Derby tradito, Lazio già in vacanza

In un derby inutile per la classifica la squadra, tradendo i tifosi, era con la testa già in vacanza. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 16 Maggio 2021

La Roma ha vinto uno dei derby più inutili al fine del risultato degli ultimi anni, al cospetto di una Lazio già in vacanza mentalmente dopo la disfatta di Firenze. In campo si sono affrontate da un lato una squadra, la Roma, desiderosa di un buon risultato per rendere meno amara la stagione e dall’altra, la Lazio, che dopo il 2-0 del Franchi ha perso ogni possibilità di entrare in Champions ed ha mollato mentalmente.

A prescindere dalle diverse motivazioni non ci sono alibi per i biancocelesti che hanno tradito lo spirito del derby perché questa, non sarà mai una partita come le altre e va giocata sempre come se in campo ci fosse in palio lo scudetto.

Ma purtroppo per i giocatori 3.0 il senso di appartenenza ad una maglia è importante solo quando devono postare qualcosa sui social.

Un solo lampo

La Lazio ha tradito anche perché è alla fine di un ciclo. Non ha giocato proprio il derby, al contrario di una Roma che con grande attenzione si è chiusa a riccio ed ha sfruttato nel migliore dei modi la serata di grazia di Dzeko e la serataccia di Acerbi. Il difensore biancoceleste proprio contro la Roma ha giocato la sua peggiore partita nella Capitale.

Roma-Lazio 2-0Anche Milinkovic quando aveva la palla buona per far male ai romanisti, ha tentato un pallonetto improbabile. Immobile ha avute pochissime chance, quasi nessuna, da Muriqi l’ennesima prestazione insufficiente. L’unico che si è salvato è stato Luis Alberto che ha tentato di giocare al calcio e di spronare i compagni.

Positiva anche la prestazione di Lazzari e non a caso insieme allo spagnolo ha confezionato la migliore occasione laziale di tutta la partita, parata ottimamente dal giovane portiere giallorosso Fuzato.

Acerbi in serata no

Dall’altra parte la Roma, senza strafare, con intelligenza nel primo tempo ha giocato compatta e nel finale ha trovato il goal Mkhitaryan, al termine di un’azione portata avanti da Dzeko con la complicità di Acerbi.

Il laziale si è fatto sorprendere come se fosse un dilettante e quando poteva tentare almeno di spazzare in angolo ha lasciato strada al bosniaco che ha confezionato l’assist. Il derby della Lazio è finito lì perché nella ripresa la Roma, forte del vantaggio, ha avuto più coraggio e la Lazio è stata incapace di farle male.

Adotta Abitare A

Il due a zero di Pedro in contropiede è stato l’epilogo di in un derby tradito, con Acerbi che ha sbagliato anche questa volta e che poi è stato anche espulso.

Le pagelle di Roma-Lazio 2-0

LAZIO

Reina 5.5 – Praticamente non ha proprio giocato perché la Roma è stata pericolosa solo nelle azioni dei goal, in cui non è riuscito ad opporsi.

Marusic 5 – Non ha inciso né da difensore e né da esterno sinistro.

73′ Fares 5 – Niente di niente.

Acerbi 4 – Derby da incubo, in pratica ha propiziato entrambi i goal giallorossi. Una serata storta può capitare a tutti e quando capita a lui fa ancora più rumore.

Radu 5 – Questa volta la grinta non è stata sufficiente.

73′ Caicedo 6 – Il suo ingresso è stato ininfluente anche perché la Lazio nel secondo tempo ha faticato terribilmente in avanti.

Lazzari 5.5 – Un solo unico lampo quando ha servito una palla d’oro a Luis Alberto.

Milinkovic 5 – Ha giocato mascherato dopo la botta la naso di Firenze ma quando ha avuto la possibilità di fare male doveva buttare giù la porta. I pallonetti sono buoni in altre circostanze non in un derby in equilibrio.

84′ Akpa Akpro sv.

Roma-Lazio 2-0Leiva 5 – È stata una partita difficile e se lui non è al top anche la Lazio non gira. È tempo di interrompere questa dipendenza da Leiva.

Luis Alberto 5.5 – Nel primo tempo ha provato a giocare a calcio ed ha spronare i suoi. È andato vicino anche al goal ma il suo tiro è stato ben parato da Fuzato.

Lulic 5 – Il fisico e gli acciacchi non gli permettono più di giocare un derby al top.

59′ Luiz Felipe 5.5 – Dopo l’infortunio fatica a trovare la gamba, arrivederci alla prossima stagione.

Muriqi 5 – Si è dato da fare ma in maniera molto confusa, come spesso è accaduto in questa stagione.

59′ Pereira 5 – Non gli è riuscita una giocata.

Roma-Lazio 2-0Immobile 5.5 – Non ha avuto una palla giocabile, zero. Quando l’ha avuta ha confezionato un tiro di tacco sul quale Fuzato si è superato ma in ogni caso la sua magia sarebbe stata annullata al VAR dato che si trovata in fuorigioco.

All. Simone Inzaghi 5 – La Lazio ha perso il derby prima negli spogliatoi e poi in campo. All’Olimpico si è giocato contro la stessa squadra dominata all’andata ma questa volta la differenza l’ha fatta la testa. La squadra dopo Firenze si è sentita già in vacanza ed in un derby, seppur inutile ai fini della classifica, quest’atteggiamento è inaccettabile.

Arbitro: Luca Pairetto (sez. di Nichelino) 6.

👉 Le pagelle della Roma link QUI

Roma-Lazio 2-0

 

Il tabellino di Roma-Lazio 2-0

Marcatori: 43′ Mkhitaryan (R), 78′ Pedro (R)

ROMA (4-2-3-1): Fuzato; Karsdorp, Mancini, Ibanez (38′ Kumbulla), Bruno Peres (46′ Santon); Darboe, Cristante; Mkhitaryan, Pellegrini (72′ Villar), El Shaarawy (72′ Pedro); Dzeko (89′ Mayoral). A disp. Mirante, Farelli, Juan Jesus, Pastore, Zalewski, Reynolds. All. Paulo Fonseca.

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic (73′ Fares), Acerbi, Radu (73′ Caicedo); Lazzari, Milinkovic (84′ Akpa Akpro), Leiva, Luis Alberto, Lulic (59′ Luiz Felipe); Muriqi (59′ Pereira), Immobile. A disp. Strakosha, Alia, Patric, Parolo, Escalante, Cataldi, Correa. All. Simone Inzaghi.

Arbitro: Luca Pairetto (sez. di Nichelino). Assistenti: Bindoni, Raghetti. IV uomo: Di Martino. V.A.R.: Aureliano. A.V.A.R.: Vivenzi.

NOTE. Ammoniti: 16′ Bruno Peres (R), 23′ Acerbi (L), 47′ Santon (R). Espulso: 87′ Acerbi (L). Recupero: 1′ pt, 3′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti