesti non ha portato a particolari frutti tant’è che la Spal con il passare del tempo ha guadagnato metri. Al 24’ l’ex Floccari ha avuto una chance ma Strakosha gli ha detto di no.

Qualche minuto dopo Marusic ha sbagliato un disimpegno favorendo il contropiede di Lazzari che per fortuna della Lazio davanti al portiere si è incartato ed ha concluso al lato. Al 31’ la Spal ha spaventato di nuovo la Lazio con il tiro cross velenoso di Fares.

VAR e rigore

Nella ripresa senza timori referenziali la Spal ha continuato ad attaccare la Lazio, che è andata in difficoltà sul pressing degli uomini di Semplici.

SPAL-Lazio 1-0Al 55’ si è fatto vedere Leiva da dentro l’area piccola, con Viviano che non si è fatto sorprendere. Qualche minuto dopo Inzaghi ha richiamato in panchina Correa, per inserire Caicedo al suo posto.

La mossa non ha rivitalizzato un attacco in difficoltà contro i difensori di casa. Al 72’ Milinkovic ha fatto la sponda per Marusic che da buona posizione ha calciato alto. La gara è stata piacevole ma bloccata sullo 0-0 ma negli ultimi minuti l’episodio decisivo che ha cambiato completamente le carte in tavola.

Cionek è caduto in area laziale sulla pressione di Patric e l’arbitro stava per assegnare un calcio di rigore alla Spal ma chi ha subito il fallo ha fatto cenno di no all’arbitro che così è andato a rivedere le immagini al VAR. Dopo il consulto davanti al monitor Guida ha confermato la sua decisione ed ha assegnato il calcio di rigore che Petagna ha trasformato.

Nel recupero la Lazio si è gettata tutta in avanti, ma senza mai trovare la mischia o l’occasione giusta per parteggiare i conti.

Le pagelle si SPAL-Lazio 1-0

LAZIO

Strakosha 6 – Con l’istinto ha neutralizzato tutte le occasioni della Spal.

Patric 4 – Ha commesso l’errore fatale che ha condannato la Lazio alla sconfitta. Il fallo da rigore è stato netto, il difensore laziale ha colpito con la suola l’avversario.

90’ Parolo sv.

SPAL-Lazio 1-0Acerbi 6 – La difesa della Lazio ha retto bene le incursioni di Petagna e dell’ex Floccari.

Bastos 6 – Nell’uno contro uno ha dato il meglio di sé.

Marusic 5 – Non è stato particolarmente brillante, nella ripresa ha sciupato una delle palle goal a disposizione della Lazio.

Milinkovic 6 – Tutte le occasioni più pericolose sono passate dai suoi piedi.

Leiva 5 – Il brasiliano ha sofferto oltremodo il pressing degli avversari.

Luis Alberto 5 – Lo spagnolo ha giocato meglio nel primo tempo provando ad inventare qualcosa, nella ripresa è sparito dal campo.

Lulic 5 – Due gare cosi ravvicinate sono troppe per lui. In questa gara è sembrato parecchio in difficoltò, soprattutto dal punto di vista fisico.

77′ Durmisi 5 – Ha avuto il tempo di rimediare un’ammonizione gratuita.

Correa 5 – complice il mal di schiena che ha patito contro l’Inter in questa gara l’argentino è stato fra i peggiori in campo.

61′ Caicedo 5 – Il suo ingresso non ha inciso su un attacco che in questa gara ha giocato male.

Immobile 5 – Il bomber ha offerto una prova incolore, su un campo che l’hanno scorso l’aveva visto grande protagonista con un poker.

All. Simone Inzaghi 5 – La Lazio aveva bisogno di una vittoria per dare continuità ai tre punti di San Siro ed invece è arrivata una sconfitta, l’ennesima di una squadra ce non riesca a fare il salto di qualità

SPAL

Viviano 6.5, Regini 6 (30′ Felipe sv), Cionek 6.5, Vicari 6, Fares 6; Lazzari 7, Missiroli 6, Murgia 6.5 (71′ Schiattarella 6), Kurtic 6; Floccari 6.5 (76′ Paloschi sv), Petagna 6.5. All. Leonardo Semplici 7

Arbitro: Marco Guida (sez. Torre Annunziata) 6SPAL-Lazio 1-0

Il tabellino di SPAL-Lazio 1-0

Marcatore: 89′ rig. Petagna (S)

SPAL (4-4-2): Viviano; Regini (30′ Felipe), Cionek, Vicari, Fares; Lazzari, Missiroli, Murgia (71′ Schiattarella), Kurtic; Floccari (76′ Paloschi), Petagna. A disp. Gomis, Fulignati, Poluzzi, Bonifazi, Dickmann, Valoti, Valdifiori, Jankovic, Antenucci. All. Leonardo Semplici.

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric (90′ Parolo), Acerbi, Bastos; Marusic, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic (77′ Durmisi); Correa (61′ Caicedo), Immobile. A disp. Proto, Guerrieri, Wallace, Luiz Felipe, Romulo, Berisha, Badelj, Jordao, Cataldi. All. Simone Inzaghi.

Arbitro: Marco Guida (sez. Torre Annunziata). Ass.: Villa – Di Vuolo. IV uomo: Giua. V.A.R.: Orsato. A.V.A.R.: Mondin.

NOTE. Recupero: 3′ pt; 6′ st. Ammoniti: 57′ Milinkovic (L), 64′ Immobile (L), 82′ Lazzari (S), 93′ Paloschi (S), Strakosha (L), 93′ Durmisi (L), 95′ Parolo (L)


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti