Lazio-Parma 2-1: avanti in Coppa con il primo goal di Muriqi

La Lazio avanza in Coppa Italia ed ai quarti di finale affronterà l’Atalanta. Cronaca, pagelle e tabellino
Marco Savo - 22 Gennaio 2021

Con un goal al 90’ di Muriqi, che così si è finalmente sbloccato, la Lazio ha conquistato i quarti di finale di Tim Cup ai danni del Parma. Chi conosce bene la squadra biancoceleste sapeva già che questo match non sarebbe stato affrontato con la stessa carica agonistica messa in mostra nel derby.

La Lazio è passata meritatamente in vantaggio con l’eterno Parolo e lì ha pensato che la partita fosse in cassaforte ma si sbagliava perché il Parma nel secondo tempo in qualche modo poi è riuscito a pareggiare i conti con Mihaila.

E quando orami i supplementari sembravano scontati la zuccata di Muriqi ha rimesso le cose a posto. Il centravanti, fiore all’occhiello dell’ultima campagna acquisti di Tare, giustamente diventa l’uomo copertina perché finalmente è riuscito a sbloccarsi con la maglia biancoceleste, con l’auspicio che sia il primo di una lunga serie.

Solita Lazio

Sulle ali dell’entusiasmo post derby la Lazio ha affrontato all’Olimpico il Parma, nel match valido per gli ottavi di Tim Cup. Inzaghi nell’undici titolare ha operato un massiccio turnover, con Muriqi chiamato al riscatto al centro dell’attacco.

Lazio-Parma 2-1Al 14’ l’attaccante kosovaro è stato anche sfortunato, colpendo il palo alla destra di Colombi. Muriqi è nuovamente andato vicino al goal qualche minuto dopo ma è stato murato dal portiere emiliano.

Al 23’ anche Pereira ha colpito un palo e due minuti dopo Parolo di testa ha fatto goal. Il vantaggio ha rilassato la Lazio che ha terminato il primo tempo gestendo il risultato.

Avanti con Lulic e Muriqi

Nella ripresa il Parma si è rifatto sotto, con i padroni di casa che hanno badato maggiormente a difendere lo striminzito 1-0.
Al 71’ da annotare l’importante rientro di Lulic, che è tornato in campo dopo il lungo calvario dovuto alla caviglia che non ne voleva sapere di guarire.

Dopo il rientro di Lulic il Parma con il colpo di testa di Brunetta ha messo paura a Strakosha.

Adotta Abitare A

La respinta del portiere è finita sui piedi di Mihaila che, a pochi passi dalla porta, ha colpito clamorosamente la traversa, sfiorando il gol del pari. L’1-1 però non è tardato ad arrivare, proprio con Mihaila che ha fulminato Strakosha in uscita.

Lazio-Parma 2-1Lo spettro dei supplementari è aleggiato sull’Olimpico ma al 90’ Muriqi di testa ha siglato il suo primo goal con la maglia della Lazio, permettendo alla squadra di vincere il match e di avanzare ai quarti di finale.

Le pagelle di Lazio-Parma 2-1

Strakosha 6 – Il portierino laziale, ormai dietro a Reina nelle gerarchie, è tornato titolare ed ha mostrato le sue solite doti. Nella parata su Brunetta è stato bravo ma come al solito ha respinto al centro dove c’è sempre un avversario appostato. Questa volta l’ha salvato il rientrante Lulic che ha deviato sulla traversa il tap-in di Mihaila.

Parolo 7 – Dopo l’infortunio occorso a Luis Felipe il suo nome è tornato buono per la difesa. Da bravo soldato ha risposto presente segnando anche il primo goal della Lazio.

91′ Vavro sv.

Hoedt 6 – Il centrale ha commesso qualche errore ma nel complesso ha meritato la sufficienza.

Acerbi 6 – Contro il Parma ha agito defilato sulla sinistra e si è fatto vedere con insistenza davanti.

Lazzari 6 – Il Parma con Ricci ha controllato le su incursioni. Rispetto al derby ha tirato il fiato.

71′ Marusic sv.

 Milinkovic 6 – Con il minimo sforzo ha portato a casa il risultato.

59′ Patric 5 – Si è perso Mihaila in occasione del goal ospite.

Escalante 6 – Ha eseguito il difficile compito che di solito svolge Leiva.

Akpa Akpro 6.5 – Ci ha messo la giusta tigna, anche se i passaggi non sono stati sempre precisi.

Fares 6 – Era al rientro dopo un mese per infortunio. Ha attaccato molto sulla sinistra ma ha anche sbagliato molto.

Lazio-Parma 2-171′ Lulic 7 – Il suo rientro è stata una manna dal cielo per la Lazio e per la sua carriera che ha rischiato seriamente di arrivare al capolinea.

Pereira 6.5 – L’ex Manchester United ha giocato con una grandissima voglia di fare bene e solo il palo gli ha negato la meritata gioia del goal.

59′ Correa 5.5 – Al rientro anche lui ha giocato una mezzora abbondante ma senza combinare un granché.

Muriqi 7 – Questa doveva essere la sua serata e così è stato. Ci ha provato in tutti i modi a sbloccarsi ed alla fine, quando ormai la gara stava finendo, ci è riuscito.

All. Simone Inzaghi 6 – Per importanza questa gara non poteva essere paragonata al derby ed infatti la Lazio ha avuto un approccio mentale completamente diverso.

PARMA

Colombi 5.5; Busi 6, Dierckx 6 (76′ Camara sv), Kurtic 6, G. Ricci 6,5; Sohm 5.5, Cyprien 6 (62’ Brugman 6), Dezi 5 (62’ Hernani 6); Mihajla 6.5 (92′ Adorante sv), Sprocati 5 (92′ Traorè sv), Brunetta 6. All. Roberto D’Aversa 5.5.

Arbitro: Giovanni Ayroldi (sez. di Molfetta) 6.

Lazio-Parma 2-1

Il tabellino di Lazio-Parma 2-1

Marcatori: 23′ Parolo (L), 83′ Mihaila (P), 90′ Muriqi (L)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Parolo (91′ Vavro), Hoedt, Acerbi; Lazzari (71′ Marusic), Milinkovic (59′ Patric), Escalante, Akpa Akpro, Fares (71′ Lulic); Pereira (59′ Correa), Muriqi. A disp. Reina, Alia, Armini, Radu, Bertini, Czyz, Caicedo. All. Simone Inzaghi.

PARMA (4-3-3): Colombi; Busi, Kurtic, Dierckx (76′ Camara), Ricci; Sohm, Cyprien (62′ Brugman), Dezi (62′ Hernani); Mihajla (92′ Adorante), Sprocati (92′ Traorè), Brunetta. A disp. Rinaldi, Sepe, Radu, Bane, Kosznovszky, Artistico, Lopes Silva. All. Roberto D’Aversa.

Arbitro: Giovanni Ayroldi (sez. di Molfetta). Ass.: De Meo-Raspollini. IV uomo: Sacchi. V.A.R.: Banti. A.V.A.R.: Liberti.

NOTE. Recupero: 1′ pt, 3′ st.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti