La Lazio domina il derby e umilia la Roma per 3-0

Derby senza storia, strapazzati i giallorossi con le reti di Immobile e Luis Alberto. Cronaca, pagelle, tabellino e videosintesi
Marco Savo - 16 Gennaio 2021

La Lazio ha fatto suo un derby che dominato dall’inizio alla fine. Il 3-0 finale è stato un risultato che va stretto per i biancocelesti, vista l’enorme differenza tecnica ed agonistica che si è palesata sul prato dell’Olimpico.

Al 15’ Immobile ha aperto le marcature, al 24’ ed al 67’ Luis Alberto ha messo la sua doppia firma sulla stracittadina.

Chi conosce la Lazio di questa stagione era quasi sicuro di assistere ad una partita importate e giocata in un certo modo.

 

La Lazio che ti aspetti

L’undici di Inzaghi si esalta nelle partite che contano (vedi il doppio confronto con il Borussia Dortmund in Champions League), salvo squagliarsi come neve a sole al cospetto di squadre minori (qui l’elenco è lungo, come ad esempio le sconfitte contro la Sampdoria a Marassi o quella dell’Olimpico contro l’Udinese).

La Lazio al massimo della concentrazione è una squadra fortissima, soprattutto se ha anche la possibilità di recuperare energie fisiche come è successo prima del derby.

Al contrario la Roma ha dimostrato di essere mediocre contro le big e forte nelle gare con le cosiddette piccole.Lazio-Roma 3-0

Biancocelesti straripanti

In un Olimpico deserto a causa del Covid-19 la Lazio ha messo fin da subito alle corde la Roma.

Adotta Abitare A

I primi minuti sono stati un monologo biancoceleste, anche grazie ad un Lazzari in condizione straripante. L’esterno al 13’ ha indotto Ibanez all’errore, su un lancio di Immobile senza pretese.

Lazio-Roma 3-0Lazzari ha così rubato palla al giallorosso, per poi servire il bomber che da ottima posizione ha fatto goal.

Il vantaggio ha esaltato la squadra di Inzaghi che con una concentrazione estrema ha continuato a martellare la Roma e raddoppiando al 24’ con Luis Alberto.

L’azione del 2-0 è partita ancora una volta dai piedi di Lazzari che si è fatto beffe di Ibanez. Il giallorosso l’ha anche buttato giù (ci poteva stare il calcio di rigore) e da terra l’esterno in qualche modo è riuscito a servire lo spagnolo che dal dischetto del calcio di rigore non ha sbagliato.

Dopo il raddoppio c’è stata una piccola reazione giallorossa ma che non ha prodotto veri pericoli alla porta di Reina e così il primo tempo si è chiuso con la Lazio meritamente avanti d due reti.

Lazio-Roma 3-0

Tris e tutti a casa

Ad inizio ripresa ci si aspettava una Roma che provava a ribaltare la partita ma contro questa Lazio c’è stato poco da fare. I biancocelesti infatti più volte hanno sfiorato il tris, che è arrivato puntuale al 67’ con Luis Alberto, bravo a piazzare a giro la palla nel sette dopo l’ennesima azione straripante di Lazzari. Dopo il 3-0 la partita ha avuto poco da dire.

Lazio-Roma 3-0Nel finale anche Reina ha risposto presente (per tutta la gara non è stato quasi mai impegnato) su un tiro ravvicinato di Dzeko.

Al triplice fischio di Orsato (l’arbitro del 26 maggio) è scoppiata la festa a casa dei tifosi laziali. Ecco appunto l’unico rammarico di questo derby è quello di un abbraccio mancato con i tifosi e con la Curva Nord.

I social ed il virtuale non potranno mai sostituire o eguagliare le emozioni di una vittoria del genere vissuta in uno stadio pieno.

Le pagelle di Lazio-Roma 3-0

LAZIO

Reina 6.5 – In pratica ha assistito alla vittoria laziale da una postazione privilegiata. Nel finale Dzeko l’ha costretto a sporcarsi la maglia, che fino ad allora era del tutto intonsa.

Luiz Felipe 7 – Ha giocato una gara super, con una concentrazione massima dal primo minuto a fino a quando è rimasto in campo. Non ha sbagliato un contrasto

69′ Patric 6 – Ha partecipato alla festa finale.

Acerbi 7 – In una partita importante come può essere un derby Inzaghi ha rilanciato la vecchia guardia che non ha tradito.

Radu 7 – Con 20 derby giocati alle spalle conosce tutte le sfumature di questa partita e perciò è stato un tifoso in campo, aggredendo il più possibile gli avversari.

83′ Hoedt sv.

Lazzari 9 – Un fenomeno, la Lazio ha costruito la vittoria sulle sue folate. Quando è in condizione è un esterno straripante, erano dai tempi di Sérgio Conceição che la Lazio non era così forte sulla fascia destra.

Milinkovic 7.5 – Il serbo con le sue sponde e recuperi palla è stato colui che ha armato Lazzari sulla destra.

Leiva 7.5 – Uno come lui in partite importanti e sentite come queste difficilmente sbaglia. Questa gara ha ricordato da vicino la vittoria straripante contro il Borussia Dortmund.

65′ Escalante 6 – Inzaghi gli ha consegnato la gestione della palla in una fase in cui la Lazio ha badato più a gestire il risultato ed a non infierire sui poveri avversari.

Luis Alberto 8 – Una doppietta nel derby è tanta roba, ha siglato due goal con due tiri magistrali che non hanno lasciato scampo a Pau Lopez.

Marusic 7 – Rispetto a Lazzari ha svolto un compito maggiormente difensivo, dando lo stesso il suo grande contributo a questa vittoria.

Caicedo 7.5 – Ha fatto un gran lavoro per la squadra. È una spalla ideale per la Scarpa d’Oro Immobile.

65′ Akpa Akpro 6.5 – Anche lui partendo dalla panchina si è guadagnato l’applauso dei tifosi a casa.

Lazio-Roma 3-0Immobile 8 – Nei derby e nelle partite che contano lui c’è sempre. Il record di goal in Serie A e la Scarpa d’Oro non sono arrivati per caso. Ha stravinto in confronto fra bomber con Dzeko.

83′ Muriqi sv.

All. Simone Inzaghi 9 – Il 3-0 è la sua vittoria nei confronti dell’ennesimo messia del calcio che siede sulla panchina giallorossa. Il risultato poteva essere anche più ampio: dopo il tre a zero la squadra ha pensato a preservare le forze in vista dei prossimi impegni.

ROMA

Pau Lopez 5; Mancini 5 (70’ Mayoral 6), Smalling 5,5, Ibanez 4; Karsdor 5, Veretout 5 (46’ Pedro 5), Villar 5 (Cristante 5,5) Spinazzola 5 (70’ Bruno Peres 6); Mkhitaryan 5, Pellegrini 5; Dzeko 5. All. Paulo Fonseca 5.

Arbitro: Daniele Orsato (sez. di Schio) 7.

 

Il tabellino di Lazio-Roma 3-0

Marcatori: 15′ Immobile (L), 24′, 67′ Luis Alberto (L)

LAZIO (3-5-2): Reina; Luiz Felipe (69′ Patric), Acerbi, Radu (83′ Hoedt); Lazzari, Milinkovic, Leiva (65′ Escalante), Luis Alberto, Marusic, Caicedo (65′ Akpa Akpro), Immobile (83′ Muriqi). A disp. Alia, Furlanetto, Armini, Parolo, Lulic, Pereira, Correa. All. Simone Inzaghi.

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini (70′ Mayoral), Smalling, Ibanez; Karsdorp, Villar (60′ Cristante), Veretout (46′ Pedro), Spinazzola (70′ Bruno Peres); Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. A disp. Fuzato, Farelli, Kumbulla, Fazio, Juan Jesus, Diawara, Podgoreanu, Perez. All. Paulo Fonseca.

Arbitro: Daniele Orsato (sez. di Schio). Assistenti: Meli, Mondin. IV uomo: Irrati. V.A.R.: Mazzoleni. A.V.A.R.: Valeriani.

NOTE. Ammoniti: 11′ Milinkovic (L), 20′ Radu (L), 34′ Mancini (R), 47′ Acerbi (L), 60′ Smalling (R), 62′ Luiz Felipe (L), 63′ Leiva (L), 71′ Pedro (R), 90′ Mkhitaryan (R). Recupero: 2′ pt, 6′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti