Farmacia Federico consegna medicine

Piazza (malridotta) dell’Acquedotto Alessandrino – 2

In perlustrazione quasi due mesi dopo: come prima peggio di prima
Attilio Migliorato - 19 Giugno 2021
La targa toponomastica della piazza è bella, lucida quanto basta, la scritta è ancora leggibile. (foto).
Di “nasoni” ce ne sono 2, funzionanti (foto).
Passando oltre, eccoci nel degrado. Basta dare uno sguardo alla targhetta di marmo malridotta e illeggibile di fianco ai getti d’acqua e che forse indicava qualche cosa tanti anni fa (foto).
Il 9 aprile 2021, Lazio in zona arancione /rossa, con Abitare A già ci eravamo occupati della Piazza (malridotta) dell’Acquedotto Alessandrino. Essendo trascorsi due mesi ci siamo voluti ritornare, speranzosi in un intervento del V Municipio con le misure necessarie nel restituire valore aggiunto al quartiere Alessandrino.
Con rammarico e delusione: nulla di nulla.
La situazione anzi è peggiorata. È sufficiente osservare le foto con i getti d’acqua chiusi, le grate in marmo laterali devastate e lasciate nella canaletta, le altre grate di marmo piene di erbaccia e rametti di albero.
Di bello, senza merito dell’Amministrazione, c’erano e ci sono i ruderi dell’Acquedotto Alessandrino.
Se guardate le foto con il getto d’acqua aperto potrete notare i tanti buchi di uscita otturati o quasi. Facendo un piccolo calcolo visivo, su 30 teorici buchi di getto ne sono funzionanti solo una decina.
In conclusione, l’acqua fuoriuscita dovrebbe poi defluire nella grata di ferro ma essendo enorme la canaletta di marmo frantumata, l’acqua confluisce tutta lì (foto), e dove andrà a finire?
Due anziani, di cui uno intento a pulire i peli superflui al suo cane nel parco bimbi, seduti su una panchina al sole, vedendomi fotografare tutto questo sfacelo, mi hanno chiamato e detto, rassegnati: Ma chi to’ fa fà ….
Mi sono ricordato allora della celebre gag di Gigi Proietti…
Concludendo: noi lo facciamo per senso e dovere civico e continueremo a farlo, senza rassegnarsi, per noi e anche per le generazioni future.
Amministratori del V municipio: è ora di svegliarsi!
Buon fine settimana.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti