Stazione Tiburtina, i cittadini “Montuori Assessore alle Bugie, dal suo operato danni economici milionari”

Comunicato stampa - 25 Luglio 2021

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa del Comitato Cittadini Stazione Tiburtina

Riguardo l’intervista all’Assessore all’Urbanistica del Comune di Roma Luca Montuori sul Corriere della Sera di oggi, 25 luglio, replicano aspramente i comitati dei residenti “Montuori è ormai l’Assessore alle bugie, l’urbanistica è meglio che la torni ad insegnare sui libri all’Università visti i disastri che vengono fuori dal suo assessorato”. Il riferimento è al progetto di risistemazione della Stazione Tiburtina post abbattimento della sopraelevata “Gli alberi abbattuti dal progetto Montuori saranno sicuramente più di quattro. Degli attuali 12 lecci ne sopravviveranno solo quattro. Anche la vita di questi ultimi quattro lecci viene resa difficile visto che nella nuova sistemazione a mezzo metro dal tronco ci saranno i nuovi capolinea Atac posizionati inspiegabilmente sotto le finestre delle abitazioni pronti a sgasare i loro fumi tossici nelle finestre dei residenti. C’è poi un pericoloso progetto che Montuori sta portando avanti insieme ai progettisti di FS presentato la scorsa settimana presso la Casa dell’Architettura che vedrebbe abbattuti centinaia di alberi quasi centenari. La massima miopia di Montuori è proprio su questo. Dice nella sua dichiarazione che in un futuro a Tiburtina ci potrebbe essere “addirittura un parco”. A Tiburtina già c’è un bosco urbano importantissimo che conta centinaia di alberi. Un patrimonio verde che il professorone e i suoi vorrebbero radere al suolo contrariamente a qualsiasi teoria urbanistica moderna. L’illusione portata avanti dall’ufficio disastri di Montuori è che a fronte di alberi abbattuti se ne piantano altri. Tutti sanno che nella Roma di Virginia Raggi c’è un effetto girini, a fronte di decine di alberi piantati nella migliore delle ipotesi ne sopravvive qualcuno” replicano sul verde dal Comitato Cittadini Stazione Tiburtina. Montuori nell’intervista annuncia lo smantellamento dell’attuale autostazione dei pullman in vista di un futuro spostamento sul lato Pietralata “questa è la vicenda più grave delle malefatte portate avanti da Montuori. Il Comune di Roma ha attualmente su propri terreni un’autostazione dal valore di circa 6milioni di euro pronta da mandare a gara. Con quei soldi si potrebbe riqualificare tutto il quartiere. L’idea geniale del professor Montuori è quella di eliminarla per regalare questo asset a FS che realizzerebbe l’autostazione su propri terreni senza dare al Comune alcunché in cambio. Addirittura il Comune anziché chiedere qualcosa in cambio ad Fs gli concederebbe la realizzazione di altri 13 palazzi da costruire sul ciglio della ferrovia tutti in linea tra loro stile serpentone di Corviale. Di questi danni economici milionari al Comune di Roma il nostro Montuori non è nuovo. Pensate ad esempio al grandissimo parcheggio interrato presente sul lato Pietralata della Stazione Tiburtina. I privati che hanno costruito su quel lato hanno realizzato quell’ampio parcheggio per il Comune di Roma per compensare le cubature realizzate. Il Comune non ha mai voluto aprire quel parcheggio che poteva generare gettito per le casse del Comune. L’Assessore ha poi dichiarato in una Commissione Congiunta Mobilità-Urbanistica che avrebbe ridato indietro questo parcheggio a privati. Nelle città che funzionano i Comuni traggono benefici per la collettività dalle edificazioni, a Roma ogni possibile beneficio viene di contro annullato dalla malagestione dell’urbanistica romana. L’unica cosa positiva è che questa agghiacciante gestione della città sta per finire e che per chiunque vincerà le elezioni sarà impossibile fare peggio di così” concludono dal Comitato Cittadini Stazione Tiburtina.

Francesco FIGLIOMENI elezioni comune di Roma 2021
Pubblicità elettorale 2021 amministrative Roma

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti