Spal-Roma 2-1, le pagelle

Il migliore è Lazzari. Per la Roma è ancora Zaniolo la star. Disastro Kasdorp e Juan Jesus
Gianluigi Polcaro - 18 Marzo 2019

SPAL : Viviano 6,5; Bonifazi 6, Cionek 5,5, Vicari 5,5, Fares 7; Lazzari 7,5 (dal 76′ Regini 6), Missiroli 6, Murgia 5,5 (dall’84’ Simic s.v.), Kurtic  6 (dall’80’ Schiattarella 6); Antenucci 6, Petagna 7. All: Semplici 7

ROMA:

Olsen 5,5: Senza infamia e senza lode, ma con una squadra così rattoppata lui deve dare di più

Kasdorp 4,5: Altro disastro difensivo del biondo olandese. Non ne azzecca una, sempre in ritardo e lentissimo. Si fa surclassare di testa da Fares per la rete dell’1-0. Quando migliora, meglio protetto dall’assetto tattico della ripresa, finisce le energie. Sembra tutto tranne un difensore

(dall’80’ Santon) 6: Più incisivo di Kasdorp, forse Ranieri poteva utilizzarlo prima

Fazio 6: Beneficia dell’assetto tattico più prudente e prova a impostare da dietro anche se gli spazi non si trovano

Marcano 6: La fiducia del mister viene ripaga con un’altra prestazione accorta anche se in occasione del rigore concesso agli emiliani, tutta la linea difensiva si fa sorprendere

Juan Jesus 4,5: Inadeguato anche spostato a sinistra. È il difensore che più di tutti mostra una condizione imbarazzante. Sempre in ritardo e spesso i suoi recuperi sono inutili, come in occasione del rigore (dubbio) provocato

Kluivert 5: Parte bene con buoni spunti per vie centrali, ma è discontinuo e non copre mai la fascia abbandonando Kasdorp al suo destino

(dal 45′ Zaniolo) 7: Una svolta per la gara della Roma. Dona alla squadra la giusta freschezza e personalità. Anche lui ha il compito di accentrarsi da destra e quando lo fa sono dolori per i difensori di casa. Ispira il rigore per atterramento di Dzeko e i suoi spunti personali creano sempre pericoli, peccato che i suoi compagni non siano degni della sua classe

Nzonzi 5: Un pesce fuor d’acqua. Continua il tracollo del “polpo” che a centrocampo viene costantemente messo in mezzo dai mediani avversari. Stavolta filtro a corrente alternata per la difesa giallorossa

Cristante 5: Anche lui prosegue la sua striscia di prestazioni negative. Dovrebbe fungere da ragionatore del centrocampo ma la sua manovra è scontata. Sempre in ritardo nelle chiusure e secondo nei takle

El Shaarawy 5: Non copre per nulla Juan Jesus e nemmeno si vede molto in avanti

(dal 45′ Perotti) 6,5: Non al top, ma si fa sentire grazie alla sua personalità. Sigla magistralmente il rigore del temporaneo 1-1 e cerca di predersi le sue responsabilità sulla sinistra anche se non ha nelle sue corde la forza e la predisposizione di ripiegare in supporto di Juan Jesus

Schick 5,5: In coppia con Dzeko non brilla. Sembra non trovare gli spazi giusti e soprattutto non è perspicace nel dialogare con i compagni. A livello di condizione sembra comunque  in crescita

Dzeko 6,5: Nonostante il crescente nervosismo che lo assale a ogni gara, è sempre il punto di riferimento della squadra. Primo tempo difficile per la mancanza di spazi, ma cerca di essere incisivo con un tiro dopo essersi smarcato alla sua maniera. Ripresa da vero leader, prima si procura il rigore dopo l’atterramento mentre è lanciato a rete, poi si mette a disposizione della squadra con un gran possesso palla. Si inventa un’azione in area dopo aver controllato una palla aerea e sul gran tiro Viviano gli nega la gioia del gol

Allenatore: Ranieri 5,5: Con la squadra ai minimi termini è costretto a utilizzare quattro attaccanti di cui due che dovrebbero fare i fluidificanti e dare una mano in difesa. Esperimento naufragato mentre il resto della squadra si accartoccia sulle sue paure e sulla scarsa qualità dei superstiti. L’aggiustatore non può far miracoli con i il materiale rimastogli a disposizione

Arbitro: Rocchi 4: Ancora una pessima prestazione dell’arbitro di Firenze. In carriera spesso si è ritrovato a penalizzare la Roma con arbitraggi infelici in momenti in cui i giallorossi provavano a cambiare marcia e quindi condannandoli alla disfatta. Stavolta pare che il rigore fischiato a Juan Jesus sia esagerato, mentre su quello fischiato a Dzeko, Cionek commette fallo in chiara occasione da rete, ma non viene espulso

La cronaca di Spal Roma 2-1


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti